ALESSANDRO PINTO (ROMA): LA FAMIGLIA CARDINE DELLA SOCIETA’ ITALIANA COSI’ COME RICONOSCIUTO DALLA NOSTRA COSTITUZIONE.

ALESSANDRO PINTO (ROMA): LA FAMIGLIA CARDINE DELLA SOCIETA’ ITALIANA COSI’ COME RICONOSCIUTO DALLA NOSTRA COSTITUZIONE.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it * di ALESSANDRO PINTO (ROMA) *

ALESSANDRO PINTO (ROMA): LA FAMIGLIA CARDINE DELLA SOCIETA’ ITALIANA COSI’ COME RICONOSCIUTO DALLA NOSTRA COSTITUZIONE.

IL SALUTO DI ALESSANDRO PINTO (ROMA) SEGRETARIO NAZIONALE DIP, D.C. PER LE POLITICHE PER LA FAMIGLIA, DIRITTO ALLA VITA, SERVIZI SOCIALI AL COMITATO REGIONALE D.C. SICILIA (28-07-2018)

Con viva gioia che sono a salutare tutti coloro che prendono parte quest’oggi (sabato 28 luglio 2018) alla riunione del Comitato regionale della Democrazia Cristiana della Sicilia e che con la loro presenza sono a testimoniare la loro volontà di rilanciare il partito dello “scudocrociato” nell’Isola ed in Italia. Ai Partecipanti, auguri di buon lavoro.

Al momento attuale la famiglia è in continua evoluzione, sta vivendo dei cambiamenti dal punto di vista sociale e un po’ meno sviluppata, sotto il profilo demografico.
La Famiglia, nei confronti dello Stato Italiano, è sinonimo di coesione e di identità. L’evoluzione della Famiglia in Italia non ha incrinato il suo ruolo straordinario nell’ambito della società.
Pur avendo elementi di riferimento importanti. Tuttavia il suo componente fondamentale a tutt’oggi risulta essere la famiglia, che potrà garantire una sua naturale tenuta.

C’è il riconoscimento della Costituzione della Repubblica Italiana, dove all’art. 29.1 si recita: “La Repubblica riconosce i diritti della famiglia, come società fondata sul matrimonio”.
Non a caso, uno tra gli esponenti di spicco della D.C. e anche ex- Presidente dell’Azione Cattolica Italiana, Giorgio La Pira sosteneva che: “ La famiglia doveva essere riconosciuta e protetta come istituto di Diritto pubblico e anche come negozio divino, un vero e proprio istituto trascendente…” (da: Assemblea Costituente. Quaderno n. 3839 del 05.06.2010 – Rivista Civiltà Cattolica II 423-528).
Inoltre la Costituzione della Repubblica Italiana tutela i principali diritti e rapporti etico sociali, come, i rapporti familiari; il diritto allo studio, alla libertà e alla cultura e non da ultimo alla salute.

La Convenzione O.N.U. sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, adottata dall’Assemblea Generale O.N.U. del 20.Nov. 1989 stabilisce che gli Stati si “devono impegnare ad adottare ogni misura legislativa…..per garantire l’educazione e lo sviluppo del bambino.”
Su questa base, l’Italia ha adottato e promosso politiche a sostegno dell’incremento dei sistemi educativi e non da ultimo con il D. L. 13 Aprile 2017 n.65 ha finalizzato un sistema “integrato di educazione e di istruzione dalla nascita sino a 6 anni”.
Con riferimento al momento storico in cui viviamo, c’è da ricordare che molte famiglie si trovano ad affrontare delle criticità, con riferimento: al reddito e ai costi per il mantenimento dei figli; a gestire aggiustamenti tra vita lavorativa, vita affettiva e familiare; a evidenziare difficoltà delle donne ad essere assunte ; a rinunciare alla nascita dei figli; alla scarsa disponibilità di abitazioni a prezzi, compatibili con le loro “entrate”; a affrontare le separazioni coniugali, anche quando è generata da violenze e da abusi; a condizioni di povertà, di emergenza sociale ed economica, con richiesta di urgenti interventi in relazione al comparto abitativo, lavorativo, psicologico, etc.
E’ importante che vengano potenziati i servizi sociali e tutelate le famiglie più numerose.
Occorre riferirsi anche alle famiglie con persone adulte, divenute non auto-sufficienti, a causa di traumi o patologie. Si dovrebbe intervenire in quelle famiglie che devono affrontare problemi psichiatrici, di disabilità, di non auto-sufficienza o di dipendenza patologica di particolare gravità, con bambini piccoli a carico.
Infine e non da ultimo è necessario che venga attuata una riduzione degli aborti con un rafforzamento dei consultori e con altri strumenti di prevenzione, con informazioni e con sostegno alle donne che desiderano proseguire nella maternità. (Progetto Gemma – Difesa della Vita).

Facciamo tesoro delle parole del Santo Padre, Papa Francesco, quando afferma: “Nonostante le molte difficoltà che oggi affliggono le nostre famiglie, non dimentichiamoci, per favore, di questo: le famiglie non sono un problema, sono prima di tutto un’opportunità…. che dobbiamo curare, proteggere e accompagnare. E’ un modo di dire che sono una benedizione… .
Abbiamo cura delle nostre famiglie, vere scuole del domani.
Abbiamo cura delle nostre Famiglie, veri spazi di libertà.
Abbiamo cura delle nostre Famiglie, veri centri di umanità.”
Da: Famiglie, Eredità per il futuro, vero spazio di libertà, vero Centro di Umanità. Viaggio Apostolico a Cuba. 22.Sett. 2015

ALESSANDRO PINTO – ROMA
Segretario Nazionale Dip. “Politiche della Famiglia, Difesa della Vita e Servizi Sociali” della Democrazia Cristiana

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments