La paterna e costante presenza di Dio nella nostra vita !

La paterna e costante presenza di Dio nella nostra vita !
Anna Beneduce (Salerno)

A cura di Anna Beneduce (Salerno)

anna.beneduce@dconline.info * cell. 340-5838171 *

Segretario regionale Dip. per le Relazioni con il Mondo Ecclesiale e del Volontariato della Democrazia Cristiana della regione Campania.

< La paterna e costante presenza di Dio nella nostra vita >!

 

<< Quel che ho dato posso riprenderlo e poi restituirlo, quando mi piacerà. Quando avrò dato, avrò dato cosa mia. Quando avrò tolto, non avrò tolto cosa tua; poiché mio è “tutto il bene che viene dato; mio è ogni dono perfetto” (Gc 1,17). Dal libro “l’Imitazione di Cristo”libro l – Cap.XXX >>.

È questo che purtroppo l’uomo non riesce ad interiorizzare: la presenza di Dio; la mano di Dio; la Volontà di Dio in ogni cosa o evento che accade nella sua vita.

La nostra vita è permeata dalla Sua costante presenza di buon Padre ma certi uomini certe persone non vogliono entrare in queste consapevolezze, forti dell’autonomia del proprio libero arbitrio sono sempre alla ricerca del piacere; dell’appagamento dei sensi; ricchezze; successi; potere; sempre ad arrovellarsi per il raggiungimento di questi obiettivi non certo per il bene comune ma bensì per sè stesso.

Com’è fievole la fibra di un uomo quando per un motivo o per un altro qualche cosa nella sua vita svanisce; scompare dall’oggi al domani, non c’è più; ecco che tutta la sua sostanza perde forma; ha omesso Dio Padre Onnipotente dal suo obiettivo; dal suo progetto.

Dio è il nostro Padre Celeste, conta e conosce il numero dei nostri capelli; l’indole; i limiti; ciò che è bene, ciò che e’male per noi,per cui ogni nostro progetto deve essere rimesso a Lui con umiltà.

Niente dei nostri desideri e pensieri possono essere a lui celati Egli scruta nell’intimo del nostro cuore; osserva e valuta se quello che celiamo alla fine è per il nostro bene. Diversamente guida e condiziona ogni nostra scelta per ogni buon fine,ogni buon esito. Siamo stati creati per il cielo ma troppe cose, troppi piaceri il mondo propina, distogliendo l’uomo da questa verità.

Intanto cerchiamo di guadagnarcelo questo posto nel cielo.

Prendiamo consapevolezza di chi siamo; da dove veniamo e dove andremo una volta finito il tempo che ci è stato dato da vivere sulla terra; la terra il nostro banco di prova ognuno con un compito una missione da assolvere per il bene comune; il benessere dei propri simili.

Viviamo in una società nella quale se tutti stanno bene, anche noi lo saremo altrettanto.

Lavoriamo; lottiamo per il bene comune in esso il benessere di un popolo; di una Nazione a maggior ragione se Dio Padre Onnipotente ce ne ha dato il mezzo; il modo occupando posti di rilievo e risonanza non certo per nostra vanagloria ma per Sua Volontà al quale un giorno ne’daremo conto.

Gesu’ dice: < Ogni cosa che fate al più piccolo lo avete fatto a me ! >

Per cui Gesù è nell’operaio che lotta per un lavoro per poter sostenere la famiglia; nel malato; nell’anziano che hanno bisogno di assistenza; nel più debole ed emarginato che ha bisogno di aiuto; nello straniero che ha bisogno di inserirsi; nel giovane che ha bisogno di credere in un futuro migliore in un mondo migliore.

Pertanto lavoriamo per questo, ognuno di noi oggi è chiamato a questo nel piccolo o nel grande. Meritiamolo questo posto per l’eternità in cielo laddove Gesù è andato a prepararlo.

Portiamo con noi le opere che ci premieranno per tanto e lasceremo comunque un buon ricordo del nostro passaggio su questa terra e saremo cosi benedetti e ricordati per il nostro operato.

(Anna B) * Pace e Amore

*******************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

Pagina ufficiale facebook de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana:

< facebook.com/IlPopolo.News >

*******************************************************

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments