Il Dipartimento per la tutela dei Diritti civili della Democrazia Cristiana contro il “Vanna Marchi” della politica italiana !

Il Dipartimento per la tutela dei Diritti civili della Democrazia Cristiana contro il “Vanna Marchi” della politica italiana !

A cura di Antonino Tony Giannone (Lodi) * antonino.tony.giannone@dconline.info e di Mario Arena (Milano) * mario.arena@dconline.info

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

Pagina fb de IL POPOLO < IlPopopolo.News >

Pagina fb DEMOCRAZIA CRISTIANA < DemocraziaCristianaOnline.it >

< Il Dipartimento per la tutela dei Diritti civili della Democrazia Cristiana contro il “Vanna Marchi” della politica italiana ! >

Il Premier Giuseppe Conte

Gentili lettori, nelle nostre rispettive qualità di Segretario Nazionale del Dipartimento per la tutela dei Diritti Civili della Democrazia Cristiana e di Presidente nazionale dello stesso, siamo rimasto quantomeno stupiti dinanzi all’ultimo discorso del Premier Giuseppe Conte.

Come si può presentare ai cittadini un Decreto di 464 pagine (frutto del lavoro di ben 450 esperti, quindi una pagina circa per ogni esperto) tanto lungo e farraginoso, di cui nessuno ha capito quasi nulla ?

A fronte di un’ottima presentazione che io definirei da “telemarketing” fatto dal “Vanna Marchi” della politica italiana, permangono nel concreto notevoli difficoltà per chi dovrà adeguare negozi, bar, ristoranti, aziende e attività di ogni tipo, nonché la discordanza con le promesse non mantenute, come per esempio quella relativa alla Cassa Integrazione, non ancora arrivata, nonostante gli altisonanti precedenti proclami.

Antonino Tony Giannone (Lodi)

Questa non è certo una politica al servizio del cittadino, ma unicamente il voler perpetuare una presa in giro che noi come Democrazia Cristiana ci proponiamo fermamente di poter eliminare.

Fermo restando il nostro concetto di solidarietà umana che non deve mai mancare, troviamo inoltre che sarebbe stato prioritario colpire pesantemente lo sfruttamento e il caporalato, anziché approfittare di una pandemia per regolarizzare ben 650.000 clandestini in questo difficile momento, unicamente per procurarsi futuri nuovi voti che gli elettori esasperati, non sono più disposti a elargire a venditori di fumo e parolai senza competenza.

In quanto credenti, non tolleriamo più un governo che permette a soli 15 familiari di seguire la cerimonia funebre di un loro caro defunto, ma chiude un occhio (ed anche tutti e due) dinanzi ad altri tipi di assembramento che ognuno di noi ha potuto chiaramente vedere di recente nei social e in TV.

Mario Arena (Milano)

Non ultimo, l’inguardabile show all’arrivo della cooperante liberata di recente, dove le misure di contenimento sono state deliberatamente dimenticate a favor di telecamera.

Il M5S ha ampiamente dimostrato di essere praticamente una costola del PD, totalmente asservita alla sinistra, nemica da sempre della libera impresa e per questo noi invitiamo i numerosi votanti delusi, che avevano scelto questo partito come gesto di protesta e speranza di di rinnovamento, a tesserarsi con la Democrazia Cristiana, affidandosi ad un Partito che si occuperà nel concreto di risolvere le problematiche che gli attuali governanti sanno solo ignorare e rinviare.

Inoltre non possiamo dimenticare che prima della pandemia, tutti i governi di centrosinistra hanno improntato i loro programmi su una politica del rigore, affossando l’economia e colpendo i lavoratori ed è per questo che auspichiamo di ottenere la fiducia dell’elettorato deluso e abbandonato: l’Italia ha bisogno di un’immediata inversione di tendenza a tutto tondo !

Concludiamo ponendo l’accento sui pagamenti rinviati al 1 settembre: com’è possibile supporre che dopo mesi di obbligata chiusura ed una ripresa a ritmo forzatamente ridotto, gli Italiani riescano a saldare tra soli tre mesi, migliaia di euro di costi arretrati ?

È dovere dell’Unione Europea  aiutarci e non occuparsi unicamente delle richieste di Francia e Germania. Purtroppo è sotto gli occhi di tutti che i nostri rappresentanti a Bruxelles non hanno saputo adeguatamente tutelarci, né tantomeno farsi valere.

Ripetiamo che chiediamo con insistenza i vostri numerosi tesseramenti proprio per offrire il nostro appoggio a tutti i cittadini e siamo certi che sapremo dimostrare come la fiducia in noi riposta sia stata scelta adeguata nel solco della importante tradizione della D.C. al servizio del nostro Paese.

Vi aspettiamo e Vi inviamo un abbraccio virtuale !

A cura di Antonino Tony Giannone (Lodi) * antonino.tony.giannone@dconline.info * cell. 334-1857270 e di Mario Arena (Milano) * mario.arena@dconline.info

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *