Fernando Ciarrocchi: il 18 Aprile 1948 la vittoria della Democrazia Cristiana per la Libertà e la Democrazia in Italia!.

Fernando Ciarrocchi: il 18 Aprile 1948 la vittoria della Democrazia Cristiana per la Libertà e la Democrazia in Italia!.
Dott. Fernando Ciarrocchi

A cura di Dott. Fernando Ciarrocchi

di Monteprandone (in provincia di Ascoli Piceno)

fernando.ciarrocchi@dconline.info * cell. 347-2577651 *

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

Coordinatore della Redazione giornalistica de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< Fernando Ciarrocchi: il 18 Aprile 1948 la vittoria della Democrazia Cristiana per la Libertà e la Democrazia in Italia ! >

Nell’anniversario della grande vittoria della Democrazia Cristiana del 18 aprile 1948, nonostante siano trascorsi ben 74 anni, per grazia di Dio, oggi possiamo fruire di beni incommensurabili:

La LIBERTA’, la DEMOCRAZIA, anche se, purtroppo, la pandemia e l’assurdo conflitto in Ucraina stanno mettendo a dura prova queste conquiste che hanno garantito e continuano a garantire valori come LIBERTA’ E DEMOCRAZIA che dobbiamo sempre saper tutelare, perché alla luce dei tremendi fatti bellici in atto, dobbiamo essere sempre più consapevoli che nulla possiamo più dare scontato.

Se i nostri connazionali del 1948 avessero compiuto la scellerata scelta di schierarsi con il blocco social-comunista oggi avremmo avuto una situazione socio-politica italiana totalmente diversa in cui libertà, democrazia e progresso socio economico sarebbero stati un miraggio.

Grazie a Dio e grazie all’impegno di numerosissimi cattolici democratici, di tanti sacerdoti illuminati e lungimiranti, in primis Don Luigi Sturzo, il corpo elettorale italiano è stato  consapevole della storica responsabilità ed ha compiuto una scelta di libertà, democrazia, di civile convivenza.

Dando così fiducia al partito della Democrazia Cristiana che con chiarezza e convinzione (senza se e senza ma, come diremmo oggi) prese una netta e inequivocabile posizione per l’Alleanza Atlantica: questa lungimirante scelta storica ha significato LIBERTA’ E DEMOCRAZIA, solidità di uno Stato democratico che ha avuto l’imprimatur nella nostra Costituzione .

Don Luigi Sturzo

La Carta costituzionale più antropocentrica e lungimirante di tutti gli stati europei. Oggi non possiamo non avere profonda gratitudine per i nostri connazionali che grazie alla loro intelligenza politica e spessore morale hanno compiuto una scelta che permesso di essere all’ Italia  di essere una delle maggiori potenze mondiali che siede nel G7 con tutto ciò che di positivo ha significato e significa tutt’oggi.

A ricordo di questa miliare pagina della nostra storia riproponiamo all’attenzione dei nostri lettori e amici l’editoriale di Attilio Piccioni, all’epoca segretario politico della Democrazia Cristiana, pubblicato sul giornale “IL POPOLO” della Democrazia Cristiana in data 21 Aprile 1948.

L’indimenticato On.le Attilio Piccioni già Segretario Politico Naz.le della Democrazia Cristiana ed ex Ministro.

<< La vittoria, la grande vittoria della Democrazia Cristiana: ecco la conclusione dell’ardente lotta elettorale.

Ci domandano: l’avevate prevista! Sì, l’avevamo prevista nelle dichiarazioni scritte, sulle piazze, nelle conversazioni, nel convincimento della nostra coscienza.

Alcide De Gasperi in un comizio della Democrazia Cristiana

Ma il popolo italiano in uno slancio di comprensione e di fiducia che non ci stupisce, ha voluto consacrarla in misura tale da renderla decisiva. Pietosi appariscono di fronte ad essa i contorcimenti avversari e superflue le analisi sottili o sofistiche.

La vittoria, la grande vittoria della Democrazia Cristiana assurge ad avvenimento storico di prima grandezza nell’evoluzione sociale e politica del nostro paese.

Alcide De Gasperi

Essa rappresenta la perenne fecondità, la modestia della concezione democratica cristiana la quale associa in maniera indissolubile libertà e giustizia.

Essa è capace di interpretare e risolvere armoniosamente, organicamente, le più profonde esigenze del tempo moderno.

Essa è il frutto della fede che anima il Partito, dell’organizzazione che il Partito lievitato dalla fede che ha saputo darsi, dello spirito coraggioso di affermazione e di conquista con il quale ha voluto combattere, della concretezza delle sue impostazioni, delle verità svelate al popolo.

Il comizio di un “giovane” Giulio Andreotti

E il popolo italiano — in tutti i suoi strati più laboriosi, consapevoli, responsabili — ha sentito tutto questo, ha reagito positivamente.

Si è sentito attratto dalla grande impresa di vincere la paura, di distruggere il nuovo incubo totalitario che gli si era addensato d’intorno, di rimettere in luce e in onore gli esaltanti valori della coscienza cristiana e della Patria Immortale.

Ma li popolo italiano, oltre questo, con la comprensiva intelligenza di cui Dio lo ha dotato e della quale molti scettici dubitavano, ha interpretalo esattamente i sostanziali aspetti del momento storico che il Paese attraversa.

Ha colto le esigenze sociali, economiche e politiche, che sommuovono il Paese; i pericoli cui andava incontro, le offese alla sue dignità ed ha votato per la libertà, ha votato per la democrazia, ha votalo per la pace sociale nella giustizia, per la cooperazione dei popoli liberi, contro la guerra !

La vittoria, la grande caloria della Democrazia Cristiana chiude un periodo, ne apre un altro nella storia del nostro Paese. Pone problemi gravi dl responsabilità, di maturità, di capaciti politica: non ce li dissimuliamo, né andiamo incontro ad essi a cuor leggero: ma non ce li dissimuliamo, non ci intimidiscono, non ci fiaccano. Averne chiara coscienza è già garanzia di saperli risolvere.

L’attuale Segretario politico naz.le della Democrazia Cristiana Dott. Angelo Sandri (Udine)

Li risolveremo nel rispetto del metodo della libertà, e con l’ausilio delle utili collaborazioni democratiche, avendo come unica meta il bene supremo del popolo italiano, il suo risorgimento immancabile”.

La Democrazia Cristiana è fiera di questo suo compito: non deluderà la fiducia che il popolo italiano ha riposto in essa, si dimostrerà pari alla sua grande responsabilità: ne prende solenne responsabilità, ne prende solenne consapevole impegno >>.

L’attuale Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana, Dott. Angelo Sandri, sottolinea a riguardo come:

<<  Il ricordare, il fare memoria è ancora oggi quanto mai necessario per non dimenticare e per non dare più nulla per scontato: la Democrazia Cristiana ha significato e continuerà sempre a significare LIBERTA’, DEMOCRAZIA ed IMPEGNO PER IL BENE COMUNE ! >>.

 

       *************************************************************************************************

      www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

       *************************************************************************************************

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments