Riflessioni sull’intervista al Santo Padre

Riflessioni sull’intervista al Santo Padre

Ho ascoltato molto volentieri ed attentamente l’intervista, su base internazionale, di qualche sera fa…e dedicata completamente alle parole molto sentite di Papa Francesco.

Ha affrontato temi importantissimi e focali ora come ora.

Noi Cristiani non possiamo rimanere indifferenti, ma neanche gli appartenenti ad altre religioni, così pure gli agnostici o atei.

La Società d’altronde è formata così.

Ha parlato di Misericordia, di Umiltà, di Unione, di Solidarietà, di Vicinanza, di Bontà perciò…, che si può tradurre anche con una sola parola…, il cosiddetto “Amore”.

Parla di bambini nel mondo, che muoiono letteralmente di fame, e di pensare bene a cosa fare per tutti loro.

Parla di aiutarsi l’un l’altro, di tornare ad aiutarsi fra Noi. Unico discorso e volontà Cristiana che esista.

Tutti insieme possiamo salvarci, perchè se continuiamo a rimanere soli ed isolati, non ci salveremo più nessuno.

L’Unione fa la forza lo sappiamo, anche e solo con il bene…, l’uno verso l’altro, solo così si supera…, e mai rimanendo nella solitudine, conseguentemente nella disperazione più completa.

Solo tendendoci la mano, potremo far fronte alle tante necessità, che tutti stiamo vivendo e subendo.

E’ finita l’epoca dell’IO, ora è l’epoca del NOI…, sia in Politica, che tra i Potenti di ogni genere nel Mondo, compresa la Chiesa.

La vita va difesa, quella di tutti Noi, specie però quella dei più deboli di Noi.

Siamo tutti Uguali e siamo tutti Esseri Umani…, e non bestie da macello.

Cosa ne è rimasto di quella Società Potente che non troppi anni fa pensava fattivamente a tutto questo???

Si remava assieme e si affrontavano assieme le problematiche comuni.

Una Società che va ora contro il bene comune, un’epoca questa del qualunquismo più sfrenato.

E’ giunta l’ora di lasciare da parte tutto perchè non porta a nulla e non guarisce ed aiuta nessuno, bensì…serve solo a dividere.

La vicinanza a Dio, continua il Papa…, l’avere Fede…, speranza e carità, non sono delle parole vuote…, ma concrete e palpabili con mano.

Io sinceramente, mentre parlava, l’ho visto particolarmente preoccupato, e lo capisco perfettamente.

Quando neanche più i ristoratori o pizzettai, per fare un esempio che mi è venuto alla mente, possono dar da mangiare gli “avanzi giornalieri”, quindi più che commestibili, neanche a chi sta morendo di fame, pena sanzioni più che severe…!!

Sono leggi umane queste per voi??

Ecco anche di questo si può essere preoccupati.

Ascoltavo Lui e ricordavo le frasi ed incitazione di Madre Teresa di Calcutta o di Papa Giovanni XXIII…il cosiddetto “Papa Buono”.

Ma…???…

Per Voi anche saranno giusti questi tempi, per fare quello che ci sottolinea questa sera…, oppure no?

Per me voler riportare i Valori come questi a tutti…, non è mai una cosa peregrina.

Grazie caro Papa Francesco per esserti schierato dalla Nostra Parte, come giustamente doveva essere…!!…

Emanuela Pecorario

Vice Segretario Nazionale Movimento Femminile DC

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato