LA CHIAMATA ALLE ARMI DEI DEMOCRATICI CRISTIANI !

LA CHIAMATA ALLE ARMI DEI DEMOCRATICI CRISTIANI !

 A cura di: DANILO BAZZUCCHI (Perugia) – danilo.bazzucchi@dconline.info * Capo-Ufficio stampa nazionale Vicario della Democrazia Cristiana.

GIOVANNI PAOLO DEIDDA (Roma) – giovannipaolo.deidda@dconline.info * Segretario per lo Sviluppo e Organizzazione I° municipio di Roma capitale 

ANGELO SANDRI (Udine) – segreteria.nazionale@dconline.info * Segrettario politico nazionale della Democrazia Cristiana * Direttore Responsabile de < IL POPOLO >

< LA CHIAMATA ALLE ARMI DEI DEMOCRATICI CRISTIANI ! >

Danilo Bazzucchi (Perugia)

Siamo arrivati alla vigilia della discussione (oramai definitiva) del MES (il cosiddetto meccanismo “salva Stati”) e crediamo che sia giunto il momento di una seria riflessione sul momento politico ed economico che sta attraversando il nostro Paese.

Il punto di non ritorno, tanto spesso enunciato ed evocato, è questa volta veramente alla porta e ci sembra quindi il momento giusto per una chiamata alle armi a tutti i bravi “soldati” della Democrazia Cristiana per impegnarci a cambiare l’odierna classe dirigente dell’Italia.

Dovviamo scuoterci dal torpore che da troppo tempo ci contraddistingue e tornare a lottare per un obiettivo, sicuramente ambizioso, ma imprescindibile: riportare nella politica (e non solo) quei valori che hanno reso grande la Democrazia Cristiana in Italia e nel mondo, con uno sguardo sì al passato, ma con gli strumenti adatti per affrontare il futuro e ritornare a fare una politica seria nei luoghi all’uopo deputati.

Giovanni Paolo Deidda (Roma)

Quei valori che hanno contraddistinto la Democrazia Cristiana per cinquanta anni e che sono stati un punto di riferimento per le famiglie italiane: serietà, dignità, libertà ed onestà.

Dobbiamo tornare a proporre la politica dei fatti e non delle parole o degli slogan.

Slagan tipo: “non vi lasceremo mai soli”, li vadano a dirlo a quelli di Amatrice, Norcia, Castelluccio, Arquata, che stanno ancora aspettando qualcuno che li tolga dalle macerie e che la “ricostruzione” non sanno neppure cosa sia !

Angelo Sandri (Udine)

Oppure adesso, in piena pandemia, sentirci a dire: “abbiamo stanziato ben 400 più 350 miliardi di €”, quando tutti sanno che sono denari a debito, che non arriveranno mai per via delle tagliole burocratiche, mentre quei pochi che prenderanno qualcosa sarà fra qualche mese, appena in tempo per pagarci le tasse.

Con la politica delle parole fine a se stesse e dei contenuti vuoti non si va da nessuna parte, anzi si esasperano ancora di più i cittadini.

Lo Stato deve riappropriarsi del suo ruolo, che è quello di garantire ai propri cittadini la vita, il lavoro, i servizi sanitari, la libertà, la democrazia !

Servizi sanitari da garantire e non tagliarli e ipotecarli come fatto in questi ultimi anni di scellerata Seconda Repubblica.

Deve salvaguardare le risorse che ogni singola famiglia ha risparmiato per i propri figli.

Tutelare le imprese, che i nonni prima e i padri poi hanno costruito con fatica e fatto crescere. E non svenderle o farle fallire come causato da questi politici improvvisati ed incompetenti: fanno: queste imprese fanno parte del patrimonio di questo Paese.

Ecco perché la Democrazia Cristiana deve tornare a scendere in campo: per riaprire una nuova era politica dove al centro ci sia la famiglia, l’azienda, l’agricoltore, il commerciante, l’artigiano, il cittadino.

In una parole: dove al centro deve ritornare il popolo che deve essere “sovrano” e non un popolo  vilipeso, umiliato, imbrogliato, come questa classe dirigente.come questa classe politico/parlamentare illegale e corrotta ha imposto per tutti questi lunghi ultimi venticinque anni di ingiustizia e di iniquyità.

Per non sentire più i soliti motti o slogan tipo:”nessuno rimarrà indietro”. Figurimoci, detto da loro sembra una condanna, più che una promessa.

E non dimentichiamoci che sempre riecheggia l’augurio sinistro del soprannominato “Mostro di Firenze”: “stai sereno …

Per ritornare dunque a fare i fatti, quelli per cui la Democrazia Cristiana si è contraddistinta per tanti anni !

Per riportare il sorriso sul volto delle persone e farle sentire fiere di essere italiane e non l’ultima ruota del carro europeo.

 

 A cura di: DANILO BAZZUCCHI (Perugia) – danilo.bazzucchi@dconline.info * Capo-Ufficio stampa nazionale Vicario della Democrazia Cristiana.

GIOVANNI PAOLO DEIDDA (Roma) – giovannipaolo.deidda@dconline.info * Segretario per lo Sviluppo e Organizzazione I° municipio di Roma capitale 

ANGELO SANDRI (Udine) – segreteria.nazionale@dconline.info * Segrettario politico nazionale della Democrazia Cristiana * Direttore Responsabile de < IL POPOLO >

 

 

 

Una risposta a "LA CHIAMATA ALLE ARMI DEI DEMOCRATICI CRISTIANI !"

  1. Salvatore   17 Aprile 2020 il 13:34

    Salve, concordo, sono in linea con tutto l’articolo!….
    Ricordiamoci delle Crociate, ricordiamoci i Cavalieri del Sacro Graal, ricordiamoci dei Partigiani, dei Bersaglieri, gli Alpini!…
    Io ci sono!….
    Svegliamoci!…Svegliamoci!