UNA INTENSA “TRE GIORNI” DI LAVORO HA PERMESSO AL COMITATO POLITICO-GIURIDICO E PER LE GARANZIE STATUTARIE DELLA D.C. DI RICOSTRUIRE IL PERCORSO DI LEGITTIMAZIONE SPETTANTE ALL’ATTUALE DEMOCRAZIA CRISTIANA.

UNA INTENSA “TRE GIORNI” DI LAVORO HA PERMESSO AL COMITATO POLITICO-GIURIDICO E PER LE GARANZIE STATUTARIE DELLA D.C. DI RICOSTRUIRE IL PERCORSO DI LEGITTIMAZIONE SPETTANTE ALL’ATTUALE DEMOCRAZIA CRISTIANA.

< UNA INTENSA “TRE GIORNI” DI LAVORO HA PERMESSO AL COMITATO POLITICO-GIURIDICO E PER LE GARANZIE STATUTARIE DELLA D.C. DI RICOSTRUIRE IL PERCORSO DI LEGITTIMAZIONE SPETTANTE ALL’ATTUALE DEMOCRAZIA CRISTIANA >.

 Il Presidente nazionale Vicario del Comitato politico-giuridico e per le Garanzie Statutarie del “PARTITO DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA”, (con sede in Roma – cap 00185 – al Via Giovanni Giolitti n. 335) Geom. Giovanni Monorchio (Macerata), nel corso di una intensa “Tre giorni” di lavoro svoltasi in Friuli, ha potuto ricostruire – dopo attenta verifica documentale che è stata presa in carico dal Comitato stesso – il percorso politico/giuridico che attesta la legittimazione della attuale Democrazia Cristiana e che scaturisce dal Congresso nazionale della D.C. svoltosi a Perugia nei giorni 14 e 15 dicembre 2013, in ossequio al disposto della Sentenza della Corte di Cassazione a sezioni unite del dicembre 2010 in cui si sanciva – in maniera inappellabile – la persistenza in vita della Democrazia Cristiana storica.

ANGELO SANDRI

Presenti ai lavori della “Tre giorni” anche il Dott. Angelo Sandri (Udine), riconfermato nella carica di Segretario politico nazionale della D.C. nell’ultimo XXIII Congresso tenutosi a Roma nei giorni 8 e 9 Luglio 2017, nonché il Segretario politico nazionale Vicario Prof.ssa Gabriella Strizzi (Ancona) ed in costante collegamento con il Segretario amministrativo nazionale Geom. Gianfranco Melillo (Trieste), legale rappresentante del partito ai sensi delle nome del vigente Statuto del partito della Democrazia Cristiana e con l’Avvocato Antonio Todisco (Avellino) che segue da anni le vicende giuridiche del partito dello scudocrociato.

GIOVANNI MONORCHIO
GABRIELLA STRIZZI

A conclusione di un travagliato iter giudiziario, iniziatosi con l’atto di citazione del settembre 2002 al Tribunale civile di Roma a firma di Angelo Sandri, Carlo Senaldi e Giancarlo Travagin (con l’assistenza dell’Avv. Bruno Panizzo, del Foro di Udine), così come deliberato dalla Assemblea nazionale degli iscritti 1992/1993 svoltasi a Roma (Hotel Palatino) nei giorni 3 e 4 luglio 2002, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite, con sentenza n. 25.999 del 23 dicembre 2010 ha confermato la validità della Sentenza della Corte d’Appello di Roma n. 1305/2009 del 23.03.2009 con la quale è stato riconosciuto che lo storico Partito della DEMOCRAZIA CRISTIANA fondato da Don Luigi Sturzo, Alcide De Gasperi ed altri,  non ha mai cessato la propria attività.

GIANFRANCO MELILLO
AVV. A. TODISCO

Conseguentemente a tale pronunzia, il XXII Congresso della DEMOCRAZIA CRISTIANA si è svolto a Perugia nei giorni 14 e 15 Dicembre 2013 ed ha radunato nelle forme previste dal vigente Statuto della Democrazia Cristiana, tutti gli iscritti alla Democrazia Cristiana 1992/1993 disponibili all’uopo opportunamente convocati, così come gli iscritti alla Democrazia Cristiana aventi diritto di elettorato attivo e passivo secondo le norme del vigente Statuto della Democrazia Cristiana.

Detto XXII Congresso nazionale  ha eletto proprio Segretario Politico Nazionale il Dott. ANGELO SANDRI, poi riconfermato nella carica nell’ultimo XXIII Congresso di Roma dell’ 8 e 9 Luglio 2017.

Gli atti congressuali relativi al XXII Congresso nazionale della Democrazia Cristiana svoltosi a Perugia nei giorni 14 e 15 dicembre 2013 sono stati registrati presso l’Agenzia delle Entrate, Ufficio territoriale di Roma 1, nel gennaio 2014, quale partito politico con sede legale allora a Roma, in piazzale Clodio n. 14 (cap. 00195) e con sede organizzativa sempre a Roma, in Via Ostia n. 28 (cap. 00195).

Presso lo Studio del Notaio dott. Angelo Gaglione – in Roma – novembre 2015

La situazione politico-giuridica della Democrazia Cristiana, alla luce del travagliato iter avvenuto dal gennaio 1994 in poi, sino al procedimento summenzionato e le relative sentenze del Giudice monocratico del Tribunale di Roma (cd sentenza Manzo del 2006),  della Corte d’appello di Roma (sentenza del 2009) e della Corte di Cassazione a sezioni unite (sentenza del 2010), è stata oggetto di atto notorio attestante la continuità e permanenza in essere del partito politico della Democrazia Cristiana mai sciolta, atto redatto in presenza del Notaio Angelo Gaglione, con studio in Roma, Viale nel novembre 2015, di cui al repertorio n. 117.552 – raccolta numero 15.871, a firma dei dirigenti apicali della Democrazia Cristiana Angelo Sandri (Udine), Franco De Simoni (Roma) e Silvestro Sando (Roma).

Gaglione – in Roma – novembre 2015 
Presso lo Studio del Notaio Angelo 

Lo Statuto della Democrazia Cristiana, quale vigente alla data odierna, ha formato oggetto di apposita certificazione notarile (Repertorio numero 116570, in data 6 maggio 2015, presso il Notaio Angelo Gaglione, con studio in Roma, Viale Gioacchino Rossini n. 26, quale estratto dalle pagine 5 (cinque) e seguenti fino alla pagina 32 (trentadue) del periodico denominato “Il Popolo della Democrazia Cristiana” (regolarmente registrato presso il Tribunale di competenza in data 22 novembre 2004) del numero 3 del 16 marzo 2005, così come esibito al predetto notaio.

XXII Congresso nazionale della Democrazia Cristiana a Perugia 14 e 15 dicembre 2013

Per quanto sopra esposto, il PARTITO DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA E’ L’UNICO SOGGETTO POLITICO LEGITTIMATO ad utilizzare il nome di “DEMOCRAZIA CRISTIANA” ed il simbolo dello scudocrociato con la scritta “LIBERTAS” sulla banda orizzontale della croce, ed è attualmente politicamente rappresentato dal Segretario Politico Nazionale, Dott. Angelo Sandri;

Che qualunque altro soggetto, persona fisica giuridica, associazione e quant’altro è espressamente diffidato dall’utilizzare tali denominazione e simbolo e maggiormente dal porre in atto e/o proseguire azioni di disturbo del regolare svolgimento della vita politica del partito che verranno perseguite in tutte le sedi Giudiziarie competenti.

ANGELO SANDRI (Udine)

GIOVANNI MONORCHIO (Macerata)

GABRIELLA STRIZZI (Ancona)

GIANFRANCO MELILLO (Trieste)                      

Avv. ANTONIO TODISCO (Avellino)                      

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments