LE GRAVI PROBLEMATICHE SANITARIE NEL COMUNE DI CARIATI (PROVINCIA DI COSENZA) RISCHIANO DI COMPROMETTERE IL COMPARTO TURISTICO IN UNO DEI COMUNI PIU’ BELLI DELLA CALABRIA

LE GRAVI PROBLEMATICHE SANITARIE NEL COMUNE DI CARIATI (PROVINCIA DI COSENZA) RISCHIANO DI COMPROMETTERE IL COMPARTO TURISTICO IN UNO DEI COMUNI PIU’ BELLI DELLA CALABRIA

A cura di Latifa Roccia Aboutaib (Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info * Cell. 324-8087437 * Segretario regionale Vicario del Movimento femminile della Democrazia Cristiana regione Calabria

Latifa Roccia Aboutaib (Cosenza)

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< LE GRAVI PROBLEMATICHE SANITARIE NEL COMUNE DI CARIATI (PROVINCIA DI COSENZA) RISCHIANO DI COMPROMETTERE IL COMPARTO TURISTICO IN UNO DEI COMUNI PIU’ BELLI DELLA CALABRIA >.

 La Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza esprime grande preoccupazione per quanto accaduto nel Comune di Cariati (in provincia di Cosenza) una bella città sulla costa jonica, laddove in piena stagione turistica (7 agosto 2020) è arrivato il divieto di balneazione per un lungo tratto di litorale a causa di gravi problemi sanitari.

Un’immagine di Caraiti (CS) in Calabria, sulla costa jonica

Come se non bastassero le problematiche legate al < Covid 19 > si sono dunque verificate delle indesiderate “esondazioni fognarie” proprio sul bellissimo lungomare di Cariati, addirittura sulla spiaggia, provocando quindi il divieto di balneazione sul tratto di spiaggia tra il lido denominato “Area 51” ed il Torrente Varco.

Non una cosa molto piacevole (per usare un eufemismo) e che non contribuisce certo ad aiutare gli operatori turistici  e quant’altri impegnati in questo settore che costituisce uno dei fattori principali dell’economia della zona.

Cariati: le non piacevoli “esondazioni fognarie” in spiaggia 

Cariati è un Comune della Calabria, in provincia di Cosenza, sulla costa Jonica, che conta all’incirca 8.000 abitanti ma il cui numero d’estate lievita in maniera considerevole per la presenza dei tanti turisti che scelgono questa bellissima località per le loro vacanze.

Anche la Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza eleva dunque la sua voce di protesta per una così grave mancanza di programmazione nella gestione della cosa pubblica, come quella verificatasi nel Comune di Cariati (CS).

Il Segretario regionale della D.C. della Calabria Dott. Franco Zoleo

Non si può certo arrivare al 7 agosto, nel pieno della stagione turistica, per assistere a simili accadimenti che provocano gravissimi danni non solo d’immagine ma anche operativi, visto il divieto di balneazione che colpisce uno dei tratti più belli della costa jonica.

Il Vice-Segretario politico nazionale D.C. Prof. Eraldo Rizzuti (Rende/CS)

I dirigenti della Democrazia Cristiana della provincia di Cosenza rivolgono un accorato appello affinchè le competenti autorità regionali della Calabria e quelle della provincia cosentina intervengano al più presto per poter affrontare l’emergenza nell’immediato e poi si provveda ad una soluzione adeguata e dignitosa che possa salvaguardare gli interessi, saitari ed economici, della popolazione di Cariati (CS).

Di queste gravi problematiche sono stati fatti partecipi anche il Vice-Segretario politico nazionale Prof. Eraldo Rizzuti (Cosenza), sia il Segretario politico regionale della Democrazia Cristiana della Calabria e membro della Direzionenazionale D.C. dott. Francesco Zoleo (Catanzaro).

Gli esponenti politici il quale hanno assicurato il proprio personale interessamento e quello del partito della Democrazia Cristiana sia a livello regionale, che anche a livello nazionale affinchè si possa intervenire adeguatamente e nel più breve tempo possibile per la soluzione dei problemi esistenti.

 

A cura di Latifa Roccia Aboutaib (Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info * Cell. 324-8087437 * Segretario regionale Vicario del Movimento femminile della Democrazia Cristiana regione Calabria

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

Una risposta a "LE GRAVI PROBLEMATICHE SANITARIE NEL COMUNE DI CARIATI (PROVINCIA DI COSENZA) RISCHIANO DI COMPROMETTERE IL COMPARTO TURISTICO IN UNO DEI COMUNI PIU’ BELLI DELLA CALABRIA"