APPELLO DELLA F.I.S.M. AI CANDIDATI ALLE ELEZIONI POLITICHE DEL 25 SETTEMBRE 2022 PER SOSTENERE LA SCUOLA DELL’INFANZIA PARITARIA

APPELLO DELLA F.I.S.M. AI CANDIDATI ALLE ELEZIONI POLITICHE DEL 25 SETTEMBRE 2022 PER SOSTENERE LA SCUOLA DELL’INFANZIA PARITARIA
Ildebrando Lava (Venezia)

A cura di Ildebrando Lava (Musile di Piave/provincia di Venezia)

ildebrando.lava@dconline.info * cell. 329-7711520 *

Segretario provinciale del Dipartimento Economico-Produttive e Problematiche del Lavoro della provincia di Venezia

Componente il Consiglio nazionale della Democrazia Cristiana italiana

< APPELLO DELLA F.I.S.M. AI CANDIDATI ALLE ELEZIONI POLITICHE DEL 25 SETTEMBRE 2022 PER SOSTENERE LA SCUOLA DELL’INFANZIA PARITARIA >

La F.I.S.M. (Federazione Italiana Scuole Materne) ha proposto a livello nazionale ai Candidati alle Elezioni Politiche 2022 di Camera e Senato la sottoscrizione del documento allegato.

<< Chiediamo ai Candidati un impegno specifico per la Scuola dell’Infanzia Paritaria su alcuni temi particolarmente sensibili per le nostre scuole dove quotidianamente vengono accolti i bambini 0-6 anni affidati dai loro giovani genitori.

< ELEZIONI POLITICHE 25 settembre 2022 >

In occasione delle elezioni politiche del 2022 per l’elezione del Parlamento Italiano, Camera e Senato, considerato che il D.Lgs n. 65/2017 prevede l’istituzione del Sistema Nazionale Integrato di Educazione ed Istruzione di cui le Scuole Paritarie FISM fanno parte, la/il sottoscritta/o Candidato alle Elezioni Politiche del 2022 si impegna:

– ad attivarsi affinché sia garantita la gratuità per la frequenza alle scuole d’infanzia paritarie, per il segmento 3-6, così come attualmente previsto per l’offerta pubblica in capo allo Stato (Statale), ai Comuni (fiscalità locale), ma non per quella delle scuole paritarie;

– ad intraprendere iniziative per il raggiungimento della generalizzazione e gratuità e per tutte le famiglie dell’accesso alla scuola d’infanzia superando il concetto di costo storico in termini di investimenti per passare a quello del raggiungimento dei fabbisogni standard, colmando il forte divario nord-sud e centro-periferia e puntando all’approvazione dei livelli essenziali delle prestazioni in campo di educazione ed istruzione per l’intero segmento 0-6;

– a promuovere la sottoscrizione di una convenzione pluriennale tra il Ministero dell’Istruzione e le scuole paritarie d’infanzia non profit in quanto parte fondamentale del sistema integrato nazionale di educazione ed istruzione di cui al D.Lgs 65/2017 con finanziamenti certi e serrata co-progettazione per la generalizzazione del servizio anche in aree e settori svantaggiati del Paese;

sollecitare l’attuazione con decreto legislativo delle previsioni di cui all’art. 2 della Legge “Family Act” per il tramite della attuazione delle previsioni di delega normativa in materia di servizi educativi e scuole d’infanzia;

– promuovere l’incremento della destinazione del fondo 0-6 alle scuole paritarie d’infanzia non profit;

– incrementare la linea di finanziamento introdotta con il fondo di solidarietà comunale rivolto all’implementazione degli obiettivi d’incremento nell’immediato dei posti disponibili con i servizi presenti sul territorio comunale in relazione all’offerta educativa nell’ambito 0-3 (Nidi d’Infanzia e Servizi Educativi);

– attivarsi affinché siano attuati provvedimenti atti a garantire il reclutamento di personale insegnante presso le Scuole dell’Infanzia Paritarie ed i Servizi Educativi Integrati >>.

Anche la Presidenza regionale della F.I.S.M. del Veneto si è resa promotrice al fine di divulgare questo testo chiedendo di diramarlo a tutti i candidati in Italia e per poterli sensibilizzare a queste importanti problematiche.

Riportiamo a titolo di esempio alcuni dati riguardanti la situazione nel Veneto.

I numeri delle scuole/asili nido paritari esistenti nel  Veneto:

  • 1.000 scuole dell’infanzia (3-6 anni) e 500 servizi educativi (0-3 anni)
  • nel 50% dei Comuni veneti esistono le sole scuole paritarie dell’infanzia
  • 76.000 bambini 3-6 anni ossia il 64% dei bambini veneti
  • 27.000 bambini 0-3 anni accolti in sezioni primavera, asili nido e nidi integrati
  • oltre 6.000 dipendenti a cui si aggiungono circa circa 3.000 volontari
  • scuole di comunità e no profit, veri esempi di sussidiarietà
  • se il costo dell’istruzione dei bambini veneti frequentanti le scuole paritarie dell’infanzia fosse sostenuto interamente dallo Stato: costo (sottostimato) bambino infanzia statale 5.800 €/anno x 76.000 bambini 3-6 anni paritari veneti = 440 ml €/anno (vs 320 mil/anno che lo Stato dedica in tutta Italia ai 500.000 bambini delle scuole paritarie dell’infanzia)

Il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana Dott. Angelo Sandri (Cervignano del Friuli/provincia di Udine), candidato nella Lista < NOI DI CENTRO – EUROPEISTI > nel collegio plurinominale del Friuli Venezia Giulia alla Camera dei Deputati oltre a sottoscrivere il predetto documento si è impegnato a divulgare all’interno del partito della < DEMOCRAZIA CRISTIANA > e tra tutti i candidati alle Elezioni politiche del 25 settembre p.v. invitandoli ad aderire a questa importante iniziativa.

Anche il Presidente di Unione Cattolica Italiana Sen. Angelo Presutti, partito unito alla D.C. da un recente accordo politico/elettorale, ha aderito a all’iniziativa.

*****************************************************************************************************

I vari candidati che volessero aderire ad essa, sono pregati di sottoscrivere il documento e di inviarlo anche via mail alla Presidenza naz.le della F.I.S.M.

 

Io Sottoscritta/o ____________________________________ candidata/o alle Elezioni Politiche del 25/09/2022 nel collegio ( ) uninominale – ( )

 

plurinominale, della Provincia di _________________________________ mi impegno a promuovere le iniziative in premessa citate a sostegno

 

delle istanze sopra proposte dalla FISM (Federazione Italiana Scuole Materne). e-mail del candidato: __________________________

 

*************************************************************************************

Il documento dunque – debitamente sottoscritto – può essere inviato alla Presidenza nazionale della F.I.S.M. (Federazione Italiana Scuole Materne).

Un tanto all’indirizzo della sua sede nazionale sita a Roma, in Via della Pigna n. 13/a (CAP 00186) oppure tramite mail indirizzata a < fismnazionale@fism.net.it >.

*************************************************************************************

 

 

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Franco Capanna
Franco Capanna
6 giorni fa

Ottimo articolo sui bambini!