OSPEDALE MAZZINI DI TERAMO,UNA ECCELLENZA EUROPEA MA……

MIA ISTANZA HA AVUTO ACCOGLIENZA PRESSO LA DIRIGENZA.
AUMENTO DELLE DOSI DI ACQUA AI PAZIENTI 
NON SUFFICIENTI 50 CL DI ACQUA A PRANZO E CENA.
NON DIGNITOSO PRENDERE ACQUA NEI CESSI  E 
SIA DI ESEMPIO LA SVOLTA AL MAZZINI DI TERAMO PER TUTTI GLI OSPEDALI E RIDARE DIGNITÀ AL SINGOLO E ALLA COLLETTIVITÀ. 
Torno parlare dell’ospedale Mazzini di Teramo per dire che accettata la mia richiesta di aumentare la dose di acqua giornaliera ai pazienti.
La notizia data direttamente dal direttore del reparto di cardiologia dottor Donatello Fabiani.
Magari la decisione era nell’aria ma fa piacere sia stata pianificata anche per mia istanza.
Stiamo parlando di un ospedale ai primi posti in Europa dove mezzi e medici di elevate qualità.
Avvolte può accadere di ‘vuoti’
Mi è motivo di orgoglio che il mio nome sia legato da una grande significativa opera firmata ovvero: dieci anni fa ho firmato un accordo con Ordine medici visite specialistiche subitanee e gratuite a suore e monache di clausura e tutt’ora operativo. Stesso protocollo a Trieste.
Le suore in Italia e nel mondo non godono di aiuto economici dal Vaticano e vivono del loro lavoro artigianale e di offerte che davvero scarse.Nacquero tutti gli Ordini nel 1500 come sovrani dunque indipendenti e il Vaticano non è tenuto aiutare  anche se una svolta storica si impone perché tanti i monasteri indebitati e allo stremo.
  Importante poi colmare tali carenze in breve tempo come si è reso protagonista il direttore Fabiani Donatello uomo colto e tra i cardiologi più bravi in ambito europeo.
Un esempio di bravura e funzionalità.
Per la prima volta in Abruzzo, un intervento chirurgico innovativo di riparazione di valvola mitralica con grave rigurgito, è stato eseguito nella Cardiochirurgia dell’ospedale Mazzini di Teramo,
diretta dal Dott. Michele Triggiani.
Si tratta di un significativo passo avanti nel trattamento di pazienti selezionati, affetti da questa patologia che, se nel passato,
dovevano subire un intervento a cuore aperto con necessità di sternotomia e circolazione extra corporea, oggi possono avvalersi di una tecnica chirurgica mininvasiva attraverso cui riparare la valvola a cuore battente, senza necessità di adoperare la macchina cuore-polmone.
L’intervento, eseguito dal dott. Michele Triggiani e dalla sua équipe, è consistito nell’impianto di corde artificiali sul lembo posteriore della valvola per via trans-apicale attraverso il dispositivo NEOCHORD ed è stato guidato ecograficamente dal dott. Donatello Fabiani, responsabile del Servizio di Cardiologia, con l’assistenza anestesiologica della dottoressa Liarou.
L’operazione, effettuata attraverso una incisione toracica di pochi centimetri, è stata pienamente efficace e la paziente è potuta tornare a casa dopo soli 4 giorni.
Questa tecnica innovativa consente di ottenere, con una minima invasività, in pazienti selezionati, una riparazione della valvola mitrale rispettosa della normale anatomia.
Il Dipartimento Toraco-Cardio-Vascolare dell’Ospedale Mazzini, Asl di Teramo, grazie all’investimento continuo in tecnologia e risorse umane.
Occorre imparare giorno dopo giorno danzare in mezzo alla tempesta con un sogno da realizzare ovvero scavare alcuni pozzi in centro Africa dove ricevo gridi di aiuto.
Cercherò soldi presso le banche disposte.
Eventuali denari se vi saranno devono essere dirottati direttamente si missionari del posto.
Scritto da Franco Capanna.
5 2 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Franco
Franco
1 mese fa

Nota.
Pregasi non inviare a me autore commenti di plauso ma in questa sede ,la vostra mail non sarà resa pubblica
Franco Capanna.