Luna d’inverno: lupi mannari e crimini !

Luna d’inverno: lupi mannari e crimini !

A cura Franco Capanna (Teramo) * Sindacalista – giornalista – scrittore * franco.capanna@ilpopolo.news * 

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it 

Luna d’inverno: lupi mannari e crimini !

< Luna d’inverno > è un recente interessante romanzo di Ilaria Varese.

Ilaria Varese è una studentessa di lettere, di anni 27. Si definisce una lettrice compulsiva. Ha scritto anche altri romanzi tra cui < Bacio di fuoco > e < Sangue puro >.

La scrittrice Ilaria Varese

<Luna d’inverno >: una lettura davvero mozzafiato dove la protagonista è una ragazza del Tennessee, cresciuta in una delle tante fattorie della contea, in una famiglia in apparenza normale come tante altre, ma sembrerebbe invece conb licantropi di sangue puro.

Nel periodo di Winter Fe, la luna d’inverno, è qualcosa di spaventoso ed inarrestabile che “incurgida” interi villaggi e li spazza via in un’onda color sangue.
Non è mia intenzione scrivere la trama per gli amanti della “Urban Fantasy” che sorta di un “Bacio del fuoco” dove già a metà lettura sei come triste perché sta già finendo.
Bravissima l’autrice che fa della protagonista una sorta di eroina che si ritrova a combattere coi demoni interiori e per me scrivente ottimo spunto di riflessione.
In tempi antichi la licantropia era considerata una delle tante epidemie di satanismo e di conseguenza – come rimedio – si ricorreva, così come per le streghe, a bruciare vivi i soggetti e per infliggere loro una bastonata mortale in testa.
Nel corso dei secoli, fortunatamente, si è scoperta l’origine del malanni ed il fenomeno è stato debellato.
Ciò nonostante tale malessere è leggendario e definirlo disturbo sminuirebbe il vero fascino dei licantropi: infatti dall’ antichitaì fino ai tempi moderni i casi ritenuti reali di persone considerati lupi mannari sono tantissimi.
Non magari propri lupi mannari, ma certo demoni del male.
Gli eventi più atroci della Storia vede al primo posto la Seconda Guerra Mondiale.
Al secondo posto le invasioni Mongole di Gengis Khan che nel Medio Evo ha lasciato sul campo milioni di morti ed – a pari merito – va menzionata anche la collettivizzazione forzata cinese (1949-76) da Mao Zedong fondatore della Repubblica Popolare cinese.
A seguire la carestia Indiana causata dalle politiche economiche e amministrative britanniche che costò la vita a 27 milioni di cittadini del vastissimo impero Regno Unito.
Non è facile nemmeno stabilire quali siano i dittatori più efferati nel novecento .
Comunemente si ritiene che la palma d’oro vada a Mao Zedong con le sue collettivizzazioni forzate e stimate in 40 milioni di morti.
Altrettanto tragiche furono le politiche di Stalin con milioni di civili uccisi da carestie , purghe,coi di lavoro forzati, deportazioni e massacri.
Essenze di inaudita ferocia Adolf Hitler: furono un milione e mezzo i bambini uccisi dal nazifascismo : ebrei, zingari,slavi, disabili,e molti morivano nei campi di sterminio altri nei lager. Un numero di milioni  di persone sterminate con la Shoah e le famigerate camere a gas letali oltre causare sofferenze indicibili prima morire.
La soluzione è punto del non ritorno fu raggiunto nel 1942, quando  durante la conferenza di Wannennsee furono decise le modalità della ” soluzione finale della questione ebraica”.
Creati centri di sterminio di Chelmno, Belzel, Sobibor, Treblinka, Maidaner , Auschwitz-Birkenau..
Nel suo ” De Bello Galligo”‘Giulio Cesare racconta un vero e proprio genocidio che porto’ alla strage milioni di Galli compresi donne, bambini.
Evento che toglie la pietà del suo assassinio al Senato da parte dei congiurati.
Deve gran parte della sua eroicità e benevolenza allo scrittore Schakespear.
Ai giorni nostri i primi cinque rischi sono: fallimento della Mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici; eventi meteorologici estremi; grave perdita di biodiversità e collasso dell’eco sistema, crisi alimentare, crisi idriche.
                           **********************************************
A cura Franco Capanna (Teramo) *
Sindacalista – giornalista – scrittore *
franco.capanna@ilpopolo.news * 

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it 

22 Responses to "Luna d’inverno: lupi mannari e crimini !"