CELEBRATA MARTEDI’ 22 MAGGIO 2018 LA GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’: SOSTEGNO A FLORA E FAUNA.

CELEBRATA MARTEDI’ 22 MAGGIO 2018 LA GIORNATA MONDIALE DELLA BIODIVERSITA’: SOSTEGNO A FLORA E FAUNA.

        di Maria Grazia Lenti

Il 22 maggio – fin dal 2000, allorchè è entrata in vigore –          viene celebrata la Giornata della biodiversità, istituita dalle Nazioni Unite per tutelare della flora e della fauna e le varietà della natura minacciate sempre più spesso dalle attività umane.

Biodiversità è il termine che è stato coniato per indicare la varietà di vita sulla Terra. La diversità biologica presente oggi sul nostro pianeta è il frutto di miliardi di anni di evoluzione, influenzata da processi naturali, ma ormai sempre più spesso anche dall’intervento dell’uomo.

La diversità è intesa come varietà di piante, animali e microrganismi. A oggi, sono state identificate sul nostro pianeta circa 1,75 milioni di specie, per lo più piccole creature, come gli insetti. Gli scienziati sostengono che in realtà la cifra si avvicinerebbe ai 13 milioni, mentre le stime vanno da tre a 100 milioni.

L’Onu ha scelto come data per la celebrazione il 22 maggio attraverso la risoluzione 55/201 del 20 dicembre del 2000. Questa data coincide con l’adozione del testo della Convenzione sulla biodiversità, ratificato da 196 Paesi ed entrato in vigore nel 1993. L’idea alla base del documento è quella di conservare la diversità biologica attraverso un uso sostenibile delle risorse e una condivisione equa dei benefici.

La Giornata mondiale della biodiversità, sin dalla sua istituzione, ha come scopo la tutela della flora e della fauna mondiali, la cui sopravvivenza è sempre più spesso minacciata, in particolare dalle attività umane. L’ecosistema mondiale, in particolare quello delle foreste e delle zone umide e paludose, assicura che venga resa disponibile acqua pulita per le varie comunità umane. Al contempo, è l’acqua stessa che sostiene i servizi di cui gli ecosistemi hanno bisogno.
Si tratta di un cerchio che si chiude La sistemazione del suolo da parte dell’uomo, il rispetto dell’ambiente e delle foreste, sono aspetti positivi, che fanno in modo che sia ridotta l’erosione, abbassata la possibilità di inondazioni in una determinata zona, diminuito l’inquinamento, e di conseguenza assicurata costantemente acqua pulita a tutte le coltivazioni

Il nostro Paese ricco di tradizioni legate alla terra e alla natura dovrebbe essere in prima fila per difendere le proprie ricchezze e la propria biodiversità. L’Italia è uno dei Paesi europei più ricchi di biodiversità terrestre e marina. Lo confermano i recenti dati del Rapporto sullo stato del capitale naturale del Ministero dell’Ambiente: la flora vascolare è costituita da oltre 6.700 specie e conta circa la metà delle specie note per l’Europa. La fauna include invece oltre 58mila specie, di cui ben il 30% endemiche. Ma di circa 1.400 specie vegetali valutate, 248 risultano minacciate a vario livello e 32 sono probabilmente estinte, mentre delle 672 specie di vertebrati valutate, quelle minacciate di estinzione sono il 28%.

La Giornata 2018 celebra i 25 anni della Convenzione sulla biodiversità, entrata in vigore nel 1993 per difendere animali e piante da una serie di minacce che spesso derivano da attività umane.  In primo luogo la distruzione degli habitat a cominciare dalle foreste che, nel mondo, ospitano l’80% delle specie esistenti. Solo nel 2016, stando all’università del Maryland, la Terra ha perso quasi 30 milioni di ettari di copertura arborea. Altro problema è il bracconaggio: secondo il Wwf  sono almeno 7mila le specie minacciate7mila le specie minacciate dai bracconieri e dal commercio illegale nel mondo.

Cosa possiamo fare nel nostro piccolo per proteggere la biodiversità?

Ecco 5 suggerimenti per scelte ambientali sostenibili nella nostra vita quotidiana:

-Non sprecare l’acqua.
-Utilizzare saponi convenzionali invece di quelli antibatterici, che contengono composti chimici spesso inquinanti.
-Acquistare alimenti locali e stagionali.
-Scegliere caffè proveniente da coltivazioni attente a rispettare la biodiversità e da torrefazioni artigianali.
-Fare attenzione agli sprechi energetici.
-Mantenersi informati e informare su questi temi e sulle possibili azioni da intraprendere.

Proteggere la biodiversità è un compito al quale siamo chiamati tutti, ogni giorno, perché significa proteggere noi stessi e la nostra sopravvivenza come esseri umani.

 di Maria Grazia Lenti – Taranto
  mg.lenti@alice.it  – 349-3017018

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments