LA PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN ABRUZZO SARANNO UN IMPORTANTE BANCO DI PROVA PER LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA (RIUNIFICATA).

LA PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN ABRUZZO SARANNO UN IMPORTANTE BANCO DI PROVA PER LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA (RIUNIFICATA).

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * di ANGELO SANDRI *

LA PROSSIME ELEZIONI REGIONALI IN ABRUZZO SARANNO UN IMPORTANTE BANCO DI PROVA PER LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA (RIUNIFICATA).

 Dopo le dimissioni di Luciano D’Alfonso da Presidente della regione Abruzzo ( ha optato per il seggio di senatore) nei prossimi mesi l’Abruzzo dovrà dunque tornare al voto. Sarà il primo voto politicamente molto significativo dopo la  nascita del governo Lega-M5S.

Il capo della Lega, Matteo Salvini, ha annunciato che non vuole fare accordi con gli altri partiti della coalizione con cui si era presentato alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 e che quindi intende rompere il patto di alleanza con gli altri partiti di centrodestra.

L’On. GIANFRANCO ROTONDI (Avellino), Segretario nazionale di Rivoluzione Cristiana e Coordinatore politico della Federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA (costituitasi il 5 luglio u.s.,ndr ) interviene sull’argomento

On. Gianfranco Rotondi

<< Non mi sorprende la scelta abruzzese di Salvini e non la considero nemmeno un passaggio tattico”, bensì la “prova generale” della rottura del centrodestra da parte della Lega che punta non più ad una semplice alleanza ma a una “forma partito” per tutta l’area politica che vorrebbe rappresentare. A a questo punto corrergli dietro e’ del tutto inutile se non addirittura dannoso !

Studio da anni, anche per curiosità intellettuale, le mosse dell’attuale  Ministro degli Interni, che non considero un uomo di avventure bensì uno dei due o tre politici strutturati rimasti ancora in campo. Mi e’ chiaro che Salvini punta a un centrodestra molto diverso da quello costruito da Berlusconi il quale ebbe carisma per costruire una coalizione di partiti tutti in qualche modo riferibili alla sua leadership.

Salvini invece capisce che ciò non sara’ più possibile per lui e per nessuno e tenta di costruire il ‘suo’ centrodestra in forma di partito e non di coalizione. La sua Lega si allarga accogliendo figure anche di secondo piano ma riferibili ai mondi del vecchio centrodestra.

Lo sbocco e’ un partito, non una coalizione. Salvini pensa a un centrodestra come il Movimento Cinquestelle, ossia un partito e una lista unica”. Quindi – secondo Rorondi – l’Abruzzo e’ una prova: non e’ detto che sarà vincente ma almeno è una prova generale. A questo punto Forza Italia e la “nuova” Democrazia Cristiana dovranno presto rinunciare al ‘refrain’ del ‘Matteo torna casa’.

Rischiamo di apparire – conclude Rotondi – come quei mariti che aspettano il ritorno della moglie scappata di casa. Per carità, ce ne sono tanti, ma e’ difficile che aggreghino consensi >>.

Interviene in proposito anche FRANCO DE SIMONI (Roma), Vice-Presidente nazionale dell’Associazione Iscritti D.C. 1993 e componente della Direzione nazionale della Federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA.

Dott. Franco De Simoni

<< Secondo la nostra valutazione politica, frutto anche della conoscenza del territorio abruzzese, il progetto di Salvini/Lega è  destinato a un misero fallimento. Il centrodestra diviso rischia di disperdere le sue grandi potenzialità e la Lega, così facendo, permetterebbe di affidare le sorti della Regione Abruzzo ai 5 stelle.

L’Abruzzo è terra di gente dai forti valori cattolici che ha sempre eletto politici moderati e “inclusivi”. Ricordiamo per tutti Giuseppe Spataro, Lorenzo Natali, Remo Gaspari che tanto hanno contribuito a fare dell’Abruzzo, terra di migranti, una regione prospera e moderna.
Queste elezioni saranno un momento di grande importanza anche per la verifica della possibile riunificazione di tutti coloro che si richiamano ai valori democratici e cristiani.
Riteniamo pertanto importante e necessario che il Coordinamento nazionale della federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA organizzi rapidamente la sua presenza nella regione Abruzzo per poter sviluppare, anche in chiave elettorale, un’azione proficua ed incisiva per dare risposte chiare ed esaustive, così come l’elettorato democristiano attende.>>

On. Antonio Verini

Il Segretario regionale della Democrazia Cristiana dell’Abruzzo e Vice-Presidente nazionale della D.C. On. ANTONIO VERINI (L’Aquila) richiama i democratici cristiani esortandoli a voler scendere in campo a difesa dei valori fondanti del grande partito dello scudocrociato così importanti a far uscire il Paese dalle secche in cui tuttora si trova.

<< Auspico che si possa organizzare in tempi molto brevi un incontro-dibattito con tutte le Associazioni, partiti e movimenti che si richiamano alla Democrazia Cristiana, in modo che si possa riuscire nell’intento di  mobilitare tutti gli amici democristiani, nei tempi e nei modi che sono necessari, per poter ottenere un risultato importante, anche sotto l’aspetto elettorale, della lista della Democrazia Cristiana riunificata>>.

Dott.ssa Dora Cirulli


La Dott.ssa DORA CIRULLI, Direttore responsabile Vicario de “IL POPOLO” della Democrazia Cristiana e rappresentante del Movimento femminile della DEMOCRAZIA CRISTIANA riunificata sottolinea:

<< Le prossime elezioni abruzzesi sono molto importanti anche perché contribuiranno a farci avere un quadro politico più chiaro, evitando la grande scorrettezza avvenuta nelle elezioni politiche del 4 marzo 2018 dove autorevoli attuali governanti si sono presentati agli elettori dichiarando una cosa per poi fare esattamente il contrario, in base ai propri comodi ! >>

 

On. Giampiero Catone

Da ultimo un pressante invito da parte dell’On. GIAMPIERO CATONE (Pescara), Presidente nazionale di Rivoluzione Cristiana e autorevole componente della Direzione nazionale della Federazione DEMOCRAZIA CRISTIANA:

<< Ci auguriamo che anche altre associazioni di ispirazione democristiana, che ancora tentennano di fronte all’invito alla riunificazione di tutte le componenti della D.C., riescano a mettere da parte personalismi e dubbi vari, affinchè la Democrazia Cristiana possa presentarsi alle prossime elezioni abruzzesi unita e compatta.

Queste elezioni abruzzesi infatti hanno un’importanza politica che va ben oltre la singola Regione Abruzzo ! >>

 

 

ANGELO SANDRI * segreteria.nazionale@dconline.info

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments