Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte prima).

Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte prima).
Rodolfo Concordia (Roma)

A cura Comm Rodolfo Concordia * Tel 335-7709516 *

Email: rodolfo.concordia@dconline.info *

Coordinatore della Segreteria Politica Nazionale D.C. *

Segretario Politico Regionale della DEMOCRAZIA CRISTIANA regione LAZIO 

Via Giovanni Giolitti, 335 – CAP 00185 – Roma *

Via Ostia, 28 – CAP 00195 – Roma *

< Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte prima) >.

In questa nostra società egoista e ludica, spesso, si convive con il senso di vuoto e con il buio di slogan sociali e politici scevri da una prospettiva programmatica e senza un riferimento, di quale tipo di Società si vuole costruire.

Siamo, pertanto, più attratti dal sofismo della pseudo attualità, piuttosto che dalla coerenza dei valori di riferimento.

Ciò è dovuto – io credo – al principio di soffocamento della nostra coscienza in balia del nostro Ego e traguardata dalle esigenze dell’apparire, invece che dell’esistere.

Infatti, tuttti noi, siamo condizionati dalle esigenze di una società multimediale che ci esorta a svilire le nostre coscienze e che spesso trasuda di egoismo e di affermazione mondana.

Credo fermamente che l’essere umano non è nato per smentire se stesso e ciò in cui crede. Il rispetto di noi stessi, si trasforma in ferrea coerenza fra le asserzione verbali ed i nostri comportamenti che non possono, nè debbono smarrirsi, in una forma di appagamento che avvilisce la nostra identità e che si inebria di una volubilità appagata da forme di visibilità che annichiliscono la nostra personalità.

E’ la mortificazione della nostra coscienza, che invece nobilita l’essere umano e richiama i personali convincimenti quando smarriamo la strada.

L’uomo infatti ha il dovere di preservare viva la propria identità, per l’affermazione delle proprie convinzioni e nel rispetto dei propri ideali.

Solo in questo modo, egli vive in simbiosi con il Creato, armonizzato da una Fede che risplende dei grandi valori che hanno come riferimento una vita vissuta ed un percorso nell’immanente che si attaglia alla dimensione del Cielo.

Tutto ciò che perseguiamo, in alternativa ai valori in cui crediamo, intraprendono percorsi che poi sfociano nell’annullamento di noi stessi e nella penalizzazione del nostro essere.

Io esisto e ci sono, perchè affermo una mia identità in coerenza con i miei valori e dando conto a quella voce della coscienza che mi indica il Cammino ed appaga la mia dimensione terrena. E non mi interessano le difficoltà del contingente, ma la chiarezza del mio progetto di vita e la unicità di un
percorso forte dei miei convincimenti permeati di una prospettiva che accomuna sogno, desideri, identità ed assoluta coerenza.

E’ per questo che mi sento un uomo libero che marcia verso un Cammino che si identifica con la mia anima e trae forza e convincimento nei Valori in cui credo e soprattutto in pace con la mia Coscienza.

E pur nella mia insufficienza dovuta alla mia dimensione umana, mai ho provato  nella maturità, tentazioni, sussulti, tesi a scardinare il mio essere da una prospettiva di realizzazione di me stesso e di reale appagamento del mio essere.

Tutto ciò, l’ho potuto realizzare nell’alveo di un rapporto con il Signore, offuscato a volte dalla dimensione del peccato, ma mai avvezzo,  ad una discontinuità con i principi ed i Valori che guidano i passi della  mia vita.

E quando le pulsioni giovanili mi hanno tentato, ho trovato nella preghiera e nella recitazione del Santo Rosario, una forza dirompente che non mi ha mai consentito il tradimento ed hanno riconfermato sempre il valore ed il principio della fedeltà e rinnovato il completo abbandono nelle Sue braccia e nel percorso che Lui ha deciso per me.

Ciò è avvenuto in ogni branca della mia vita personale e di impegno sociale e politico.

E questo, spesso,mi ha confinato in un ruolo di eterna opposizione, che brillava però di una coerenza che spesso, portava, ad un rispetto per la mia posizione e le mie Idee.

*************************************************************

A cura Comm Rodolfo Concordia * Tel 335-7709516 *

Email: rodolfo.concordia@dconline.info *

Coordinatore Segreteria Politica Nazionale D.C. 

Segretario Politico Regionale della DEMOCRAZIA CRISTIANA regione LAZIO  *

Via Giovanni Giolitti, 335 – CAP 00185 – Roma * Via Ostia, 28 – CAP 00195 – Roma *

 

2 Responses to "Rodolfo Concordia (D.C. Roma): “Andare oltre il buio della coscienza !” –  (parte prima)."