FRANCO CAPANNA: CONSEGNATO MIO SFORZO LETTERARIO A CASA EDITRICE DI SUCCESSO ED AFFIDABILE “ELISABETTA FRIGGI”

FRANCO CAPANNA: CONSEGNATO MIO SFORZO LETTERARIO A CASA EDITRICE DI SUCCESSO ED AFFIDABILE “ELISABETTA FRIGGI”

< FRANCO CAPANNA: CONSEGNATO MIO SFORZO LETTERARIO A CASA EDITRICE DI SUCCESSO ED AFFIDABILE “ELISABETTA FRIGGI” >

Elisabetta Friggi

Chi mi segue nei miei articoli diffusi sappia che – dopo ricerche approfondite – mi sono affidato completamente alla Casa editrice di Elisabetta Friggi (Milano) – G.A.Z. EDIZIONI.

La Direttrice della stessa è conosciuta come persona dotta, sensibile, oltre che autrice di successo in tutto il mondo e particolarmente di libri per bambini.
La sede della Casa Editrice è ubicata a Milano, in Via Domenico Scarlatti, nei pressi della Stazione ferroviara Centrale milanese.
Di particolare successo il < Magazine > edito dalla G.A.Z. da oltre quindi anni di cui anche al sito telematico di internet <www.gazmagazine.net>.

Scrivere un libro è senz’altro una faticaccia, un po’ come chiudersi in una sorta di “cella di lusso” e non si esita scavare fossati ed innalzare steccati insormontabili per evitare disturbi perché – almeno questo è valso per me – meglio scrivere nella quiete notturna che durante il trambusto quotidiano.

Chi crede poi di avere raggiunto finalmente il suo orizzonte è proprio un illuso.

Pubblicare poi si entra in un labirinto e trovarne l’ uscita una  impresa.
  • Da mie esperienze da sindacalista e una buona predisposizione letteraria ho avuto modo di scrivere tantissimi articoli da agenzia di stampa de < IL POPOLO > della Democrazia cristiana del segretario generale dottor Angelo Sandri che mi nominava amministratore e editorialista.
Tanta generosa disponibilità mi portava farmi conoscere oltre Italia dove i diffusi vengono letti in altre Nazioni tanto da guadagnarmi il titolo di personaggio dell’ anno 2020 in Canada.
Non si pensi a personale esaltazione ma un percorso di durissimi
sacrifici dopo la perdita per cancro al seno della mia giovane moglie Pierina.
Ridotto a sorta di larva e mesi di profonda riflessione nella fede in Cristo decisi donare la mia nomina sindacale a congresso CISL agli ultimi e svantaggiati di ogni fascia sociale.
È stata impresa impervia ma Dio è misericordia e mi incoraggiava in due vescovi che la candidavano a processo di beatificazione.
Elisabetta Friggi (a sx) mentre presenta un suo libro per bambini alla Emittente radiofonica “Savona Sound”.   

Riguardo alle azioni sindacali vincenti sembrava con certezza non fossi io ad operare ma una misteriosa forza interna.

Gli editori sono creature misteriose ma  possiamo contattarle senza mettere a rischio la nostra vita.
Esiste una leggenda urbana per cui i Big non leggerebbero mai nulla di quello di ciò che ricevono via posta o mail.
Si vocifera di stanze in cui, talvolta, entra un redattore, afferra un manoscritto e lo getta in un inceneritore. Ma non è così sempre.
Quale casa scegliere allora per pubblicare un libro? Come evitare fregature dopo avere pubblicato con libro? Se si tratta di un grande autore la fama garantisce per lui. E gli altri?
Se vi chiedono soldi, certi da 2000 – 3500 euro o vi propongono di condividere le spese, acquistare copie o altro servizi a pagamento come editing, correzione bozze, impaginazione, ecc. ecc.: lasciate perdere si tratta di un editore pagamento.
 Donne africane mentre trasportano l’acqua

Sono soldi sprecati ed esiste il < self publishing > per pubblicare un libro.

Termino lo scritto per rivelare come i miei articoli vengono avvolte a vantaggio.
In zone del Centro Africa ho varie amicizie di missionari ed anche di gente comune che a loro volta diffondono gli scritti che arrivano addirittura in sperduti villaggi del continente africano.
Mi fanno sapere che da quelle parti aride, le donne fanno svariati chilometri per poter avere acqua pulita.
Mi sono fatto parte attiva per fare scavare un pozzo d’acqua oppure anche un contenitore di acque piovane che fosse meno costoso e non bisognoso di grande manutenzione.
È impresa non facile perché lo scrivente non è certo benestante e già confidavo nell’aiuto di taluni come banche o altro, anche se spesso tentano di rigirare le spalle perché solidarietà è utopia.
Bisogna essere aperti a stili di vita solidale per riscrivere la < grammatica della reciprocità >.
 Franco Capanna (Teramo) * Sindacalista 
Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana * www.ilpopolo.news *
*********************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it 

*********************************************************************************************

50 Responses to "FRANCO CAPANNA: CONSEGNATO MIO SFORZO LETTERARIO A CASA EDITRICE DI SUCCESSO ED AFFIDABILE “ELISABETTA FRIGGI”"