L’Avv. Antonella Russo (Sant’Agata di Puglia/FG) interviene a difesa della cerealicoltura italiana, per delle prospettive “umane” dei produttori di grano ed a tutela dei consumatori. > * (prima parte)

L’Avv. Antonella Russo (Sant’Agata di Puglia/FG) interviene a difesa della cerealicoltura italiana, per delle prospettive “umane” dei produttori di grano ed a tutela dei consumatori. > * (prima parte)
Angelo Sandri (Udine)

A cura del Dott. Angelo Sandri (Udine) * 342- 342-9581946 *

342-1876463 *segreteria.nazionale@dconline.info * 

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana *

Direttore Responsabile de <IL POPOLO> della Democrazia Cristiana.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< L’Avv. Antonella Russo (Sant’Agata di Puglia/FG) interviene a difesa della cerealicoltura italiana, per delle prospettive “umane” dei produttori di grano ed a tutela dei consumatori. > * (prima parte) 

Una nuova importante iniziativa è stata intrapresa in questi giorni dall’Avvocato pugliese Antonella Russo (di Santagata di Puglia/in provincia di Foggia) a tutela del settore concernente la cerealicoltura italiana e le prospettive per i produttori di grano, nonchè a tutela dei consumatori.

Avv. Antonella Russo (Foggia)

L’iniziativa è stata intrapresa a nome dell’Associazione “Masserie Santagatesi”, alla quale si sono uniti anche le Associazioni dei “Liberi agricoltori di Terra e Vita”, l’Associazione “Liberi Agricoltori di Sicilia”; l’Associazione dei consumatori “Adiconsum”

 

<< Il comparto agricolo, soprattutto quello cerealicolo, – stigmatizza l’Avvocato Antonella Russo – sta subendo da alcuni anni una forte crisi

<< Il comparto agricolo, soprattutto quello cerealicolo, – stigmatizza l’Avvocato Antonella Russo – sta subendo da alcuni anni una fortissima crisi.

Crisi dovuta non solo agli elevati costi di gestione, ma anche al continuo ribasso del prezzo del grano; ai crescenti episodi di furti ed atti vandalici che interessano le aziende agricole; ad una Pubblica Amministrazione lontana ed assente dal settore agricolo (il che comporta solo una crescente burocratizzazione per le aziende agricole con aggravio di spese e perdita di tempo); alle calamità naturali, tipo alluvioni e siccità, ormai sempre più frequenti, tanto che ormai lo Stato ritiene utile non tenerne più conto per non essere costretto ad erogare possibili indennità.

Il Sud Italia è sempre stato considerato il granaio d’Italia, da sempre specializzato nella produzione di grano di qualità.

Nonostante la pregevole qualità, con il prezzo del grano e dei cereali in genere attualmente a 25 euro a quintale, il produttore non copre nemmeno le spesi di produzione, costringendo tanti agricoltori a lasciare incolti i terreni acquistati con il sacrificio di generazioni precedenti e che a stento ormai, per i fattori che sono stati narrati, si riescono ancora a conservare la proprietà.

La terra ormai non è più dell’agricoltore ma, quando meno te l’aspetti, arriva una grossa Società e con la dicitura “esproprio di pubblica utilità”, volenti o nolenti, se la prendono.

Da precisare che la pubblica utilità sta solo per le Società, perchè oltre al fastidio per il rumore delle pale che girano, per le difficoltà di coltivare i terreni accanto, la popolazione interessata non ha davvero nessun beneficio.

Eppure selvaggiamente continuano a storpiare l’unica cosa che rimane al Sud: il paesaggio.>>

Il Capo dello Stato Sergio Mattarella

Queste importanti osservazioni (ed altre che andremo a presentare con un secondo articolo sull’argomento) sono state oggetto di una missiva inviata nei giorni scorsi al Presidente della Repubblica italiana On. Sergio Mattarella; al Presidente del Consiglio dei Ministri Avv. Giuseppe Conte; al Ministro dell’Agricoltura On. Teresa Bellanova; al Sottosegretario per le politiche agricole On. Giuseppe L’Abbate; al Presidente della Regione Puglia Dott. Michele Emiliano; al Presidente della Regione Sicilia Dott. Sebastiano Musumeci; alla Senatrice Gisella Naturale della V Commissione Agricoltura del Senato.

A queste autorità, ci cui in indirizzo, si richiede un intervento concreto ed immediato affinchè l’Agricoltura italiana tutta, e soprattutto quella cerealicola, possa sopravvivere a queste dinamiche di mercato globale veramente distruttive dell’intero comparto agricolo italiano e nel contempo tutelare i consumatori da acquisti ingannevoli.

*********************************************************************

A cura del Dott. Angelo Sandri (Udine) * 342- 342-9581946 *

342-1876463 *segreteria.nazionale@dconline.info * 

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana *

Direttore Responsabile de <IL POPOLO> della Democrazia Cristiana.

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

4 Responses to "L’Avv. Antonella Russo (Sant’Agata di Puglia/FG) interviene a difesa della cerealicoltura italiana, per delle prospettive “umane” dei produttori di grano ed a tutela dei consumatori. > * (prima parte)"