Referendum, Sandri (DC): “Va fermato, serve classe dirigente di qualità”

Referendum, Sandri (DC): “Va fermato, serve classe dirigente di qualità”

Referendum, Sandri (DC): “Va fermato, serve classe dirigente di qualità”

Roma, 11 ago. – “Siamo ad agosto e nonostante la politica non andrà in ferie per lo svolgimento della campagna elettorale, è evidente che qualche colpo di sole colpisce i protagonisti della vita politica del Paese.

Ancora una volta, una certa parte politica è impegnata a delegittimare se stessa alimentando un becero populismo che nuoce alle istituzioni e che ha come unico obiettivo la riduzione del numero dei parlamentari”.

Lo dichiara, in una nota, il Segretario nazionale della Democrazia cristiana, Angelo Sandri.

“È l’ennesimo tentativo – aggiunge Sandri – di consegnare il Paese nelle mani dei potentati e delle lobby dei grandi partiti foraggiati dai grandi gruppi economici.

Questa nuova visione della democrazia italiana non ci convince ed è per questo ribadiamo la necessità di fermare il referendum e di ricostruire una partecipazione dei partiti alla vita politica del Paese, luoghi necessari per formare una classe dirigente di qualità e ispirata al Bene Comune”, conclude il Segretario della Democrazia Cristiana.

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Valentina
Valentina
2 anni fa

«Senza il libero scambio di pensieri non può esserci vera libertà di pensiero. Abbiamo bisogno degli altri per mettere alla prova su di loro i nostri pensieri: per scoprire se sono validi. La discussione critica è il fondamento del libero pensiero del singolo individuo. Ma ciò significa che senza la libertà politica, la libertà di pensiero è impossibile. E significa, inoltre, che la libertà politica è una condizione preliminare del libero uso della ragione di ogni individuo.»

K. Popper