PER IL NOSTRO “MARKETING POLITICO” RIPENSIAMO ALLE NOSTRE RADICI ED ALLA NOSTRA STORIA !

di ROBERTO PINNA (CAGLIARI) * roberto.pinna@dconline.info *

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< PER IL NOSTRO “MARKETING POLITICO” RIPENSIAMO ALLE NOSTRE RADICI ED ALLA NOSTRA STORIA ! >

In una situazione che vede l’Italia pervasa da azioni politiche infarcite di slogan, massimalismi, qualunquismi e spinte xenofobe è particolarmente utile, in relazione allo studio di un vero e proprio” marketing politico”, richiamarci ai nostri valori.

Questo per non confonderci con altre forze politiche che non possono certo vantare la nostra etica e la nostra storia.

A tale proposito, mentre rileggevo un intervento di Paolo Acanfora di qualche anno fa (del 14 settembre 2012), mi sono appuntato quanche concetto. Sarebbe certo troppo lungo ritornare indietro nel tempo, alle più antiche radici del “cattolicesimo democratico e sociale”, agli anni 1796-1799, nel cosiddetto triennio giacobino in Italia.

Possiamo invece partire da tempi più recenti, cercando di ritrovare le nostre radici, i nostri punti di forza, la nostra straordinaria unicità.

*Oltre i totalitarismi di destra e di sinistra il partito popolare di don Sturzo e poi la Democrazia Cristiana, intercettarono la domanda di partecipazione delle masse, la loro integrazione nella vita politica e sociale dell’Italia.

*Una democrazia liberale, che prevedeva il pluralismo politico, una DC che non può
rappresentare tutti, neppure tutti i cattolici, e non, se pure con radici cattoliche, espressione integrale del cattolicesimo;

*Con De Gasperi si aprì una nuova fase politica, si avrà una nuova identità,una funzione di centralità democratica, oltre, e in modo più ampio, la “dottrina sociale” della chiesa.

* Valori fondanti della D.C. saranno : il concetto di “Nazione “, l’identità Europea, l’identità occidentale e atlantica, verso un nuovo concetto di Politica.

Veniva richiamato il “paradigma neoguelfo” per il quale essendo l’ Italia una nazione cattolica, la Democrazia Cristiana poteva essere la migliore rappresentante di questo valore;

* Un valore importante è quello della mediazione: la necessità di confrontarsi con la realtà, coi problemi del paese, con le altre culture e le altre visioni politiche, questo senza dimenticare l’etica e le radice del Partito.

*Su queste basi è importante l’analisi della “domanda politica”; la analisi delle sue componenti: elettorato acquisito, l’elettorato incerto e quello potenziale; analizzando le aspettative, le opinioni, e le situazioni più rilevanti dal punto di vista economico e sociale.

E’ importante affiancare alle tecniche di contatto tradizionali( convegni, porta a porta,
banchetti, incontri per categorie), nuove tecniche audiovisive e di comunicazione;

* Credo non sia utile affiancarci in battaglie e slogan di altri( per non confonderci con altre forze politiche), ma sarà più utile, dopo una seria analisi dei problemi, un dialogo coi cittadini, pensionati, lavoratori, giovani, stilare un programma di interventi serio, originale, credibile, scevro da populismi e chimere irrealizzabili.

Questo nel solco della nostra “tradizione” ! 

di ROBERTO PINNA (CAGLIARI) * roberto.pinna@dconline.info *

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments