Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte seconda)

Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte seconda)
Rodolfo Concordia (Roma)

A cura Comm Rodolfo Concordia * Tel 335-7709516 *

Email: rodolfo.concordia@dconline.info *

Coordinatore della Segreteria Politica Nazionale D.C. *

Segretario Politico Regionale della DEMOCRAZIA CRISTIANA regione LAZIO 

Via Giovanni Giolitti, 335 – CAP 00185 – Roma *

Via Ostia, 28 – CAP 00195 – Roma *

< Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte seconda) >.

In questo scorcio della mia esistenza, io vivo per realizzare un grande sogno e per dare un senso compiuto alla mia vita: la riunificazione dei Partiti, Movimenti ed Associazioni che si richiamano al patrimonio valoriale ed alla storia della Democrazia Cristiana.

Da questo afflato, ho avuto sempre la forza e la convinzione di guardare al domani e di percepire strade non sempre comprese ed accettate, ma spesso rispettate ed alla fine, intraprese come forme di verità per le quali era doveroso impegnarsi e di vivere una esistenza di coerenza.

Infatti, l’attuale rappresentazione partitica è ritenuta da me insufficiente e lontana dal rappresentare le istanze, i bisogni e le aspettative della nostra gente.

La scomparsa nel tessuto connettivo di alcuni termini come solidarietà, sussidiarietà, equità fiscale e giustizia sociale caratterizzano una Società che tende sempre al rispetto dei gruppi più forti ed aggressivi, che nuocciono alle aspirazioni di quelle stratificazioni sociali che vivono ai margini e che invece, hanno il diritto di ricevere dalla classe politica, l’attenzione ed il rispetto che meritano.

La via della giustizia sociale, è il cardine su cui costruire una Città Terrena nella quale, in una visione interclassista, vengono fissate le linee guida di una azione di Governo che sceglie di dare le coerenti risposte.

Ciò è essenziale, a mio avviso, per dare continuità ed al rafforzamento di una Democrazia compiuta che ha come obiettivo l’armonizzazione di una crescita che ha come priorità, la soluzione delle loro esigenze.

Ed obiettivamente, nel tempo dell’oggi e con gli ultimi Governi, ciò non è avvenuto creando i presupposti di azioni violente e fuori dal contesto che possono incrinare il tessuto democratico del Paese.

Non si può e non si deve continuare su questo percorso.

Ed allora, cosa dobbiamo fare e che via indicare per uscire da questa situazione di crisi che il Covid ha solo aggravato ma che già permeava nel tessuto connettivo?

Da ciò risulta evidente che non possono essere gli slogan ed una strumentalizzazione della rabbia morale, ma che abbiamo il bisogno di trascendere ed indicare con chiarezza un percorso ed una strategia che tenda a realizzare un cambiamento di rotta con l’individuazione di un percorso democratico che ridoni la Speranza per la costruzione di una Società con livelli di vita più adeguate ed in linea con i veri bisogni e le aspettative che la parte più sana della Nazione, ci richiede e si aspetta.

E’ una richiesta alla Politica di ridiventare reale strumento di Giustizia e di perseguimento di tali obiettivi sociali e civili. Ma a chi possiamo e dobbiamo rivolgersi per intraprendere questo Cammino e chi sono i referenti a cui rivolgerci?. Forse ai Partiti che quando governano, hanno solo pensato ed agito per soddisfare le richieste del proprio elettorato, dimenticandosi del dovere del Bene Comune?

O a partiti che mai hanno individuato con chiarezza quale Società intendono costruire e non hanno una proposta Programmatica che attiene ai veri bisogni del Paese?

Amici, dobbiamo uscire da uno stallo e da una consuetudine che mortifica l’essere umano e chiarisca con certezza, che il Bene Comune può essere la via, il principio a cui ispirarsi e l’afflato di Valori autentici da cui partire per dare Speranza ad un popolo che soffre.

Usciamo dall’incertezza e dichiariamo ad alta voce che la Democrazia Cristiana esiste e che si ripropone con il suo Patrimonio Ideale, di Valori e con la sua Storia al servizio del Paese ad essere ed a rappresentare la Guida di un Nuovo domani più giusto e confacente alle richieste delle Nuove Generazioni.

Ma per ottenere tutto ciò io credo, è necessario riunificare tutte le realtà, Movimenti, Associazione ed i Partiti che si richiamano ad una Storia gloriosa del Paese.

Le nostre divisioni, i rancori e le aspettative individuali, hanno impedito che riprendessimo ad svolgere il ruolo di guida che il nostro popolo ci richiede ed auspica.

Il tempo dell’oggi, richiede perciò di impegnarci a ridare un senso al nostro impegno politico, trascendendo da ciò che ci divide e privileggiando il bene del Partito e soprattutto quello del Paese.

E’ in tali momenti che i Cattolici devono uscire allo scoperto ed arricchire lo scenario politico di una elaborazione di proposte programmatiche che attengono ai reali problemi della nostra gente che convive in un Aventino che mortifica le aspirazioni e le aspettative di tutto un Popolo che può credere in noi ed elargire il loro consenso.

Basta quindi, continuare a dividerci.

Questa Società e la nostra gente, richiedono certezze per il  Domani ed una Guida sicura per trasformare in realtà le aspettative, i bisognì, che devono avere risposte certe e lungimiranti per assicurare un domani diverso e più ghiusto.

Spetta a noi uscire dallo stato del rancore e definire una strada che ci porti ad una Assemblea Costituente ed a un comune tesseramento, che ridia al Partito il ruolo che la Storia ci assegna.

Il continuare a perpretare nell’atteggiamento rancoroso, annicchilisce la Speranza e mette fine al sogno di un Paese migliore e più giusto. E noi non possiamo eludere la richiesta che il popolo Italiano ci invia.

Mortificheremo il senso, la continuità e la prospettiva di coloro che credono in noi e che ci aspettano in una attesa che non può più essere disattesa perchè è in gioco non solo il bene del Partito ma soprattutto quello del Paese che amiamo e che vogliamo proiettato verso la costruzione di una Società che rimetta l’uomo al centro di una Politica e di una conseguente linea di Governo che interpreti e realizzi il Bene del nostro Popolo.

Ridiamo Luce e Speranza ad un Cammino possibile e che dipende anche dalle nostre azioni, riscoprendo il dovere che spetta ai Cattolici impegnati in Politica di dare un contributo significativo a questo obiettivo in simbiosi con la Storia Gloriosa della Democrazia Cristiana.

****************************************************

Claudio Peppicelli

Si ringrazia il Dott. Claudio Peppicelli (Roma), Segretario regionale del Dipartimento Comunicazione e Marketing della Democrazia Cristiana della regione Lazio, per i post fotogradici da lui creati e che sono stati pubblicati a corredo del presente articolo.

claudio.peppicelli@dconline.info 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it

Pagina facebook: < DemocraziaCristianaOnline > 

****************************************************

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments