Dalla Russo “con amore”: botta e risposta in tempo reale con la Segreteria nazionale D.C. nell’era della telematica !

Dalla Russo “con amore”: botta e risposta in tempo reale con la Segreteria nazionale D.C. nell’era della telematica !
Angelo Sandri (Udine)

A cura di Dott. Angelo Sandri (Cervignano del Friuli/Udine) –

segreteria.nazionale@dconline.info * Cell. 342-0581946 *

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana e Direttore Responsabile de IL POPOLO della Democrazia Cristiana.

www.ilpopolo.news * 

www.democraziacristianaonline.it *

**********************************************************

< Dalla Russo “con amore”: botta e risposta in tempo reale con la Segreteria nazionale D.C. nell’era della telematica ! >

Una volta si diceva (ma credo che lo si dica ancora) che è “il bello della diretta” ossia il poter anche commentare a caldo fatti e avvenimenti che sono appena accaduti.

Il nuovo Segretario elettorale della Democrazia Cristiana di Taranto Enzo Patruno

E così avviene che il Sig. Enzo Patruno (di Taranto) con lettera di incarico di cui protocollo numero 173/2020, di data 29 ottobre 2020, viene nominato Segretario Elettorale comunale della Democrazia Cristiana del Comune di Taranto.

La notizia dell’incarico – come solitamente avviene per tutti coloro che assumono un ruolo di responsabilità all’interno del partito della Democrazia Cristiana – viene propagandata sui vari social a disposizione della D.C. (facebook, whats app, instagram, twitter, linkedin), nonchè sul sito internet ufficiale della Democrazia Cristiana di cui all’indirizzo www.democraziacristianaonline.it.

Il nuovo Segretario politico comunale della D.C. di Taranto Avv. Giulio Maria Giannico

Orbene – per eccesso di zelo – oltre al Comune di residenza del Sig. Enzo Patruno, viene indicata anche la frazione del Comune di Taranto in cui egli risiede e l’ignaro Segretario politico nazionale della D.C. Angelo Sandri, dopo aver colloquiato telefonicamente con il diretto interessato, indica anche la frzione del Comune di Taranto dove Enzo Patruno risiede, riportando il nome di Scalzano, invece che quello  giusto di Talsano.

E qui scoppia lo “scandalo”, riportato sui social con relativa prontezza dalla Dott.ssa Patrizia Russo (di Taranto), già Vice-Segretario nazionale del Dipartimento Sport ed Attività sociali della D.C. e componente del Consiglio nazionale e della Direzione nazionale della Democrazia Cristiana italiana.

La Dott.ssa Patrizia Russo ( a dx) accanto alla Prof.ssa Graziella Arcuri (entrambe di Taranto, si presume città, non riferite ad alcuna frazione)

<< Carissimi, desidero condividere con voi le cognizioni geografiche e politiche del Segretario nazionale D.C. Angelo Sandri.

Tra le centinaia di “generali” e “regnanti ” che quotidianamente lo impegnano, oggi ha nominato un tale Enzo Patruno, quale Segretario elettorale della D.C. del Comune di Taranto, perché residente nella frazione di Scalzano.

Si dà il caso che Scalzano non esiste in tutta Taranto e provincia.

invece Scanzano Jonico, ma è un paese e non una frazione, ma si trova in provincia di Matera in Basilicata.  Siamo abbastanza scarsi in geografia !

La Rag.ra Clara Funiciello, già Vice-Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana italiana.

E mi permetto di suggerire a persone acculturate che sono state citate in detta nomina, di ritirare la firma.

Non Vi consiglio di essere a portata di voce con Sandri, rischiereste di trovarvi “Re delle Indie” oppure “Principessa di Casador”. >>

Dicevamo con relativa prontezza, in quanto già un paio d’ore prima della vivace “reprimenda” della Dott.ssa Patrizia Russo, l’errore (riconosciuto) era stato già prontamente corretto, in quanto evidenziato dallo stesso Segretario politico comunale della D.C. di Taranto Avvocato Giulio Maria Giannico e che opportunamente aveva inviato un SMS per sollecitare la correzione.

Ma siccome riteniamo l’errore del tutto veniale e non crediamo che la Dott.ssa Patrizia Russo ( e suoi probabili suggeritori) abbiamo una così grande pulsione per la geografia e la toponomastica in generale (o perlomeno non tale da giustificare uno zelo così ragguardevole), volevamo fare alcune precisazioni di carattere politico in merito alla vicenda.

Benvenuti a Talsano (Comune di Bari)

Apprendiamo da Wikipedia che Talsano è una “borgata” del Comune di Taranto che si estende a sud-est del Comune capoluogo di provincia. Dopo il riordino delle suddivisioni amministrative, è stato inserito nella circoscrizione < TreTerre > a cui appartengono – oltre a Talsano – anche San Vito e Lama.

– osserva la stessa Wikipedia – è errato definirli come quartieri, poiché assumono una conformazione di veri e propri paesi.

Una immagine dall’alto di Talsano (Taranto)

Dal punto di vista architettonico infatti Talsano assume caratteristiche differenti dalla città di Taranto, paragonabile invece a piccoli Comuni del centro e basso Salento.

Appartengono a Talsano le contrade di San Donato, Palumbo, Sanarica, Tramontone e il tratto di costa della nota cosiddetta “Litoranea Salentina”, che è posizionata fino al Comune di Leporano.

Lo splendido mare godibile a Talsano

Si arriva così ad una popolazione di circa 50.000 abitanti per tutta la circoscrizione.

Abbiamo già precisato che l’errore che tanto ha sconvolto la Dott.ssa Patrizia Russo …. era già stato corretto un paio d’ore prima rispetto alla sua esternazione.

Esso infatti ci era stato tempestivamente segnalato via SMS dall’attuale Segretario politico della Democrazia Cristiana di Taranto Avvocato Giulio Maria Giannico.

La vivace protesta da parte di Talsano verso l’Amministrazione comunle di Taranto

Quindi l’ironia della Dott.ssa Patrizia Russo appare palesemente fuori posto per il fatto di esternare in modo tardivo rispetto alla correzione dell’errore di cui trattasi (avvenuto alle ore 18.00, mentre il suo post è delle ore 19.50, NDR)

A prescindere da questo aspetto, va comunque sottolineata la notevole e palese irrilevanza sia politica che giuridica della osservazione di cui trattasi.

Posto anche che la citata frazione di Taranto sia stata menzionata in maniera errata, non cambia di sicuro il Comune di cui si sta parlando, ossia il Comune di Taranto, indicazione che è del tutto preponderante sia dal punto di vista politico che giuridico.

Ma sull’istituto delle < nomine > all’interno della Democrazia Cristiana val la pena di spendere ancora due parole. Previsto da sempre dallo Statuto della Democrazia Cristiana e dai Regolamenti attuativi dello stesso (cfr sito internet www.democraziacristianaonline.it ) l’istituto della nomina in termini ancora più “vigorosi” è stato introdotto per la prima volta in tempi di < Resistenza democristiana > dal XXI Congresso nazionale della D.C. svoltosi a Milano (Hotel Gallia) agli inizi del mese di febbraio del 2009.

Da allora detta delibera è stata riapprovata (all’unanimità) sia dal XXII Congresso nazionale della Democrzia Cristiana svoltosi a Perugia nei giorni 14 e 15 dicembre 2013, sia del XXIII Congresso nazionale della Democrazia Cristiana svoltosi a Roma nei giorni 8 e 9 luglio 2017.

Sulla sua validità giuridica non vi è dunque alcun ombra di dubbio !

Ma è del tutto evidente – è bene sottolinearlo – anche l’efficacia politica ed organizzativa che deriva- con trutta evidenza – da un meccanismo che permette l’estendersi a macchia d’olio, su tutto il territorio nazionale, di un’assunzione di responsabilità da parte di centinaia di dirigenti che si mettono a disposizioe del partito dello scudocrociato per rilanciare la sua presenza, politica ed organizzativa, su tutto il territorio nazionale.

L’intervento di Angelo Sandri ad una Direzione nazionale della Democrazia Cristiana svoltasi a Roma (luglio 2020)

Ed il tutto finalizzato al potenziamento delle operazioni di tesseramento al partito per l’anno di competenza ed alla convocazione delle Assemblee congressuali per l’elezione diretta dei dirigenti dalle Democrazia cristiana al proprio livello di competenza, così come previsto dallo Statuto vigente della D.C.

Orbene non si capisce davvero come una persona che si professa democratico cristiana, che dovrebbe essere ben del progressivo aumento di persone disponibili alla “causa democristiana”, invece se ne dolgo, quasi che la sua speranza è che la Democrazia Cristiana, decresca invece di aumentare continuamente ed irrobustirsi vieppiù. Non capisco proprio !

In ogni caso – in merito alla annotazione della Dott.ssa Patrizia Russo – essendo il sottoscritto dichiaratamente un Segretario politico della D.C. ad impronta nazional popolare < aborro > nomine ad ispirazione monarchica, essendo infatti palesemente pro Repubblica.

Il principe Antonio De Curtis (in arte Totò) nella sua famosissima interpretazione de < Il Principe di Casador >

Inoltre ho avuto modo di verificare personalmente se Casador sia un Comune oppure comunque una frazione esistente tra i Comuni della provincia di Taranto, al fine di esaminare la posssibilità di potervi eventualmente istituire – sul suo territorio – una specifica sezione della Democrazia Cristiana.

Ma purtroppo Casador non appare in elenco tra i Comuni facenti parte della provincia di Taranto ed in cui è ripartito il territorio della provincia stessa.

L’istanza della Dott.ssa Patrizia Russo (Taranto) pertanto non può purtroppo essere accolta !

 

***********************************************************************

A cura di Dott. Angelo Sandri (Cervignano del Friuli/Udine) –

segreteria.nazionale@dconline.info * Cell. 342-0581946 *

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana e Direttore Responsabile de IL POPOLO della Democrazia Cristiana.

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments