Signore, ecco, colui che Tu ami è malato !

Signore, ecco, colui che Tu ami è malato !
Anna Beneduce (Salerno)

A cura di Anna Beneduce (Salerno) * anna.beneduce@dconline.info *

Segretario provinciale per le Relazioni con il Mondo Ecclesiale e del Volontariato della Democrazia Cristiana della provincia di Salerno. *

< Signore, ecco, colui che Tu ami è malato ! >

< Signore, ecco, colui che Tu ami è malato ! >. Gesù era la Luce del mondo. Il Figlio di Dio fatto uomo. Conosceva la natura del Padre ed il fine di ogni cosa che da Lui partiva.

Andando subito da Lazzaro lo avrebbe sicuramente guarito dalla malattia ma Dio Padre a Sua Gloria voleva che il Figlio fosse in Lui Glorificato.

Per questo Gesù non da una malattia guarì’ Lazzaro, ma lo riportò in vita risuscitandolo dai morti, affinché tutti credessero che Egli veniva dal Padre e che era Lui il Messia tanto atteso dal popolo di Israele.

Prendendo la natura umana Gesù conobbe la fame; la sete; la stanchezza; la solitudine; il dolore; la sofferenza. Per questo conosce le nostre esigenze i nostri bisogni.

Dio ascoltava ed esaudiva sempre Gesù quando chiedeva la salute del corpo e dello Spirito degli uomini che si rivolgevano a Lui per essere guariti dai loro mali.

Ancora oggi Dio Padre Onnipotente non nega niente a Gesù e nel Nome di Gesù oggi chiediamo a Dio Padre Onnipotente di salvare il Mondo da questa Pandemia. Di salvare tutti i fratelli e sorelle in Gesù Cristo Nostro Signore.

Lo preghiamo di guardare noi nell’afflizione di questo momento.

Padre soccorici: siamo deboli di fronte a questo malefico Virus, ma forti nella nostra Fede intendiamo che Tu Padre se pur da un evento negativo ne trai un buon fine per l’intera umanità.

Tu vuoi la Salvezza degli uomini, apri le nostre menti alla Luce Della Verità.

Fa scendere su di noi e sull’umanità intera lo Spirito Santo affinché liberati dalle paure e dalle malattie dell’anima che ci comprimono possiamo lodarti e ringraziarti in eterno quale Dio dì Amore e di Bontà.

Amen.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

Una risposta a "Signore, ecco, colui che Tu ami è malato !"

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato