Marzio Muscatiello sottopone al Sindaco di Matera ed agli Amministratori della città le problematiche che preoccupano i diversamente abili.

Marzio Muscatiello sottopone al Sindaco di Matera ed agli Amministratori della città le problematiche che preoccupano i diversamente abili.
Marzio Muscatiello

A cura di Marzio Muscatiello (Matera) *

389-5906704 * marzio.muscatiello@dconline.info *

Segretario politico comunale della Democrazia Cristiana di Matera

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

< Marzio Muscatiello sottopone al Sindaco di Matera ed agli Amministratori della città le problematiche che preoccupano i diversamente abili >.

Lo scorso 3 dicembre 2020 è stata celebrata la Giornata internazionale delle persone con disabilità.

Istituita nel 1981, la Giornata internazionale delle disabilità si propone di promuovere i diritti ed il benessere delle persone disabili.

In tale circostanza il Segretario comunale della Democrazia Cristiana di Matera e Presidente dell’Associazione “Azione Disabili Marziolino” Marzio Muscatiello ha inviato una lettera aperta al Sindaco di Matera Domenico Bennardi e agli Amministratori della città di Matera, per sensibilizzare sui temi dell’accessibilità, mobilità, integrazione dei disabili nella attuale società, con l’abbattimento delle barriere architettoniche, culturali e sociali.

<< Caro Sindaco Domenico Bennardi, cari Amministratori, miei rappresentanti, vorrei attirare la Vostra attenzione su 11 punti che a me ed a tanti Disabili come me sono oltremodo sentiti.

Il Sindaco di Matera Domenico Bennardi

Quando la disabilità è parte del nostro quotidiano, ci si scontra con una realtà atipica, con situazioni difficili da sormontare e con le quali è difficile convivere.

Questi sono i temi che desidero affrontare con voi: accessibilità, mobilità, integrazione dei disabili nella società, abbattimento delle barriere architettoniche, culturali e sociali:

1) Piscine accessibili;

2) realizzazione di nuovi scivoli per disabili su ogni marciapiede in corrispondenza delle strisce pedonali e utilizzo di paletti per evitare il parcheggio davanti agli scivoli;

3) tolleranza zero per parcheggio selvaggio davanti agli scivoli;

4) La Cattedrale di Matera e Chiese varie accessibile ai disabili;

5) negozi commerciali accessibili;

6) biblioteca comunale, sala Carlo Levi di Palazzo Lanfranchi accessibile;

7) inclusione dei disabili nel lavoro e promuovere il telelavoro ai disabili con invalidità al 100%;

8) realizzare case popolari ecosostenibili per disabili e famiglie con disabili: le persone con grave handicap, documentato ai sensi della legge 104/92, le persone con invalidità civile documentata non inferiore al 74%, ai sensi della legge 118/71, le persone affette da cecità civile documentata non inferiore all’80%, ai sensi della legge 382/70;

9) servizio di trasporto a chiamata per disabili: il Comune deve dotarsi di mezzi attrezzati per il trasporto di persone disabili. Deve assicurarsi che tutti gli autisti dei mezzi siano autorizzati all’utilizzo di sollevatori e sistemi di bloccaggio per le carrozzine. Deve assicurare la manutenzione e l’operatività delle pedane.

Formare gli autisti in modo che il disabile venga assistito e non sia trattato come un sacco di patate o che l’autista non lo lasci alla fermata perché non ha voglia di scendere ad aiutarlo. Realizzare pensiline rialzate e dotate di scivoli per un più comodo accesso al mezzo da parte del disabile;

10) stazione ferroviaria accessibile ai passeggeri con disabilità o a mobilità ridotta: Sviluppare percorsi privi di ostacoli, informazioni sonore e visive, dispositivi di ausilio per l’accesso a bordo, giusta larghezza e altezza dei marciapiedi.

11) dovrebbe essere scontato che i marciapiedi dovrebbero essere accessibili , con regolari rampe, percorribili senza difficoltà dei disabili fisici e sensoriali. Ma non è cosi ci sono pali della luce, tabelle , bidoni ecc . renderli al più presto accessibile

Sig. Sindaco, vi rendete conto che amministrate una città di fatto vietata alle persone diversamente abili?

Vietata a chi ha problemi di deambulazione o peggio ancora costretta a muoversi in carrozzina, perché città progettata e realizzata solo per persone cosiddette “normali”.

Infatti nella nostra bella Matera, che volle fregiarsi del titolo di “città ospitale della cultura”, succede che è difficoltoso muoversi in carrozzina, a volte impossibile.

Un’immagine della città di Matera

Perché sul percorso ci si trova di fronte una scala, o uno scivolo con una pendenza del 20%, semmai lungo diversi metri.

Oppure si trova, nel bel mezzo di un marciapiede, un palo della luce oppure una buca.

O marciapiedi con pavimentazione sconnessa e alti una trentina di centimetri, ma senza alcuna protezione laterale.

Caro dirigente e funzionario, se tu quando progetti o dirigi o collaudi o certifichi l’agibilità per una qualsiasi opera, pubblica o privata, o quando l’approvi, o quando autorizzi l’apertura di un esercizio pubblico o l’agibilità di un immobile aperto al pubblico, non mi rispetti la normativa sull’eliminazione delle barriere architettoniche, prima ti blocco i pagamenti della retribuzione aggiuntiva legata ai risultati, perché non me ne stai portando (anzi!), poi ti apro un procedimento disciplinare per negligenza, infine ti chiedo la restituzione di quello che ti ho dato e il pagamento del danno che mi hai fatto.

Chiediamo che l’Amministrazione comunale, in sinergia con tutte le realtà che sul territorio si occupano di disabilità e con l’assessorato ai servizi sociali, intraprenda un percorso volto al miglioramento dei servizi già presenti sul territorio e ne implementi di nuovi, consapevoli che la disabilità non rappresenta un mondo a sé, ma appartiene a questo mondo con la stessa dignità.

Riteniamo che i disabili e le loro famiglie meritino grande attenzione.

Questi temi devono divenire prioritari nella quotidiana azione amministrativa.

Chiediamo che l’Amministrazione Comunale, in sinergia con tutte le realtà che sul territorio si occupano di disabilità e con l’assessorato ai servizi sociali, intraprenda un percorso volto al miglioramento dei servizi già presenti sul territorio e ne implementi di nuovi, consapevoli che la disabilità non rappresenta un mondo a sé, ma appartiene a questo mondo con la stessa dignità.

********************************************************

A cura di Marzio Muscatiello (Matera) * 389-5906704 * marzio.muscatiello@dconline.info *

Segretario politico comunale della Democrazia Cristiana di Matera

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
porno
1 anno fa

Wow, great article post. Much thanks again. Keep writing. Annmaria Pavel Glendon