La notte è piena di stelle e ho visto te, cara Befana, su quella scopa e piena di doni sulle spalle per noi bambini !

La notte è piena di stelle e ho visto te, cara Befana, su quella scopa e piena di doni sulle spalle per noi bambini !

 

A cura di Franco Capanna (Teramo)

franco.capanna@dconline.info

Presidente nazionale Movimento Seniored della Democrazia Cristiana

Sindacalista – Giornalista – Scrittore

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< La notte è piena di stelle e ho visto te, cara Befana, su quella scopa e piena di doni sulle spalle per noi bambini ! >

Alcuni bambini e bambine mi hanno chiesto scrivere sulla Befana e cerco fare in modo di esaudire la loro richiesta.

Originariamente la Befana era simbolo dell’anno appena passato, un anno ormai vecchio proprio come lo è la Befana stessa. I doni che la vecchietta portava, erano dei simboli di buon auspicio per l’anno che sarebbe iniziato.

Nella tradizione cristiana, la storia della befana è strettamente legata a quella dei Re Magi. La leggenda narra che in una freddissima notte d’inverno Baldassare, Gasparre e Melchiorre, nel lungo viaggio per arrivare a Betlemme da Gesù Bambino, non riuscendo a trovare la strada, chiesero informazioni ad una vecchietta che indicò loro il cammino.

I Re Magi, allora, invitarono la donna ad unirsi a loro, ma, nonostante le insistenze la vecchina rifiutò. Una volta che i Re Magi se ne furono andati, essa si pentì di non averli seguiti e allora preparò un sacco pieno di dolci e si mise a cercarli, ma senza successo.

La vecchietta, quindi, iniziò a bussare ad ogni porta, regalando ad ogni bambino che incontrava dei dolcetti, nella speranza che uno di loro fosse proprio Gesù Bambino.

La notte e bellissima piena di stelle poi guardando meglio ho visto te ,cara Befana,su quella scopa.

Mi hanno detto che riempi le calze di lana che tutti i bimbi se stanno buoni,da te ricevono ricchi doni.

 

O cara Befana prendi i desideri d’ogni bambino o anche un trenino che fermi anche alle case dei poveretti con tanti doni e tanti confetti.

Autore Franco Capanna.

 

5 1 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
FrancoCapanna
FrancoCapanna
25 giorni fa

Un immenso grazie ai tanti bimbi e bimbe e loro genitori per le belle parole inviate del mio scritto su L’ Epifania del Signore.
Non io ma le bimbe e i bimbi sono i veri artisti per le bellezze espresse su i loro doni ricevuti dalla Befana stanotte.
Evidente che la Befana ha premiato loro bontà di cuore sia bambini benestanti che poverelli ma tutti ricchi di bontà infinita.
Dedico a loro tutti questa splendida poesia .

Una luce vermiglia
risplende nella pia
notte e si spande via
per miglia miglia e miglia.
Oh nova meraviglia!
Oh fiore di Maria!
Passa la melodia
e la terra si ingiglia.
Cantano tra il fischiare
del vento per le forre,
i biondi angeli in coro;
ed ecco Baldassarre,
Gaspare e Melchiorre
con mirra, incenso e oro.