LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI MONDRAGONE CRITICA L’OPERATO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DELLA CITTA’ !

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI MONDRAGONE CRITICA L’OPERATO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DELLA CITTA’ !
Dora Cirulli

A cura di DORA CIRULLI (Roma)

* dora.cirulli@dconline.info * 334-3614005

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI MONDRAGONE CRITICA L’OPERATO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DELLA CITTA’ ! >

Anche la locale sezione della Democrazia Cristiana di Mondragone (importante Comune della provincia di Caserta) esprime la sua protesta per la insostenibile situazione venuta a creare in città e legata ai problemi concernenti lo smaltimento dei rifiuti e che sta assumendo proporzioni sempre più clamorose.

Sotto accusa, evidentemente, la gestione del Sindaco della città dott. Virgilio Pacifico e della sua amministrazione comunale che non è riuscita a far fronte ai problemi esistenti e deficitaria soprattutto nella scelta delle aziende delegate a garantire un servizio così urgente ed indispensabile.

Fatto sta che si è riusciti a far trascorrere ai mondragonesi il peggior Ferragosto degli ultimi trent’anni, sommersi dai rifiuti, in condizioni climatiche davvero torride (ma perlomeno questo non è colpa del Sindaco, ndr).

Angela Palama Esposito

Da qui la richiesta pressante – da parte non solo delle opposizioni consiliari ma di gran parte del mondo politico mondragonese – che il sindaco Virgilio Pacifico prenda atto della situazione, dia le sue dimissioni e metta fine a questa pessima esperienza amministrativa !

L’esponente della Democrazia Cristiana di Mondragone dott.ssa Angela Palma Esposito (Vice-Segretario nazionale organizzativo del Dip. Comunicazione della D.C.) ha sottolineato come questa emergenza rifiuti rientrI in un  contesto generale di gravi criticità che hanno di molto indebolito la posizione di Mondragone nel contesto socio-politico sia della provincia di Caserta che della regione Campania.

Gabriella Strizzi

La perdita di alcuni importanti servizi (dalla Agenzia delle entrate, al presidio di pubblica sicurezza, all’ufficio dell’Enel) particolarmente utili ala cittadinanza è ormai un dato acquisito, a cui purtroppo potrebbero aggiungersene altri nel settore socio-sanitario. Una situazione davvero penalizzante a cui questa Amministrazione Comunale non sembra in grado di poter far fronte !

Interviene anche il Segretario politico nazionale Vicario della Democrazia Cristiana prof.ssa Gabriella Strizzi (Ancona) sottolineando l’importanza che l’opinione pubblica mondragonese si faccia portavoce di quelle esigenze ritenute indispensabili per la comunità locale con azioni mirate che ottengano di scuotere il cosiddetto “Palazzo” che sempre più appare molto distante dai bisogni della gente.

 

A cura di DORA CIRULLI (Roma) * dora.cirulli@dconline.info * 334-3614005

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Alessandro Pinto
Alessandro Pinto
3 anni fa

Sempre criticare, senza proporre alternative non rappresenta un modo costruttivo di fare politica. Occorre conoscere il territorio, confrontarsi con le varie comunità presenti e fare “Proposte Costruttive e Condivise”. La semplice constatazione di una situazione di emergenza non giustifica l’esaltazione della voce della D.C.
Spero che questa espressione libera di pensiero non venga oscurata, ma rappresenti uno stimolo per agire concretamente.
Cordialmente. A. Pinto

luca
luca
3 anni fa

caro Alessandro non sono d’accordo. intanto i fatti si denunciano poi i soggetti apicali si muoveranno di conseguenza.
ciao

Alessandro Pinto
Alessandro Pinto
3 anni fa

Caro Luca, voler evidenziare un disservizio è un modo semplice di affrontare la realtà. Si da il caso che la Dott.ssa Angela Palma Esposito, che ha evidenziato questa situazione e cioè sottolineando nell’articolo questa emergenza, è di per sé un apicale della D.C. Diverso sarebbe stato se si fosse fatta una proposta, su base tecnica di fattibilità. Ma ciò sarebbe stato chiedere troppo a un apicale della D.C. di Sandri. Diversamente sulla base di questa incresciosa situazione, a discapito della salute della popolazione, proporre un incontro con la cittadinanza e con tecnici per ricercare soluzioni, come dicevo, sulla base di fattiva realizzazione, poteva rappresentare un’ottima occasione di far conoscere la presenza della D.C., attenta a queste realtà emergenziali, in un contesto comunale. Cordialmente. A. Pinto Ciao