NICOLA LOVAGLIO: LO DICO AL POPOLO ! * PARTE SECONDA

NICOLA LOVAGLIO: LO DICO AL POPOLO ! * PARTE SECONDA
Nicola Lovaglio (Roma Capitale)

A cura di Nicola Lovaglio (Roma Capitale)

nicola.lovaglio@dconline.info * cell. 329-6357045 *

Segretario provinciale del Dipartimento < Sport ed Eventi Sociali > della Democrazia Cristiana di Roma Capitale e della provincia di Roma.

Componente del Consiglio nazionale della Democrazia Cristiana italiana

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< NICOLA LOVAGLIO: LO DICO AL POPOLO ! * PARTE SECONDA >

Ma raccontiamoci la verità! Al GOVERNO MELONI non interessa il povero, il degradato, il pensionato, il disabile. A loro interessano solo i voti. E la classe più disagiata cosa ne ha ricavato in cambio?

Le nuove generazioni di questi quartieri non hanno futuro. Ed io quel futuro, vorrei ridarglielo.

Giovani che vivono in case famiglia, carceri minorili, figli che vanno a trovare i loro padri e le loro madri chiusi in carcere. Ma che futuro si prospetta per loro in questa società al delirio e al degrado?

In questa società, alcuni Magistrati potrebbero concedere le misure alternative a molti giovani chiusi, dandogli una speranza di vita ed una possibilità di cambiamento e non concedono nulla, solo perché hanno pregiudizi nei loro confronti in quanto provenienti questi quartieri affamati di delinquenza.

Ma possibile che nessuno fa niente per “ripulire” questi quartieri e riqualificare la Capitale tutta? Che interessi si celano dietro questa ferrea volontà di mantenere il marcio in questi quartieri storicamente delinquenziali?

E come a Roma esiste questa situazione anche a Napoli, Milano e città della Toscana, delle Marche, dell’Abruzzo, dell’Umbria dove mi sono trovato a presenziare per eventi sportivi di esordi pugilistici in qualità di Maestro di boxe.

Ma fortunatamente non solo tanto degrado ma anche tanto Sport che unisce tutte le regioni che potrebbero essere mamme di futuri pugili, talenti di boxe, fieri di poter far sventolare la bandiera nazionale italiana in Europa e nel mondo !

Sono riconosciuto Maestro di boxe per la mia lunga esperienza sportiva tra palestre e campi da calcio ma soprattutto sono un Maestro di vita per le mie travagliate esperienze di strada e sulla strada. Ma ahimè, proprie queste, hanno penalizzato la mia carriera nelle nobile arte. Ero una grande promessa
ma con un destino troppo sbagliato.

Vorrei che le nuove generazioni di quei quartieri definiti solo “pericolosi”, abbiano quell’opportunità che la vita, le istituzioni e la società non hanno regalato a me. Oggi stiamo così ma tra due, cinque e dieci anni come staremo?

Viviamo in un’era pericolosa che sta divorando il bene più prezioso concesso ad ogni essere umano…

Il tempo. Il tempo per cambiare, per farcela, per non affogare, per migliorarsi, per essere da esempio. Il tempo per sperare e non più per sparare.

Il Popolo deve svegliarsi ! Almeno il mio popolo, quello che mi segue e mi ascolta, quello che non ho mai né deluso né tradito! Dovete svegliarvi e trascinare altri parenti, amici e conoscenti che ancora si ostinano a vivere ad occhi chiusi, ad aprirli verso la verità così da riuscire a combattere quella menzogna politica che con inutili e false promesse li ha manipolati.

Dobbiamo tutelare la nostra Capitale a 360 gradi.

La mia intenzione è di poter aprire una palestra a Roma con l’A.S. Parisi Boxe 2 per tutelare quei tanti giovani allo sbando che conosco e mi porto nel cuore.

Sono anche un Dirigente della Nazionale Italiana Calcio Pugili, unica squadra di calcio riconosciuta dalla Federazione Pugilistica Italiana (FPI) e dal CONI che si distingue sui campi di calcio per la beneficenza, i sorrisi e il sostegno che regala a tante situazioni sociali complesse.

Con la DEMOCRAZIA CRISTIANA, nostro grande partito, NOI ESISTIAMO! e lo dimostreremo!

Dimostreremo che la nostra politica vuole tutelare le città degradate dell’Italia perché siamo stanchi come politici, come comuni cittadini e come rappresentanti di quel popolo stanco come noi.

Ma se in tanti siamo stanchi di questo sfruttamento e sciacallaggio da parte del GOVERNO MELONI che racconta solo barzellette per imperare, accaparrarsi vitalizi e abbandonare il popolo sempre più disagiato, perché non apriamo gli occhi e ascoltiamo le persone che conoscono, hanno vissuto e continuano a vivere nel disagio, nel degrado, nella povertà, nella sofferenza e nell’abbandono?

In Italia ci sono circa 62.000 detenuti. Le carceri sono al collasso con i numeri, scioperi della fame e dubbi suicidi quotidiani. Il 45% dei detenuti potrebbe uscire facendo volontariato.

La Costituzione Italiana recita che “l’imputato non è considerato colpevole sino alla condanna definitiva”. Allora perché questa legge non viene considerata?

I detenuti definitivi sotto i quattro anni potrebbero essere utili alla società, svolgendo servizi di volontariato in vari settori. Ma come si fa a non capire che
queste persone sono un potenziale, un investimento, una forza lavoro per l’economia della società?

Come si fa a non capire che in questo modo anche loro potrebbero apprezzare la libertà e capire il lavoro, il sacrificio, l’impegno che ogni cittadino quotidianamente affronta?

Questo potrebbe rappresentare per loro una grande guida per farli riflettere a non sbagliare nuovamente come prevede Art. 21 dell’Ordinamento Penitenziario.

La Costituzione Italiana dunque non viene rispettata. Nessun provvedimento viene preso sugli organi della Polizia Penitenziaria che non rispetta i diritti umani dei detenuti.

Un’amnistia generale aiuterebbe le lungaggini dei Tribunali da scartoffie, procedimenti antichi e reati di poco conto. Una sanatoria di cinque anni lascerebbe respirare le carceri e darebbe dignità anche ai numerosissimi detenuti stranieri che hanno anche loro il sacrosanto diritto di vivere.

Ricordiamoci che con l’indulto, se si commette un reato, si rientra in carcere. Le carceri sono in rivolta con scioperi della fame e battitura, segni di protesta perché all’interno non funziona NULLA. Ma la politica cosa fa? NIENTE.

Dobbiamo pretendere una LEGGE EUROPEA. “Vergogna” a chi ci governa. Ancora camminiamo con il Codice Penale Rocco creato il 19 ottobre 1930 ed entrato in vigore nel luglio 1931.

Il GOVERNO MELONI ha l’obbligo di tutelare l’Italia perchè il Bel Paese sta esplodendo.

E’ inutile che continui a voltare le spalle e lo sguardo altrove, incurante di quell’Italia povera e degradata che è una presenza che esiste realmente e che realmente pesa al paese; quell’Italia vittima e carnefice di una criminalità sempre più potente. Ma a questo punto chiediamoci chi sono i veri criminali che affossano il popolo più innocente e fragile.

Il GOVERNO MELONI è molto preso dalla guerra in Ucraina. Ma stiamo aspettando che la guerra arrivi in Italia? Cosa ci nasconde questo Governo?

Noi della DEMOCRAZIA CRISTIANA siamo portatori di pace e non di guerra! Ed è per questo che voglio terminare questa mia testimonianza con un pensiero positivo e sportivo!

La palestra che apriremo nella Capitale sarà un punto di riferimento per tanti giovani. Rispetto, umiltà ed educazione saranno le nostre punte di diamante.
E sarà proprio attraverso lo Sport che noi della DEMOCRAZIA CRISTIANA, saremo nei quartieri della Capitale con una presenza politica concreta che il GOVERNO MELONI non riesce a garantire con le sue ingannevoli promesse.

 

      *************************************************************************** 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

      *************************************************************************** 

 

3.5 2 votes
Article Rating
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Fernando Ciarrocchi
21 giorni fa

Grazie per questo tuo contributo vero, si

Fernando Ciarrocchi
21 giorni fa

Grazie per questo tuo contributo vero, sincero, concreto e soprattutto appassionato. Ad majora semper!

Nicola
21 giorni fa

Quello che io sto facendo ormai si può dire dalla mia tenera età, dove mi è stata spezzata una carriera di un pugile dove il sopranome era ●trattor ●
Perché pesante e duro proveniva da una violenza il mio mondo non è stato a colori….non ho mai avuto un giocattolo avevo solo un paio di guantoni e una palestra come comitiva e punto di ritrovo, la mia vita è stata sempre tra il degrado i quartieri foggiani anni 80 erano fatti di uomini che per una semplice parola detta male bene che andava era una rivolverata alla gamba.
Il pugilato me lo sono trovato per avere un equilibrio mio personale fondato da un educazione e rispetto verso il prossimo, una bugia era un tradimento, questa è stat la mia scuola che oggi dopp tanto calvario e tanta sofferenza passata, posso dire che mi sento stanco di combattere sulla strada quelle strade difficili…dove recupero giovani figli del male, ma come lo faccio?
Da grande maestro di Boxe di strada di sofferenza, quando mi anno cercato di bloccarmi dove ii ero un pregiudicato, na infatti oggi chi mi cerca sono proprio i servizi sociali che mi danno dei giovani cge vengono dai disagi famigliari e dal degrado, io ci metto non solo la faccia ma ben si il cuore il sudore per poter rieducarli prepugilisticamente, ma la palestra che voglio aprire insieme alla parisi Boxe il Geometra Mirko Parisi che ci stiamo battendo per dar si che la palestra esce con dei finanziamenti che chi crede in un cambiamento noi daremo una palestra di pugilato con Educatore specializzato nostro psicologici nostri in modo da creare anche dei gruppi in modo tale che questi giovani apprendono che nello sport siamo noi la famiglia vera saremo più uniti e compatti, ma questo lo faremo con il nostro passato contro alla violenza e contro il Bullismo, e dando un guida i giovani saranno il futuro della nobile arte, avremo campioni professionisti maestri originali che anno le mille sfaccettature che si adeguano al pugilato, uno sport che molti vedono violento dove smentisco a 360 gradi che il pugilato e una nobile arte ce un grande rispetto una grande educazione, ma ognuno porta con sé la sua umiltà di vero campione, nessuno può contrastare quello che dico almeno che non sia una persona che abbia conosciuto e vissuto nella sofferenza e nell’abbandono, all’ora sii potrei meglio voler capire?
Perché il pugilato ci non lo conosce non può parlare, ma soprattutto non può giudicarlo e criticarlo, io sono qui vengo da orfano da contesti diversi si governava con il piombo, oggi ho pagato tutto sono stato riabilitato grazie a questo mio che mi fu insegnato dentro casa, del resto io spero che la palestra possa essere aperta quando prima, e spero che al,i la mano e mi chiama chi vuole il giusto.
Del resto concludo nel dire che io passionato di pugilato, ma non direi mai che altri sport vengono da meno, noooo non è questo un vero pugile apprezza rispetta ogni sacrificio di ogni sportivo, del resto lascio al popolo dire quello che realmente vuole?

Federica
21 giorni fa

Nicola la nostra capitale ha veramente bisogno di rinnovo e la nostra gioventù di un’equilibrio sano. Confido in te perché solo persone come te (di grande sofferenza) ma di sani principi possono fare qualcosa di concreto per il Popolo. Con stima e affetto Federica.

D'Antonio
20 giorni fa

Nicola crediamo fortemente in te con la speranza ( per tutti noi) che i tuoi progetti vengano realizzati per un rinnovo concreto della nostra capitale e per una società migliore . Con affetto e stima famiglia D’Antonio.

Mirko Federico
20 giorni fa

Sono sicuro che con la tua esperienza il tuo trascorso ma soprattutto dalla tua sofferenza puoi regalare ai giovani speranza ma soprattutto occasioni! Sei un esempio per tutti noi… spero che il tuoi progetti si realizzino

Enzo
20 giorni fa

Forza Niko sei una persona meravigliosa.Ti stimo tantissimo per tutto quello che fai x le molte persone in difficoltà 💪💪💯💯🫶🫶