Profumo di rose: l’amore è un’anima che abita in due corpi.

Profumo di rose: l’amore è un’anima che abita in due corpi.

A cura di Franco Capanna (Teramo) * Sindacalista, giornalista, scrittore * franco.capanna@dconline.info * franco.capanna@ilpopolo.news 

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it 

www.nuovademocraziacristiana.it 

<  Profumo di rose: l’amore è un’anima che abita in due corpi >.

(Seconda parte del racconto in Civitella del Tronto – Teramo)
Vi andavo spesso con mia moglie, nelle calde serate estive, prima un tumore al seno la portasse via.
Nota per la sua “Fortezza”, un castello borbonico tra i monumenti più visitati d’Abruzzo.
Qui mi rifugiai per cercare battere il dolore insopportabile dormendo sulle panchine o vicino la fontana oppure più in alto tra il boschetto di piante basse come felci, pungitopo, rovi ed alberi alti come faggi e querce dove trovano rifugio scoiattoli, ricci, talpe, donnole, lepri, volpi.
Le preghiere erano ossessive “O Vergine Maria fammi incontrare una persona speciale”.
E mi capitò di incontrai davvero una giovane suora dai capelli color d’oro, vestita di bianco, la quale un giorno si sedette vicino a me.
Sembrava veramente un angelo ed ho sentito avvolgermi da una luce ,una luce che riscaldava la mia anima spenta e inaridita. Sembrava avesse l’aura policroma e avvolta da colori pastello, tutti i colori della natura, della gioia, tutti i colori dell’anima.
Mi sorrideva e sembrava creatura sfuggente più del tempo nel mentre la luna la illuminava d’argento e portava pace alla mia pena nel viso suo che si fece volto di Pierina. Profumava come di rosa nel mentre mi stringeva le mani.
E avvertivo sapore del miele e musica sonora, tangibile come la terra: “non cedere sindacalista, ti sono vicina”.
Successi nel sociale insperati a vantaggio di tanti tribolati, pur io stesso trafitto da spada in pieno petto.
Sino a quando ci sarà qualcuno disposto a credere in te, varrà la pena di combattere affinché la speranza non muoia.
Dalla fontana scorreva acqua come trecce d’argento e sentivo i baci di Pierina che scendevano nella gola al cuore.
” Et in questo di Lionardo vi era ghigno tanto piacevole che era cosa più divina che umano a vederla, et era tenuta cosa meravigliosa, per non essere il vivo altrimenti ” (Giorgio Vasari).
Se bevi alla fontana di Dio alla fine avrai il calcare di Gesù.
<< Be always like the sea, than breaking up against clliffs it finds always the force to try again>>.
<< Sii sempre come il mare che infrangendosi nella riva contro gli scogli trova sempre la forza di riprovare ancora. >>
E tornano i colori e le forme e le note e le emozioni.
La fontana trasporta acqua e nel suo cammino ho trovato Angela, una grazia di Dio che ascoltava il mio grido spaventoso per mancanza di mia moglie e incapace alla solitudine.
Come una immagine divina in riflesso di Pierina e strana somiglianza di Monna Lisa di Leonardo.
Come la Gioconda: stessi capelli lunghi sciolti e pettinati con una scriminatura centrale che ricadono sul collo e sulle spalle e le labbra accennano ad un sorriso.
Stessa semplicità di Monna Lisa che esalta la bellezza naturale a cui evidentemente  non necessita alcun orpello. Le buone donne devono essere come pozzi, la ricchezza hanno dentro la donano poco alla volta.
A Pierina e Angela il mio grazie eterno perché neanche il sole che brilla di luce propria ma si rispecchia nei vostri occhi, mi avrebbe regalato il vostro amore e ho dipinto il cielo,con il vostro respiro ho spezzato le nuvole e messo a tacere il rumore del mare,e con il vostro sorriso non ho avuto più bisogno del sole.
Nella  casa di Angela vi è una fontana sotto ad un tiglio e ella siede spesso presso la sorgente e beve nella fonte.
E’ una storia letta in un vecchio libro dove la protagonista era una principessina. La storia continua. E questo per me, ma anche per te che leggi, e per chiunque.
I ricordi felici del passato costituiscono un’importante riserva energetica cui attingere e permette di riscoprire valori e relazioni che credevamo perduti e che,invece, continuano ad abitare silenziosi nella nostra anima e necessitano essere riportati alla luce.

A cura di Franco Capanna (Teramo) * Sindacalista, giornalista, scrittore * franco.capanna@dconline.info * franco.capanna@ilpopolo.news 

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it * www.nuovademocraziacristiana.it 

******************************************

< IL POPOLO > della DEMOCRAZIA CRISTIANA * Direttore Resp. ANGELO SANDRI *

mail: segreteria.nazionale@dconline.info

* Cell. 342-9581945 * 334-3614005 * 342-1876463 

Direzione e Redazione – Via Giovanni Giolitti num. 335 – cap. 00185 – ROMA

Periodico registrato presso il Tribunale di Bolzano al num. 13/2004 in data 22/11/2004

28 Responses to "Profumo di rose: l’amore è un’anima che abita in due corpi."