La dura condanna della Democrazia Cristiana alla visione senza speranza del Ministro Speranza

La dura condanna della Democrazia Cristiana alla visione senza speranza del Ministro Speranza

A cura di Angelo Sandri (Udine) * segreteria.nazionale@dconline.info * cell. 342-9581946 * Segretario politico naz.le Democrazia Cristiana e Direttore Resp. de <IL POPOLO>.

Angelo Sandri (Udine)

www.ilpopolo.news @ www.democraziacristianaonline.it *

< La dura condanna della Democrazia Cristiana alla visione senza speranza del Ministro Speranza >.

La Democrazia Cristiana italiana esprime il suo aspro disgusto per le dichiarazioni del Ministro Speranza, espressione di un sistema politico parlamentare che d’altro canto concede ben poche speranze al popolo italiano.

In effetti cosa possiamo sperare da un “Governicchio” frutto del più bieco trasformismo e disponibile a qualsiasi malefatta pur di mantenersi in vita, ancorchè in maniera “cadaverica” e ben poco produttiva per il Bene del popolo italiano ?

Il Ministro che ingiustamente si denomina “Speranza” (ma così pare risultare dai suoi dati anagrafici) ha “sparato” la sua visione del mondo e delle cose a proposito di aborto farmacologico e tecniche abortive in generale, andando verso l’interpretazione più favorevole a questo orrendo crimine e cercando di rendere la cosa il più possibile facile e naturale.

Abortire è facile ormai quasi come bere un bicchier d’acqua, dicono i commentatori.

Una visione del tutto ingannevole e raccapricciante, che da un lato ci fa venire il voltastomaco e dall’altro crea in noi rabbia e sconcerto vista la negatività con cui si affrontano questi temi così delicati ed importanti, come quelli concernenti la vita umana il cui valore – secondo Speranza and company – ha ormai ben poco significato.

Continueremo dunque – come Democrazia Cristiana – la nostra battaglia a favore della vita e contro le manipolazioni proposte da questo Governicchio senza coscienza e con ben poco ritegno.

Un’opinione politica però ci deve essere per il momento consentita: questo Governicchio suscita in noi proprio sensazioni di grande ribrezzo.

Ah, se ci fosse una pillolina contro certi Ministri.

Potremmo verificare di assumerla anche in Day Ospital e perfino senza nessuna precauzione….

Sarebbe una scelta dettata dalla più assoluta emergenza ….

A cura di Angelo Sandri (Udine) * segreteria.nazionale@dconline.info * cell. 342-9581946 * Segretario politico naz.le Democrazia Cristiana e Direttore Resp. de <IL POPOLO>.

 www.ilpopolo.news @ www.democraziacristianaonline.it *

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Ulisse
Ulisse
2 anni fa

Prima di condannare la pillola andrebbero condannati i costumi,. Oggi i giovani abusano della sessualità spesso in maniera sbagliata creando danni e problemi che vanno risolti.la pillola non assume solo un fattore riparatore ma anche evitare traumi inutili di una gravidanza o peggio aborto classico. Detto questo il problema va rapportato ad una violenza ed un eventuale gravidanza non. Voluta figlia della differenza e dell’ umiliazione

Antonio
Antonio
2 anni fa

Noi siamo il futuro per l’Italia

Franco Capanna
Franco Capanna
2 anni fa

Accidenti questo governo un incubo.

Valentina
Valentina
2 anni fa

«Il grande merito dei governi liberi in confronto a quelli tirannici sta appunto nel fatto che, nei regimi di libertà, discussione e azione procedono attraverso il metodo dei tentativi e degli errori. Trial and error è l’emblema della superiorità dei metodi di libertà su quelli di tirannia. Il tiranno non ha dubbi e procede diritto per la sua via; ma la via conduce il paese al disastro.»

Luigi Einaudi