Riproponiamo con forza la Democrazia Cristiana per garantire il futuro delle nuove generazioni !

Riproponiamo con forza la Democrazia Cristiana per garantire il futuro delle nuove generazioni !

A cura di ROSALBA CALTAGIRONE (Trapani) * rosalba.caltagirone@dconline.info * Segretario regionale per le relazioni con il mondo ecclesiale e del volontariato della Democrazia Cristiana regione Sicilia.

E’ importante aderire alla DEMOCRAZIA CRISTIANA e sostenerla con convinzione e concretezza per rilanciare un partito politico che ha fatto grande l’Italia, garantendo cinquant’anni di libertà e di democrazia, di prosperità, di progresso economico e sociale , con una visione del futuro improntata alla speranza ed all’ottimismo.

ROSALBA CALTAGIRONE

E’ quello che ci auguriamo di cuore anche pensando alle nuove generazioni.

Ed è per questo che siamo qui a riproporre con forza un rilancio politico ed organizzativo della Democrazia Cristiana italiana !

Proponiamo quindi l’iscrizione al partito !

Favoriamo la sua riorganizzazione proprio in tutti gli ottomila Comuni italiani, oltre che ovviamente a livello provinciale, regionale e nazionale, sulla base di quello che lo Statuto vigente della Democrazia Cristiana prevede e ci propone. Anche a piccoli passi, ma con forza, costanza e determinazione.

E’ anche molto utile una riflessione più generale sul Partito Politico della Democrazia Cristiana.

Interroghiamoci ed esaminiamo con attenzione le quattro parole: Partito, Politico, Democrazia, Cristiana.

Proponiamoci dunque un’accurata meditazione e facciamo chiarezza ponendoci alcune domande: cosa sono i Partiti Politici e che scopo hanno nella società? Cos’è la Democrazia Cristiana ? Da chi deriva il nome Cristiana? Su cosa si basa la Democrazia Cristiana? Cosa significa collaborare ad una rinascita di un Partito?

La Democrazia Cristiana già porta di suo il nome di Democrazia, il che significa libertà di parola e di pensiero, con l’aggiunta di nome Cristiana, che è il nome dato ai seguaci di Gesù Cristo di Nazareth Nostro Signore.

Questo implica l’importanza che il nostro partito da all’ispirazione cristiana e la necessità – per ognuno di noi – di quella conversione che ci viene richiesta dal Vangelo.

Iniziamo a capire cos’è la conversione quando pian piano cresciamo nella fede e quando lo rendiamo partecipe della nostra vita quotidiana, mettendolo Gesù Cristo al centro della nostra vita.

Quando lo mettiamo al centro della nostra vita terrena, per giungere alla Vita Eterna dopo la morte, questione centrale per chi crede alla Risurrezione e vive di Lui, per Lui e con Lui, dandogli lo spazio nel crescere in ciascuno di noi.

Perseverando nel nostro cambiamento e rendendoci consapevoli di quel che è sano e giusto agli occhi del nostro Creatore.

Di converso dobbiamo staccarci dal nostro IO che è il nostro Ego, fonte dell’egoismo, dell’egocentrismo, dell’orgoglio, della prepotenza, del giudizio, del pregiudizio, dell’etichetta e così via.

Ed avvicinandoci invece nel vivere di Lui.

Questi sono i cattolici praticanti basati, equilibrati e obbedienti al Creatore, vivendo di sani valori, con sani progetti per uno sviluppo proficuo e collettivo.

Su questo si basa un Partito Politico che già con il suo nome, preconizza un impegno ad evangelizzare.

E porta ad essere uomini e donne canali e ponti d’accoglienza fraterna, trasmettendo concetti di collaborazione, condivisione, comprensione, unificazione, pacificazione.

Un abbraccio universale alimentato dallo stesso professarci Cristiani, seguaci del nostro Messia, Maestro di < Via, Verità è Vita>, dall’amore fraterno.

Il cattolico nutrito di questi valori trasmette ed opera attraverso un canale e ponte di Partito Politico, che già parla di Missione per il nome che porta.

Un impegno nel conformarci all’amore fraterno che il Nostro Signore ci ha insegnato. Dobbiamo conformarci a questo, cominciando con la nostra adesione in Lui e cercando il giusto equilibrio dando  spazio alla riflessione, anche con Ritiri Spirituali e ascoltando la Sua parola quotidianamente e traducendola nei fatti. Dobbiamo “masticare” la Santa parola e nutrirci di Lui accostandoci alla santa Eucaristia e nella santa Confessione.

Da non mai dimenticare che la vera comunità Cristiana è sempre quella delineata nelle prime comunità delle origini, descritta nella Sacra Scrittura del Santo Vangelo.

<< La moltitudine di coloro che erano diventati credenti aveva un cuore solo e un’anima sola e nessuno considerava sua proprietà quello che gli apparteneva, ma fra loro tutto era comune.

Con grande forza gli apostoli davano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù e tutti godevano di grande favore.

Nessuno infatti tra loro era bisognoso, perché quanti possedevano campi o case li vendevano, portavano il ricavato di ciò che era stato venduto e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi veniva distribuito a ciascuno secondo il suo bisogno. >>

Sono tutti concetti importanti che fanno parte della nostra formazione cristiana e che purtroppo troppe volte diamo per scontati senza quel giusto impegno nel riscoprirli e soprattutto nel testimoniarli. Cerchiamo dunque di farlo anche grazie al nostro impegno nella Democrazia Cristiana.

 

A cura di ROSALBA CALTAGIRONE (Trapani) * rosalba.caltagirone@dconline.info * Segretario regionale per le relazioni con il mondo ecclesiale e del volontariato della Democrazia Cristiana regione Sicilia.

 

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments