LA DEMOCRAZIA CRISTIANA INTENDE PRIVILEGIARE IL PROPRIO IMPEGNO IN CAMPO POLITICO/SOCIALE A DIFESA DEI PIU’ DEBOLI E MENO ABBIENTI !

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA INTENDE PRIVILEGIARE IL PROPRIO IMPEGNO IN CAMPO POLITICO/SOCIALE A DIFESA DEI PIU’ DEBOLI E MENO ABBIENTI !

A cura di Gino Monaco (Agrigento)

gino.monaco@dconline.info * cell. 

Vice-Segretario Organizzativo nazionale della Democrazia Cristiana italiana

Segretario Organizzativo regionale della Democrazia Cristiana regione Sicilia

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana

< LA DEMOCRAZIA CRISTIANA INTENDE PRIVILEGIARE IL PROPRIO IMPEGNO IN CAMPO POLITICO/SOCIALE A DIFESA DEI PIU’ DEBOLI E MENO ABBIENTI ! >.

La Democrazia Cristiana italiana intende spendersi sempre più nel sociale ed a difesa delle componenti più deboli ed indifese della nostra Società.

Intervento di Angelo Sandri nellaDirezione nazionale della D.C.

Lo ha affermato a chiare lettere il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana dott. Angelo Sandri (Udine) nel corso della recente riunione di Direzione nazionale della D.C. svoltasi a Roma nei giorni scorsi presso il Centro don Orione di Via della Camilluccia 112.

Angelo Sandri ha anche attaccato esplicitamente un sistema politico parlamentare a suo dire:

<< sufficientemente “corrotto” e ben poco attento e sensibile verso le gravissime lacune e problematiche esistenti nella società italiana laddove la soglia di povertà si sta estendendo in maniera assai preoccupante e drammatica.

Ma al sistema politico parlamentare attualmente dominante questi problemi ben poco interessano.

Interessa invece contrastare con artifizi e raggiri quella impostazione democratica e di libertà che la Democrazia Cristiana aveva instaurato nella fase costituente della nostra Repubblica e che è tuttora incarnata (e dovrebbe essere anche protetta) dalla Carta Costituzionale. 

Da qui tutta una serie di provvedimenti che – secondo il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana – definire “fascisti” potrebbe perfino essere considerato un eufemismo.

La Democrazia Cristiana italiana intende pertanto spendersi ed impegnarsi in tutta una serie di questioni attinenti al sociale e che attendono di essere affrontate con maggior serietà ed equilibrio, bandendo le cosiddette “orecchie da mercante” tanto care ai politici attualmente in auge. >>

Tra le tante emergenze che andranno affrontate con impegno vi è senz’altro la questione dei minori, che purtroppo tante volte ha interessato ed interessa svariate famiglie italiane.

Graziella Duca Arcuri (Cosenza) e Angelo Sandri (UD)

Non basterà di sicuro un articolo sul nostro giornale nemmeno ad introdurre queste tremende tematiche che attendono da tempo di essere affrontate e risolte in maniera dignitosa.

Però anche la Democrazia Cristiana intende dare il proprio contributo e lo intende fare con costanza e pervicacia. convinta che sia un dovere fondamentale agire a difesa dei più deboli, intendendo la Politica come < alta forma di carità >, come come anche insegna il magistero della Chiesa cattolica.

Avv. Carlo Priolo (Roma Capitale)

Madri allontanate dai figli, con l’autorizzazione di prelievi coatti: eventi drammatici che interpellano la coscienza di tutti e sui quali anche la Democrazia Cristiana intende mettersi in gioco ed impegnarsi per trovare soluzioni accettabili.

Interviene sull’argomento anche il Dott. Carlo Priolo (di Roma Capitale), Portavoce della Segreteria politica nazionale della Democrazia Cristiana italiana.

Francesca Vecchini (Lodi)

<< E’ un argomento che trovo davvero molto doloroso !

Ho presente le moltissime denunce delle “mamme coraggio” d’Italia, che con smisurate sofferenze (ancorchè prive delle risorse che sarebbero necessarie) stanno combattendo un tutta Italia per narrare in modo preciso ed autorevole le loro drammatiche storie di orrori inconcepibili e di “mutilazioni” che i loro figli hanno subito e subiscono nel corpo e nell’animo, vedendo cancellate per sempre le loro infanzie e le proprie adolescenze.

Ci dobbiamo urgentemente chiedere del perché esista il fenomeno degli allontanamenti illeciti dai genitori biologici e l’esecrabile conseguenza di affidi illeciti i quali – è bene sottolinearlo a chiare lettere – costituisce un vilipendio ai principi fondamentali della Carta costituzionale della nostra Repubblica italiana.

Una simile “patologia” cancella di fatto la forma repubblicana del nostro Stato; decapita i valori della democrazia e della libertà; legittima il dominio di oligarchie tiranniche.

Erika Perrone (Mov. Giovanile DC)

Come mai non si vuol cercare e trovare  una soluzione a questo problema?

Certamente la burocrazia è una pericolosissima “malabestia”, come ci insegnava don Luigi Sturzo.

Ma chiudere gli occhi e far finta di nulla non è lecito, specie in un partito che di definisce democratico e cristiano>>.

Gli fa eco il Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana Angelo Sandri.

Avv. Claudia Blandamura (Milano)

<< Sono tematiche delicate e molto complesse ma che dobbiamo affrontare con coraggio e determinazione.

Purtroppo siamo di fronte ad un sistema davvero planetario di negazione del femminile.

Pensiamo alla riduzione della donna a mera funzione generatrice. Oppure al commercio globale dei bambini. Pensiamo alla decapitazione delle esigenze sessuali femminili con le diffuse pratiche delle mutilazioni genitali. Oppure alla  cancellazione dei desideri della donna, troppe  volte accettati per ma già cancellati “in pectore”.

Mioara Done con il dott. Stefano Andreotti

Potremmo continuare a lungo questo brutto elenco: pensando alla giustificazione degli stupri, all’occultamento generalizzato dei maltrattamenti; alle indegne prevaricazioni contro la donna con il coinvolgimento criminale dei figli.

Assistiamo ad un sistema indecente senza distinzioni tra i potenti del mondo, uniti da un terroristico silenzio, che si contendono il primato nel declamare che ogni agire è nell’interesse dei cittadini, accusando la parte avversa di essere causa delle lotte fratricide e dei mali del mondo, lasciando però i “servi della gleba” così come erano, pur confortati da poter comprare un frigorifero o l’auto al mercato dell’usato.

La tratta dei bambini, la compravendita di merce umana (donne e bambini), le macellerie planetarie dove si sezionano i bambini dei poveri per i pezzi di ricambio dei bambini dei ricchi sono pratiche millenarie che affondano nella notte dei tempi.

Ed i “sequestri di Stato” in Italia sono come la “conchiglia più bella, mentre il grande oceano della verità si stende ignoto tutt’intorno” (Newton). >>

 

****************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

****************************************************************************************

0 0 votes
Article Rating
1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Fernando Ciarrocchi
23 giorni fa

Verissimo. Grazie