La guerra tra poveri, bisogna correre ai ripari.

La guerra tra poveri, bisogna correre ai ripari.

La guerra tra poveri

Indubbiamente molti errori furono fatti nel periodo della prima repubblica ed anche seri, ma la casa, in Italia, era stata sempre considerata bene prioritario.

Quel che sta accadendo a Foggia, e non solo, è pazzesco e ancor di più causa nausea che il governatore della regione Puglia non si presenti a una trasmissione ad hoc in RAI 1 (ovvero servizio pubblico). Dalla trasmissione, cui si è presentato, bisogna dargliene atto, il sindaco di Foggia pur arrampicandosi spesso sugli specchi si è letto, tra le righe, che l’occupazione abusiva degli alloggi certamente non da un aiuto alla risoluzione, ma lo aggrava.

Quest’articolo vuole superare il quotidiano “bla bla bla” e mettere i puntini su altre “i”.

In occasione del servizio della stessa testata televisiva (RAI 1) di qualche mese or sono che rendeva spunto dalla prostituzione di tre ragazze minorenni di cui una in stato di gravidanza, gestita da un campo rom nel prosieguo del discorso questo si allargò fino ala sistemazione degli occupanti il campo stesso dopo lo sgombro.

La domanda era: dove li mettiamo? Ora chiederei troppo se riproponessi il quesito a proposito delle famiglie italiane che vivono in un container a Foggia?

Chiederei troppo che le case popolari occupate illegittimamente siano consegnate ai titolari seconda graduatorie e in assenza di alloggi popolari che sistemazioni momentanee siano  bene usufruibile per queste ultime?

Chiedo, anzi pretendo troppo se bambini affetti da malattie respiratorie gravi o tumorali siano IPSO FACTO trasferiti in alloggi decenti?

Chiedo troppo se il sindaco di Foggia e il” democratico” Emiliano fossero così gentili da rendere pubblica la mappa delle case usufruibili e la loro situazione abitativa?

Compitino facile facile di cui faccio un esempio. Via Tal de Tali numero 6 abitazione di 60 mq  di proprietà dell’ente………… disabitata da anni  X abitata con occupazione abusiva oppure libera oppure soggetta a vincoli giudiziari dal……………….Abitazione del comune abitata dalla famiglia  XCFC dall’anno ……….avente diritto per graduatoria con estremi della stessa.

Altro esempio proprietà CAIO SEMPRONIO sequestrata a organizzazione mafiosa  e usufruibile tra mesi  12.

Ancora scuole o caserme  non più a tal uso destinata  per cui dismessa e riciclabile in tot mesi in civile abitazione.

La vecchia Repubblica,  con le sue INCIS e INA CASA   con un sistema bancario, certamente figlio dei tempi e pertanto perfettibile, aiutava  la nascita di cooperative edilizie il problema, non dico lo avesse risolto in toto, ma quasi.

Allora 8 persone in 27 mq non è degno di una società civile e finché esisterà questo sconcio è ovvio che il discorso migranti non potrà essere prioritario nell’ottica favorevole all’accoglienza degli stessi.

Oggi accogliere ancora in Italia sarebbe come far bella figura con l’Europa ipocrita e cialtrona allungando la lista dei poveri italiani, rendendo schiavi senza speranza gli extracomunitari  già presenti nel nostro territorio, arricchendo scafisti e politici luridi e, tra i primi, molti italiani senza scrupoli.

O no?

Dott.  Sergio Funicello vice segretario nazionale DC per la sanità e assistentato        sergiofunicello.it

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments