LETTERA APERTA ALLA PREMIER GIORGIA MELONI !

LETTERA APERTA ALLA PREMIER GIORGIA MELONI !

A cura di Franco Capanna (Teramo)

franco.capanna@dconline.info * cell. 345-1594496

Sindacalista – Giornalista – Scrittore

Presidente regionale Movimento Seniores della Democrazia Cristiana della Regione ABRUZZO

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< LETTERA APERTA ALLA PREMIER GIORGIA MELONI ! >

La Premier Giorgia Meloni

Gent.ma Premier Giorgia Meloni, per il mese di gennaio 2023 sono previste le riforme delle pensioni e pur coscienti delle risorse non ottimali, ci sembra davvero doveroso ritoccare particolarmente le pensioni minime e di invalidità o Inail.

Già ristabilire perequazioni per contrastare inflazione del 12% e dare possibilità a milioni di famiglie in grave difficoltà.

Capisco che una riforma piena costerebbe 30 miliardi di euro e che tale cifra non è proprio alla portata attuale.

Ma almeno dare una adeguata riforma sociale per contrastare le difficili condizioni economiche di tante famiglie nel quotidiano ci appare cosa buona e giusta.

Ottima l’iniziativa concernente la pensione erogata il primo novembre dunque la evidente comprensione da parte del Governo che si dimostra sensibilie alla tematica sociale.

Sembra banale ma trattamenti pensionistici di 20-50-100 o addirittura oltre in euro sono una sproporzione e non rispetto per disparità di trattamento a milioni di persone che con duri sacrifici hanno “sputato sangue” nei luoghi di lavoro.

Milioni di poveri in più oggi sono la testimonianza di un naufragio sociale e la deviazione della strada come sentiero.

Tantissimi fanno un pasto al giorno per adattabilità alla stasis e obbligatoria una riforma fluttuante.

Cerco scrivere un linguaggio semplice e chiaro e un baricentro leggibile in fluide identità.

Necessario scindere tale status e altre realtà nel mondo ancora più gravi come i milioni in povertà nel mondo che ricadono sulla coscienza esperienziale pessima oltre cattiva di gestioni governative.

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella

Nessuno parla dei milioni di morti recenti in Africa di umani e animali che non sono figli di un Dio minore.

Signora Premier chi scrive non riesce mangiare se prima non dice ” Signore benedici questo cibo e fa che tutti l’abbiano”.

Drammatiche immagini provenienti dal pianeta terra.

Mi è difficilissimo immaginare una professione di inicisività quali siamo ovvero in aspetti crudeli di gratificazioni di tanti che vanno in TV a distribuire metodi nel sociale che ipocrisie innaturali.

Nulla “ad personam” ma il signor Pasquale Tridico, Presidente INPS, si raddoppiava lo stipendio già esoso come tanti altri che percepiscono così tanto da non comprendere io, di estrazione popolare, come gestire anche entrate come 200 milioni di euro l’anno.

Tutto il rispetto per il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e di altri dispensatori di maestrini del nulla, ma è facile fare i saggi come loro fossero entità superiori diverse, ma con stipendi da favola, a fronte di chi non ha né da mangiare, né farmaci salvavita, e per acqua la speranza della pioggia !

Aprire tutte le porte per fare entrare il sole !

 

Scritto da Franco Capanna sindacalista.

 

********************************************************************************************************* 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

********************************************************************************************************* 

 

4.5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Gabriella
Gabriella
28 giorni fa

👏👏

Martino Cristofaro
Martino Cristofaro
28 giorni fa

Benedette parole ma purtroppo al vento😭😭😭😭😭😭

Luigi Petrosino
28 giorni fa

Porgo. I miei complimenti a Franco Capanna per quanto ha scritto a Giorgia Meloni nella sua lettera e sono pienamente d’accordo in quanto ho già scritto le stesse cose a Giorgia Meloni nei giorni scorsi.Sono sicuro che tutte le promesse che soso state fatte saranno mantenute e che i pensionati saranno grati e pronti a ringraziare per quanto sarà fatto per migliorare le loro condizioni precarie ed economiche.Continuiamo a combattere tutti uniti per una Italia migliore .Cordiali saluti a tutti coloro che credono nei valori umani e nella libertà . Petrosino dott Luigi

Franco Capanna
Franco Capanna
28 giorni fa

Grazie dottor Petrosino

mm
Admin

Complimenti a FRANCO CAPANNA per questa Sua bellissima lettera al Premier Giorgia Meloni * da LUIGI BERGAMELLI – cell. 349-3511801).

mm
Admin

Sono perfettamente d’accordo con FRANCO CAPANNA – Complimenti * Da FERDINANDO CELESTE (Reggio Calabria).

Carlos Salvadori
Carlos Salvadori
28 giorni fa

Condivido totalmente queste considerazioni. Non dimenticare MAI i nostri Padri e nostri Nonni, che hanno lavorato per farne arrivare ad avere una famiglia, una vita e un futuro. Siamo NOI adesso a trovare le soluzioni per darli una vitta DEGNA…!!!

Enrico MIGLIARDI
28 giorni fa

Non mi piace il tono ed il messaggio, non si chiede al Premier di fare una cosa buona e si trova la copertura finanziaria, ma si dice un qualcosa di difficile, tanto è solo per criticare.
L’approccio non può essere questo, l’approccio deve essere quello di saper chiedere una cosa, dandone una soluzione.
Per esempio, se si vuol chiedere al Presidente del Consiglio dei Ministri di aumentare le pensioni minime ad € 1.000,00 allora bisogna dargli le risorse economiche e, nel caso in specie, le risorse possono venire dal risparmio che lo Stato può ottenere evitando di spendere enormi risorse economiche per realizzare e la manutenzione le Opere Pubbliche. E come si può fare ? Un metodo semplice ed intuitivo è quello di far realizzare ai privati tutte le Opere Pubbliche che possono avere un canone, attraverso le “concessioni di lavoro” pluriennali, con il metodo del Projet Financing. Questo consentirebbe due obbiettivi: quello di evitare di spendere soldi pubblici e quello di evitare la concussione dei funzionari pubblici durante l’esecuzione dei lavori. Spero di aver chiarito quale dovrebbe essere un approccio chiaro, diretto e trasparente per chiedere qualche cosa a qualcuno, soprattutto se questo qualcuno è il Presidente del Consiglio dei Ministri ed ha il potere di far sì che la richiesta sia attuata.
Ing. Enrico MIGLIARDI.

Franco Capanna
Franco Capanna
28 giorni fa

Ing.Enrico Migliardi in primis un grazie per suo interesse al pezzo in oggetto ma bisogna chiarezze.
Chi scrive non ha chiesto come l’intende lei ma tutto il centrodestra e particolarmente Berlusconi in campagna elettorale prometteva innalzamento delle minime a 1000 euro dunque sua critica non accettabile.
Non so come ha fatto con il suo pieno di critiche ad una lettera alla Premier che educata quanto giusta in rivendicazioni.
Viviamo tempi gravi ,sappiamo tutti, per lievitazioni abnormi di costi che speculatori senza freni hanno come colpi di scure abbattuto le strutture portanti di tutto il mondo e messo in ginocchio le famiglie .
Un solo emblematico: trovarsi una bolletta,per limitarsi,in pagamento di oltre due milioni di euro per energia luce ad azienda e’ roba da internamento psichiatria.
Poi lei pretende che un sindacalista sia parte silente in fatto di pensioni la cosa preoccupa; lei faccia il suo mestiere e io il mio dal momento che al congresso nazionale CISL venni eletto capo lega in federazione nazionale all’unanimità da tutti i partecipanti .
Guardi non creda parli con lei ma per i tanti leggono e la voglia di snobbare il suo intervento non idoneo .
Sono convinto che il governo di centro destra magari si farà parte attiva in ogni direzione ma in caso avverso , cosa escludo , è obbligo un braccio d’urto delle maggiori forze sociali.
A me no piace dare del ‘ lei’ e ti do del tu perché non mi è piaciuto tuo scritto sgradevole che offensivo a milioni di aziende, famiglie e singoli oltre il mio riferimento alla Premier di governi oltraggiosi al loro popolo.
Gli italiani hanno bocciato il PD e Letta dunque severi giusti giudici in una campagna elettorale superficiale e piena di odio anziché proporre soluzioni per risollevare un Paese che hanno ridotto ad un letamaio dove chiunque vagabonda senza documenti e altre aberrazioni.
Vai a Roma visitare le stazioni o in altre città che simili, visita le mura Aureliane dove escrementi a tonnellate e siringhe e la gente terrorizza passare tra disturbatori e ladri.
Parlo di Roma che la mia città.
Ingegne’ stai a cuccia e non dare direttive fai il tuo lavoro e non rompere le scatole a nessuno e a chi scrive che non ha bisogno di maestrini .
Tu non mi conosci e non sai quante battaglie in prima linea tra pericoli e minacce di morte avute per avere dato condizioni a norma a fasce plurime nel sociale da ‘ padroni’ schiavisti.
Comodo vero scrivere senza azione sul campo, e ingegnere, ma nella vita avvolte si incontrano persone sazie di sventure come purtroppo non sfuggono gli umani che peccano ad ogni passo come la lumaca che sbava nel suo incedere.
Venti anni fa persi per cancro la mia giovane e santa moglie e decisi aiutare le fasce svantaggiate e addirittura affrontato alcuni delinquenti che sfruttavano povere donne straniere e dato loro un lavoro onesto.
Piuttosto scrivere tue caxxate fatti uomo e scendi in campo che azione come i cavalieri leggendari e i giusti della terra come gli eroi che hanno salvato migliaia di migliaia di ebrei nella Shoah .
In casa DC vi sono anime molteplici di ogni estrazione sociale e non un movimento dove tutti robot che provvidenziale per una sana e desiderata ripartenza .
NOTA.
LO SCRITTO È FORMA NON MAI RIVOLTO A TALE PERSONA O SINGOLA O CMQ PERSONA CHE SI PERMETTE SQUARCIARE LE LIBERTÀ MA OGNUNO E LIBERO DELLA SUA OTTUSA INADATTABILITÀ MA NON SI PERMETTA MAI A NESSUNO NÉ A CONDIZIONI ESTERNE DEVIAZIONI ALLA STRADA MAESTRA CHE BUSSOLA DI RIFERIMENTO AD UN MONDO MIGLIORE , FARE SEMPRE UN PERCORSO ” IN DIVENIRE” GARANTISCE ANDARE PROGRESSIVAMENTE PIÙ A FONDO NELLA CONOSCENZA DELLA PROPRIA INTERIORITÀ E DI MODELLARE SU DI ESSA – E NON SU OBIETTIVI DEVIANTI DI CONDIZIONI ESTERNE-LA COSTRUZIONE DELLA PROPRIA BIOGRAFIA.