LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI ROMA CAPITALE E DELLA PROVINCIA DI ROMA DI NUOVO AL LAVORO IN MODO ALACRE !

LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI ROMA CAPITALE E DELLA PROVINCIA DI ROMA DI NUOVO AL LAVORO IN MODO ALACRE !
Giovanni Paolo Deidda (Roma)

A cura di Givanni Paolo Deidda (Roma)

giovannipaolo.deidda@dconline.info * 

< Segretario del Dipartimento Attività Economico/Produttive e Problematiche del Lavoro della Democrazia Cristiana Italiana e Internazionale >

Editorialista de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana 

e di Angelo Sandri (Cervignano del Friuli / prov. Udine)

segreteria.nazionale@dconline.info * cell, 342-1876463 *

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana

Direttore Responsabile de < IL POPOLO > della Democrazia Cristiana 

< LA DEMOCRAZIA CRISTIANA DI ROMA CAPITALE E DELLA PROVINCIA DI ROMA DI NUOVO AL LAVORO IN MODO ALACRE ! >

Dopo la vergognosa parentesi elettorale che ha visto sopraffazione e illegittimità, nonchè vessazione nei confronti dei diritti del Popolo Sovrano, quali parole d’ordine per gli abusi che sono stati compiuti, la Democrazia Cristiana di Roma Capitale e della provincia di Roma si è rimessa al lavoro per difendere i sostanziali diritti del popolo italiano contro la Dittatura ormai palesemente in atto.

Comm. Rodolfo Concordia (Roma)

Su iniziativa del Segretario politico nazionale Vicario della Democrazia Cristiana Comm. Rodolfo Concordia (Roma * cell. 335-7709516), nel pomeriggio di giovedì scorso si è svolta – presso la sede Organizzativa nazionale della D.C. situata in Via Ostia n. 28, a Roma – una riunione della Direzione della Democrazia Cristiana di Roma Capitale e della provincia  di Roma.

Nel corso della riunione sono stati affrontate questioni alquanto rilevanti nel panorama Politico e Sociale del nostro Paese.

Dott. Alessio Piccirillo (Roma)

Si è inizialmente proceduto ad una analisi approfondita del risultato elettorale nazionale e si è evidenziato come esso abbia rappresentato il livello più basso del rispetto dei Dettami della Costituzione della Repubblica italiana, specia per quanto concerne la salvaguardia dei diritti del cittadino elettore ancora una volta trattato come strumento al servizio dello Stato e degli interessi dei partiti egemoni.

E’ stata ribadita con forza la nostra convinzione che è lo Stato che deve essere al servizio dell’uomo e strumento della sua realizzazione umana, sociale ed economica.

Claudio Bognanni (Roma)

Invece, la dinamica, il percorso e l’utilizzo di “decretini” – come quello di data 25 maggio 2022 – nel quale si andava a rimodulare la normativa che disciplina la presentazione delle Liste con diritto o meno della raccolta delle firme, addirittura con retrattività – e che ha rappresentato un vero e proprio arbitrio contro la espressione e la tutela dei diritti garantiti dalla nostra Costituzione.

Giovanni Paolo Deidda (Roma)

A fronte di ciò, si è proceduto ad una discussione nel merito che ha chiaramente evidenziato il preoccupante stato di degrado dei diritti e dell’utilizzo del cittadino sovrano, relegato a strumento degli interessi degli attuali partiti egemoni, incuranti del fenomeno dell’astensione che rischia di compromettere la tenuta dello Stato Democratico e l’obiettivo di una Democrazia Computa.

E’ stato anche introdotto il tema delle prossime elezioni Regionali del Lazio che a fronte dell’abdicazione di Zingaretti come Presidente della Regione Lazio in favore del seggio di Deputato a Montecitorio, provocheranno un anticipo sul loro svolgimento naturale che era previsto per il mese di Aprile del 2023.

La nuova data ipotizzata, potrebbe essere Gennaio del 2023.

Roberto Esposito, Angelo Sandri, Rodolfo Concordia

E’ pertanto necessario anticipare l’organizzazione ed anticipare la pianificazione degli impegni connessi al rispetto della normativa di legge sul piano elettorale.

Si è iniziato anche a discutere del Programma Elettorale da presentare, in sintonia con quello Nazionale (prodotto dal lavoro coordinato dal Prof Antonio Romano) e nel quale introdurre le scelte e gli impegni connessi alla territorialità laziale.

Esso dovrà anche contenere alcuni progetti relativi ad aspetti importanti della vita della Regione.

A questo riguardo il Dott. Alessio Piccirillo (Roma * cell. 392-7455813) ha esposto un interessante progetto sul Terzo Settore.

Giordana Di Giacomo (Roma * cell. 333-9033937 ) ha invece esposto un progetto uno connesso al rilancio delle Attività Commerciali davvero “sparite” dal e nel Centro Storico di Roma.

Marco Cesareo (Roma)

A questo riguardo sia Claudio Bognanni (Roma), che Giovanni Paolo Deidda (Roma), hanno fornito interessanti contributi relativi al loro ambito lavorativo ed inerenti alle modalità di accesso ai fondi Regionali ed a quelli Europei.

Avv. Valerio Cianciulli (Roma)

Il Vice-Presidente nazionale della Democrazia Cristiana Dott. Roberto Esposito (Roma) si è soffermato sulla valenza politica che avranno le prossime elezioni regionali del Lazio.

L’Avvocato Valerio Cianciulli (Roma) – su indicazione del Segretario Regionale della D.C. Lazio –  ha esposto le normative relative alle modalità ed agli impegni elettorali della prossima competizione Regionale.

Anche il Vice-Segretario Elettorale nazionale della Democrazia Cristiana Marco Cesareo (Roma) ha voluto sottolineare la necessità di essere pronti con una valida organizzazione del partito dello Scudo Crociato in vista di questo prossimo importantissimo appuntamento elettorale.

Mioara Done (Roma)

L’approfondimento delle “regole del gioco” per evitare le conseguenze degli artifizi e raggiri con cui si cerca di limitare la podestà del Popolo Sovrano è di particolare importanza per arrivare ad una consultazione elettorale seria e veramente democratica.

Il Coordinatore Vicario della Segreteria politica nazionale della Democrazia Cristiana Mioara Done (Roma * cell. 389-9098860) si è voluta complimentare con la Democrazia Cristiana capitolina e della provincia di Roma per aver saputo reagire con prontezza ai nefasti avvenimenti elettorali di domenica 25 settembre e di non abbassare la guardia in vista dei prossimi importanti appuntamenti elettorali che interesseranno anche la regione Lazio.

Segno evidente che i valori di Libertà e di Democrazia contenuti nella Costituzione della Repubblica italiana sono ancora particolarmente sentiti e vanno difesi con forza rispetto all’arroganza espressa dalla Dittatura che ormai è palesemente constatabile.

Una nuova riunione della Direzione provinciale della Democrazia Cristiana di Roma Capitale e della provincia di Roma è stata programmata per il pomeriggio di giovedì prossimo (6 ottobre 2022) ed alla quale poter invitare anche esponenti della Democrazia Cristiana delle altre province della Regione Lazio.

 

********************************************************************************************************

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

********************************************************************************************************

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments