Papa Francesco ha promulgato ad Assisi la sua nuova enciclica “Fratelli tutti”.

Papa Francesco ha promulgato ad Assisi la sua nuova enciclica “Fratelli tutti”.
Fernando Ciarrocchi 

A cura di Fernando Ciarrocchi (Ascoli Piceno)

fernando. ciarrocchi@dconline.info

cell. 347-2577651

Coordinatore nazionale Vicario della redazione giornalistica de <IL POPOLO> della Democrazia Cristiana

Segretario regionale Dipartimento Comunicazione Democrazia Cristiana della Regione Marche.

< Papa Francesco ha promulgato ad Assisi la sua nuova enciclica “Fratelli tutti” >.

Quello della firma della nuova enciclica di Papa Francesco, “Fratelli tutti” era un appuntamento annunciato da tempo, tanto da essere stato trasmesso in diretta da Assisi dalla Rete ammiraglia della RAI proprio nello stesso giorno.

San Francesco d’ Assisi (1182- 1226)

Il nome che si è scelto il Santo Padre, Francesco, è fortemente evocativo ed emblematico. Ed Infatti l’importante firma non poteva che essere apposta che nel luogo francescano per eccellenza.

Il testo firmato dal Santo Padre è stato posto sull’altare davanti alla tomba del Poverello d’Assisi ubicata nella Basilica inferiore del Sacro convento.

Firma che è stata preceduta dalla Santa Messa presieduta da Sua Santità nella chiesetta in cui si trova la tomba del Padre fondatore del francescanesimo.

L’altare assurto all’attenzione delle telecamere televisive è così diventato la “cattedra mondiale della pace”.

Papa Francesco – con questa occasione – è la quarta volta che torna ad Assisi, terra natale del Santo.

Ricordiamo la precedente circostanza che fu la firma della sua notissima enciclica”Laudato si“.

Anche questa enciclica, così come la nuova tal titolo “Fratelli tutti” è in perfetta sintonia sia con il pensiero, sia con l’azione francescana.

La stupenda Basilica di San Francesco ad Assisi (PG).

La nuova enciclica, come tutte le precedenti, è uno dei più importanti atti del magistero ecclesiale, ma in definitiva si sostanzia in una corposa lettera che il Santo Padre scrive a sacerdoti, religiosi e religiose, credenti e non credenti ed a tutti gli uomini di buona volontà nel mondo.

Il tema della nuova lettera del Santo Padre papa Frabcesco intitolata “Fratelli tutti” lo si desume facilmente dal titolo dell’enciclica stessa.

La fratellanza come valore mondiale che il Papa indica come la via maestra idonea a guarire il mondo dalle sue ferite ed angosce, tra cui le piaghe sociali ed economiche del post-pandemia.

Papa Francesco ha tradotto così in messaggio universale l’espressione evangelica “Siamo tutti sulla stessa barca”.

Dunque insieme fraternamente possiamo affrontare nel miglior modo possibile questo particolare momento storico.

La nuova enciclica trae spunto da quelle che sono state le Amminizioni scritte proprio da San Francesco di cui domenica 4 ottobre si celebra la festa quale Patrono d’Italia, insignito delle stimmate, segno di Essere eletto per volontà di Nostro Signore Gesù Cristo.

Prima della firma, terminata la Santa Messa, il Papa ha ringraziato mons. Paolo Braglia e i suoi collaboratori della Prima Sezione della Segreteria di Stato Vaticana per la stesura e laÒ traduzione nelle diverse lingue del mondo del nuovo documento papale di cui domani sarà reso pubblico il testo.

*************************************************************

A cura di Fernando Ciarrocchi (Monteprandone/Ascoli Piceno)

fernando. ciarrocchi@dconline.info

cell. 347-2577651

Coordinatore nazionale Vicario della redazione giornalistica de <IL POPOLO> della Democrazia Cristiana

Segretario regionale Dip. < Comunicazione > Democrazia Cristiana Regione Marche.

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Sergio Di Raimo
2 anni fa

Pienamente d’accordo,siamo tutti fratelli…
Vorrei aggiungere che attraverso il progetto NEEM:
Nuova Evoluzione Economica Mondiale
Tutti abbiamo il diritto,in questo mondo,di stare bene,non soffrire la fame… E con l’aiuto di Dio PROSPERARE…
Ecco,il progetto di lavoro NEEM,da questa possibilità.
Contattatemi e vi spiego meglio di cosa si tratta.
Dio ci benedica insieme le nostre famiglie,in Cristo Gesù nostro Signore… 📖🙏

Enrico Gervasoni
Enrico Gervasoni
2 anni fa

Un pensiero alto di un Papa coraggioso che coglie il dramma della discordia in cui versa l’umanità e ne propone la soluzione nel farci ricordare che siamo “tutti fratelli” riconducendoci ai valori fondanti della fede in Dio.