Festa dell’Amicizia di Cassino, la verità viene sempre a galla: Moretti rilascia un’intervista integrale.

La manifestazione è avvenuta nel centro storico della città di Cassino, nelle vie attigue a piazza Sant’Antonio, nei due giorni della Festa hanno partecipato oltre una trentina di stands enogastronomici e oggettistica, ma qualcosa non è andato per il verso giusto.

Festa dell’Amicizia di Cassino, la verità viene sempre a galla: Moretti rilascia un’intervista integrale.

Doveva essere una festa dell’Amicizia tradizionale a Cassino, organizzata dal nostro caro Segretario politico provinciale di Frosinone Sig. Pasquale Moretti, invece è diventata un’odissea per gli organizzatori.

Le date dell’evento 28 e 29 luglio e anche quest’anno la sottolineatura principale che si è voluto dare in termini politici con l’organizzazione di questa II Festa provinciale dell’Amicizia di Frosinone è stata quella che si richiama alla riunificazione della D.C. che ha visto una tappa fondamentale con l’accordo siglato a Roma lo scorso 5 luglio 2018 e che ha dato vita alla “FEDERAZIONE DEMOCRAZIA CRISTIANA”.

Ovviamente gli oppositori al ritorno in grande stile della Democrazia Cristiana hanno fatto le loro solite azioni di disturbo e con varie danze della pioggia e diavoleria varie sono riusciti anche quest’anno a recare disturbo ed un violento acquazzone scatenatosi verso le 17.00 e durato un paio d’ore abbondanti ha provocato non pochi intoppi al normale proseguo della Festa. Ciononostante i coriacei attivisti della D.C. hanno proseguito la loro azione e la II Festa dell’Amicizia ha comunque avuto il suo svolgimento. Nella seconda giornata però c’è stato il primo imprevisto, alcuni standisti circa una dozzina ( venditori di prodotti enogastronomici o di oggettistica ed altro)  erano arrivati a Cassino zona Sant’Antonio perché invitati dall’organizzazione, e per mettere nelle aree predisposte i loro mezzi dovevano accedere ad un’area predisposta e pagare il loro contributo, ma visto il sole cocente, il sig. Moretti si preoccupava di farli prima sistemare e montare gli stan e poi farsi saldare la parte concordata.

Ma al passaggio  di riscossione, gli organizzatori si vedevano negare da parte degli standisti il saldo dovuto come da contratto concordato. Il Sig. Moretti visto l’ammanco di una somma consistente, annunciava a tutti che la seconda giornata di festa veniva sospesa, perché incapacitato a pagare il Service e il gruppo che doveva cantare. Da qui lo scompiglio generale, il Moretti colto da un piccolo malore, dovuto dalla preoccupazione dell’accaduto, si recava in ospedale per accertamenti e da qui qualcuno si è sentito in dovere di lanciare l’allarme e inventarsi una motivazione a dir poco da film.

 

Il 30 luglio e mattino un giornale locale (Ciociaria Oggi) lo mette in prima pagina con una sritta a caratteri cubitali: “organizzatore della festa dell’Amicizia scappa con l’incasso è truffa “, niente di vero, il Moretti non solo non è scappato, ma si reca dai carabinieri e fa la sua dovuta denuncia, querelando la testata giornalistica per diffamazione a mezzo stampa. Nel frattempo i responsabili del quotidiano ciociaro, approfondendo il caso, ne appurano gli atti e non possono altro che fare un’articolo di smentita e raccontare la verità dell’accaduto (questo accaduto il 31  luglio. Anche il quotidiano l’Inchiesta di Cassino, fa un articolo a discolpa del nostro Segretario Politico della Dc Pasquale Moretti. Quindi tanto polverone, tanto spavento per il Segretario e tanta improvvisazione da parte delle testate giornalistiche , un po troppo superficiali a sbattere la truffa in prima pagina.

Ma come diceva il buon Shakespeare … <chi la dura, la vince > …. e quindi prosegue senza paura l’opera di rilancio della Democrazia Cristiana sia sul piano politico che organizzativo, sia nel territorio della  Ciociaria, così come su tutto il territorio nazionale.

Ricordiamo che anche nell’edizione della Festa dell’Amicizia svoltasi nel settembre del 2016 il tempo a Cassino non fu molto clemente, segno evidente che gli oppositori della D.C. sono in zona particolarmente attrezzati … Ma come diceva il buon Shakespeare … <chi la dura, la vince > …. e quindi prosegue senza paura l’opera di rilancio della Democrazia Cristiana sia sul piano politico che organizzativo, sia nel territorio della Ciociaria, così come su tutto il territorio nazionale.

Ma per chi vuole sentire la verità detta dal Moretti siamo riusciti ad avere in esclusiva da Liritv.it, l’intervista, dove spiega in modo esaustivo tutte le dinamiche dell’accaduto. Cliccare Qui.

Moretti dopo aver rilasciato l’intervista e visto il buon impegno da parte di Ciociaria Oggi, da buon galantuomo, ha ritirato la denuncia che aveva depositato in caserma dei Carabinieri, continuano però le indagini  sui casi di diffamazione fatte sui social da parte dei soliti ignoti, conosciuti dal Moretti .

In allegato: articoli di smentita da parte di Ciociaria Oggi e dall’Inchiesta Quotidiano sulla verità di quanto accaduto nella seconda giornata 29/07/2018 della Festa dell’Amicizia a Cassino e  relativa denuncia presentata nei confronti di Ciociaria Oggi per diffamazione a mezzo stampa. Successivamente accertato la verità dei fatti Ciociaria Oggi ha smentito ampiamente le calunnie il giorno 30/07/2018.

Dice il Moretti: chi ha subito danni è il Comitato festa, comunque il primo giorno della Festa 28/07/2018 è riuscito molto bene con la bellissima orchestra I Dissonanti e tantissima gente che ballava e si divertiva in piazza. A riguardo dell’inadempienza contrattuale di molti stendisti mi riservo di adire legalmente per i danni arrecati all’organizzazione e all’immagine del partito DC. Questa verità la potete leggere negli allegati.

Come dire …tutto è bene quel che finisce bene, ma è anche il caso di sottolineare che:  la mamma dell’ignoranti è sempre incinta!!

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments