I “soldati giapponesi” nella realtà del tempo dell’oggi ! 

I “soldati giapponesi” nella realtà del tempo dell’oggi ! 
Rodolfo Concordia (Roma)

A cura di Comm. Rodolfo Concordia (Roma) 

rodolfo.concordia@dconline.info *  Cell. 335-7709516 *

Coordinatore della Segreteria Politica Nazionale della Democrazia Cristiana. 

Segretario Politico Regionale della Democrazia Cristiana della regione Lazio

I “soldati giapponesi” nella realtà del tempo dell’oggi ! 

Ritengo singolare ed inappropriato che taluni soldati giapponesi, disinformati che la II Guerra Mondiale è terminata, continuino a sparare a chiunque si avvicina all’approdo.

La metafora, a mio giudizio, è calzante se si ha chiaro lo scenario e l’esigenza Politica e Sociale, della
Riunificazione della Democrazia Cristiana.

A tal riguardo e disconoscendo la sentenza della Corte di Cassazione del Dicembre del 2010 che
ribadiva che la DC non era mai morta, era viva  e che appartiene agli iscritti, a tutti gli iscritti a prescindere della “livrea” che indossano.

Chiunque, a vario titolo, assume una posizione di una presunta legittimità e si presenta come la continuità, dimostra, di non aver compreso il senso e la sostanza della sentenza emessa dalle Sezioni Riunite della Corte di Cassazione che individuava “negli iscritti” i reali attori ed eredi storici del glorioso Partito della Democrazia Cristiana.

Siamo altresì convinti che questi goffi tentativi, intraciano il cammino Unitario che ha come corollario, l’umiltà, la capacità di soprassedere alle distanze del passato, lo spegnere la rabbia ed il rancore e la determinazione a costruire, insieme, un Domani più giusto ed in linea con i bisogni e le aspettative di un Popolo.

Rinunciare alle pur giuste ambizioni personali e dare priorità alle esigenze di Partito e del Paese. Questo è il prototipo di una generazione di Democristiani che ha sacrificato se stessa e si è immolata alla costruzione di una Società e di uno Stato al servizio dell’uomo.

E questo Popolo sofferente, è in attesa, di comportamenti degni della Storia e del Patrimonio Storico di quella Luce che ha guidato un processo di cambiamento e di trasformazione del Paese verso una Democrazia Compiuta, nel quadro di una stabilità sociale, civile, economica, nella quale, l’esserer umano, trovava la sua realizzazione e con esso , la Sua Dignità.

In quest’ottica, affidiamo al vento, tutte le interpretazioni e le pseudo-autocertificazione a riguardo, che contribuiscono, io credo, ad allontanare ed a rendere più arduo la realizzazione di questo essenziale obiettivo politico, che deve recuperare la fiducia verso la Politica e ridare Speranza e Certezze ad un Domani più giusto e commisurato alle aspettative delle Nuove Generazioni.

C’è un momento nel quale ogni essere umano, associazione, movimento e partito è chiamato a leggere il proprio Tempo, ad interpretarlo ed a dare le giuste risposte al Cambiamento.

Accettare la Sfida, io credo, è compito di una Politica che si riappropria del proprio ruolo, recuperando moralità ed etica e ripresentandosi, come strumento di realizzazione di una Società e di uno Stato al servizio dell’uomo e nella difesa intransigente di quelle stratificazioni che più di altre, ambiscono, a ragione, a livelli di vita più giusti. Vivere una Dignità Politica ed essere Partito Politico, vuol dire collaborare alla costruzione di una Società nell’ottica del rispetto dei dettami Costituzionali e nell’operare perchè Essi trovino la giusta applicazione.

E questo dovere, credo,spetta in modo ancora più rilevante, al movimento dei Cattolici in Politica che non possono rimanere indifferenti alla richiesta di solidarietà, di sussidiaretà, di equità fiscale e di giustizia sociale che proviene dal tessuto connettivo del Paese.

Anche perchè, spesso, trascurarli, si può mettere a repentaglio, la tenuta democratica e si ostacola il traguardo verso una Democrazia Compiuta.

A fronte di ciò, risultano davvero e del tutto anacronistiche le dispute di legittimità e le difese di quelle corone di latta che servono solo a preservare gli interessi personali senza guardare alla realtà del Paese ed al grido di dolore che proviene dal nostro popolo.

La dignità del nostro essere è commisurata alla personale capacità di soprassedere alla difesa degli interessi personali e sposare con fermezza, la prospettiva di riunire la Voce dei Cattolici, in un Partito Unico che riscoprendo i Valori dell’impegno Politico e Sociale ridiventi strumento di realizzazione di quel Bene Comune e di una  Società che ricollochi l’essere umano al centro di una politica di Valori.

E nel tempo dell’oggi, non si può, io credo, obiettare sul fatto, che settori sempre più consistenti, scivolano nell’Aventino e sposano il disinteresse verso la Politica. Ormai, il disimpegno ha raggiunto il 50% dell’elettorato ed esso, è provocato, da una presenza partitica inconsistente ed incapace ad interpretare e risolvere i bisogni del Paese. E’ un dato allarmante e che già esprime un livello di preoccupazione sulla tenuta democratica e sulla partecipazione dei cittadini alla competizione politica. Ma è anche un chiaro messaggio che l’elettore aspetta e richiede,un Partito che ridia al Paese una Speranza del Domani.

Soffermarsi a discutere solo sulla legittimità è anacronistico e non degno di una classe politica che si rifà alla Storia ed al Patrimonio della Democrazia Cristiana. E’ l’ora delle scelte e della responsabilità personale, collettiva e del Ruolo del Partito. E’ una sfida che lanciamo a tutti coloro che hanno a cuore il destino del Partito e del Paese. Sottrarsi a questa Responsabilità sarebbe una viltà ed un abbandono della Storia della Democrazia Cristiana. Chi non ha peccato, scagli la prima pietra. Ed insieme,invece, possiamo ancora essere Leva che muove la Storia.

Comm Rodolfo Concordia
Email: rodolfo.concordia@dconline.info
tel 335-7709516
Coordinatore della Segreteria Politica Nazionale D.C.
Segretario Politico Regionale della D.C. del Lazio
Via Ostia, 28 – 00195 Roma

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco
Francesco
1 anno fa

Scritto
Saggio…
Grazie… Rodolfo

Lillo
1 anno fa

Grande sono sono.

On
Felice e mi onorsa il che appartenga al tuo gruppo

Antonio
Antonio
1 anno fa

E ritornata al fianco dei nostri cittadini