LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHE VORREI !

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHE VORREI !

A cura di ALFREDO DI CIANNI (Cosenza) * roberto.dicianni@dconline.info * Segretario politico del Movimento Giovanile Democrazia Cristiana di Rende (provincia di Cosenza)

Roberto Di Cianni (Cosenza)

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< LA DEMOCRAZIA CRISTIANA CHE VORREI ! >

Sono passati ormai 26 anni da quel famigerato 1994, in cui è avvenuto un vero e proprio sconvolgimento politico senza precedenti, con il catastrofico esplodere degli accadimenti legati a tangentopoli e la fine (o comunque il pesante ridimensionamento) di tutti i partiti della Prima Repubblica, tra cui appunto anche la Democrazia Cristiana.

Flaminio Piccoli

Col passare degli anni, abbiamo avuto in un primo momento la Seconda Repubblica con il prevalere di personaggio tipo Romano Prodi e Silvio Berlusconi, che alternativamente ebbero la guida del Governo italiano, e con il formarsi di partiti (o presunti tali) più o meno transitori come la Margherita, Forza Italia, Casa della Libertà e via discorrendo.

Dovremmo essere ora nella attuale cosiddetta Terza Repubblica, dai contorni abbastanza nebulosi (non pare tanto differente dalla Seconda) e comunque del tutto incapace di rispondere alle esigenze dei cittadini e di governare con una prospettiva salutare per il popolo italiano.

La “Nuova” Democrazia Cristiana nella quale militiamo ha avuto già il merito di resistere contro tutto e contro tutti coloro che pretendevano di cancellarla definitivamente e qui una menzione particolare meritano Flaminio Piccoli, Angelo Sandri e tutti coloro i quali – in questi anni – hanno lottato duramente affinchè non si appassisca il “sogno democristiano” !

Ora la Democrazia Cristiana si sta rilanciando sempre più su tutto il territorio nazionale e questo fatto è ormai tangibile e verificabile ogni giorno che passa.

E molto importante però che la “nuova” Democrazia Cristiana sia fedele ai suoi valori cristiano-democratici, europeisti, popolari e centristi, fortemente ancorata agli ideali degasperiani.

E deve cercare di contrastare in ogni modo e con forza il malaffare dilagante ed ogni compromesso errato e che non corrisponda al concetto di <Bene Comune> che tutti dobbiamo ben tenere a mente.

E’ auspicabile che la “nuova” Democrazia Cristiana sia la casa di tutti i democratici cristiani, nonchè di tutti moderati cristiani, liberali ed anche conservatori che sentono ardere dentro i loro cuori e nel loro spirito questa nuova voglia di rivalsa sociale e politica di cui il nostro Paese ha estremo bisogno.

Le tre parole chiave con cui proseguire il nostro percorso democratico cristiano sono: sostanza, unità, espansione !

 

A cura di ALFREDO DI CIANNI (Cosenza) * alfredo.dicianni@dconline.info * Segretario politico del Movimento Giovanile Democrazia Cristiana di Rende (provincia di Cosenza)

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

****************************************

< IL POPOLO > della DEMOCRAZIA CRISTIANA * Direttore Resp. ANGELO SANDRI *

mail: segreteria.nazionale@dconline.info

* Cell. 342-9581945 * 342-1876463 

Direzione e Redazione – Via Giovanni Giolitti num. 335 – cap. 00185 – ROMA

Periodico registrato presso il Tribunale di Bolzano al num. 13/2004 in data 22/11/2004

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Maria
Maria
2 anni fa

Bellissimo articolo. Europeisti se veniamo rispettati dagli altri popoli si, altrimenti no. L’italia e gli italiani nel cuore sempre. Le regole in Europa devono essere uguali per tutti. L’Europa non deve esserci matrigna altrimenti ritorniamo a difendere la nostra madre Patria. In un altro periodo in Europa i nostri politici avevano un certo peso, adesso non ne hanno alcuno.