UN VIOLENTO INCENDIO HA DANNEGGIATO GLI STUDI CINEMATOGRAFICI DI CINECITTA’ A ROMA: COLPITA IN PARTICOLARE L’AREA DELLA “ANTICA ROMA”.

UN VIOLENTO INCENDIO HA DANNEGGIATO GLI STUDI CINEMATOGRAFICI DI CINECITTA’ A ROMA: COLPITA IN PARTICOLARE L’AREA DELLA “ANTICA ROMA”.

www.ilpopolo.news * di MIOARA DONE *

Non si è ancora spento l’eco della notizia che nella notte tra venerdì 6 e sabato 7 luglio 2018 un violento incendio è divampato all’interno degli studi cinematografici di Cinecittà, a Roma. In particolare le fiamme sono divampate all’interno degli storici “Studios”, coinvolgendo anche l’area situata sul lato di via Vincenzo Lamaro.

L’intervento di ben sei squadre dei Vigili del fuoco del Comando di Roma, supportate da alcune autobotti, ha permesso di limitare i danni causati dal grave incendio.

Le fiamme hanno distrutto gran parte del <set permanente di Roma antica>, che era stato creato nel 2005 per la serie della Hbo intitolata <Rome> e poi utilizzato anche negli anni a seguire per altre produzioni ed inoltre per ospitare eventi anche di natura non cinematografica. Si parla di danni per alcuni milioni di euro.

Dopo l’efficace intervento dei Vigili del fuoco del Comando di Roma comunque la situazione è stata messa sotto controllo e la zona bonificata. Le cause dell’incendio sono ancora in fase di accertamento. Si ipotizzano danni per qualche milione di euro.

L’incidente non interromperà le attività all’interno degli stabilimenti di Cinecittà, comprese le visite alla mostra permanente “Cinecittà si mostra” e a tutti gli altri set non interessati all’incendio. Un tanto anche per la mostra “Iconoclasti”, dedicata ai costumi e agli stilisti di Raffaella Carrà, che è stata recentemente inaugurata al Teatro 1 e che verrà dunque ulteriormente prorogata.

Il rogo sarebbe divampato negli uffici del blocco “C” per poi propagarsi fino al set summenzionato, che si estende per una superficie di oltre 4 ettari e che ha ospitato, fra le altre, la produzione della serie tv <I Borgia>, quella del videoclip di Ligabue <Per sempre>, un concerto dei Coldplay.

Nel 2017 Cinecittà era ritornata ad una gestione pubblica (dopo la privatizzazione avviata nell’anno 1997), con un nuovo interessante piano di sviluppo per il rilancio di questo storico sito e delle sue attività.

La scenografia era stata progettata per presentare l’insieme classico dei principali edifici civili e religiosi del Foro Romano, con strutture portanti rivestite da pannelli di legno e lastre in vetroresina.

Un’opera davvero monumentale la cui caratteristica principale era la spiccata cromaticità: l’uso del rosso, del blu, del verde, delle decorazioni vivaci che erano state pensate per far sì che il pubblico, abituato a visualizzare le rovine dell’antichità “in bianco”, potesse scoprire quali fossero realmente i colori della Roma Repubblicana.
A farne le spese sono state soprattutto le scenografie dell’Area della “Antica Roma”, quella cioè dove erano presenti le ricostruzioni utilizzate per i film concernenti l’antica “Caput Mundi”.

MIOARA DONE – ROMA * < mioara.done@dconline.info >

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments