VANGELO DEL GIORNO – Mercoledì 27 Giugno 2018

VANGELO DEL GIORNO – Mercoledì 27 Giugno 2018

« Signore, da chi andremo ? Tu hai parole di vita eterna » Gv 6,68

Mercoledì della XII settimana delle ferie del Tempo Ordinario

Santo(i) del giorno : S. Cirillo di Alessandria, vescovo e dottore della Chiesa, B. Marguerite Bays, terziaria francescana (1815-1879)

Meditazione del giorno – Beato Columba Marmion : “Dai loro frutti li riconoscerete”

       ********************************************

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 7,15-20.

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi?
Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni.
Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco.
Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere».

Traduzione liturgica della Bibbia

       ********************************************

Meditazione del giorno: Beato Columba Marmion (1858-1923), abate
L’unione a Dio in Cristo, dalle lettere di direzione di Don Marmion

“Dai loro frutti li riconoscerete”

In ogni anima sono tre gli spiriti che tendono al controllo. Lo spirito di falsità e blasfemia che fin dall’inizio suggerisce sempre il contrario di quanto Dio soffia all’orecchio. C’è lo spirito del mondo che ci induce a giudicare le cose secondo i sensi e la prudenza della carne. “La sapienza di questo mondo è stoltezza davanti a Dio” (1Cor 3,19).

C’è lo Spirito di Dio che ci ispira sempre di elevare il cuore sopra la natura (“Sursum corda”*) e di vivere di fede (“Il mio giusto vivrà mediante la fede” Eb 10,38). Questo Spirito ci spinge senza posa verso una fede che ama semplicemente e verso l’abbandono di sé nelle mani di Dio. Ci riempie di “pace e gioia nella fede” (Rm 15,13) e produce i frutti di cui parla san Paolo. Nostro Signore ha detto: “Riconoscerete questi spiriti dai frutti” che producono nella vostra anima.

Vi raccomando una grande fedeltà ai movimenti dello Spirito Santo. Il vostro battesimo, la confermazione lo hanno stabilito come fontana vivente nella vostra anima. Ascoltate i suoi bisbigli e mettete subito in fuga la altre ispirazioni. Se conservate questa fedeltà, poco a poco lo Spirito divino diverrà la vostra guida e vi porterà con Lui nel seno del Padre.

* “Sursum corda”: “Eleviamo il cuore”, nella liturgia introduzione al prefazio

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments