La candidatura di Claudio Avelar (Democrazia Cristiana) al Consiglio comunale di Rio de Janerio (15 novembre 2020)

La candidatura di Claudio Avelar (Democrazia Cristiana) al Consiglio comunale di Rio de Janerio (15 novembre 2020)

A cura di Dott.ss Latifa Aboutaib (Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info *  cell. 324-8087437 * Vice-Segretario Dip. Comunicazione D.C. Internazionale e Segretario provinciale Movimento femminile e per le Pari Opportunità D.C. provincia di Cosenza

Latifa Aboutaib (Cosenza)

www.ilpopolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

< La candidatura di Claudio Avelar (Democrazia Cristiana) al Consiglio comunale di Rio de Janerio (15 novembre 2020) >.

Claudio Avelar, fondatore dell’Unione Democratica Cristiana del Brasile e Dirigente della Democrazia Cristiana Internazionale, sarà candidato della Democrazia Cristiana alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale di Rio de Janeiro che si terranno il prossimo 15 novembre 2020.

Dunque nonostante la pandemia – e con un gran numero di casi dovuti al contagio per il  Coronavirus – avranno ugualmente luogo in Brasile le elezioni amministrative comunali.

Claudio Avelar

Claudio Avelar ha origini italiane da un lato (Avella) e portoghesi dall’altro. Parla francese, spagnolo, inglese ed ha un’ottima conoscenza della lingua e cultura italiana, tanto da considerare l’Italia come suo secondo Paese.

Uomo pubblico consapevole dei suoi diritti e delle sue responsabilità politiche, ha sempre cercato di fare del suo meglio in ogni cosa della vita.

Claudio Avelar può essere considerato ideologicamente un conservatore moderato, capace, onesto ed incorruttibile, che ama ciò che fa ed cerca l’armonia in ogni circostanza, anche nelle avversità.

Titolare di numerose onorificenze nazionali e internazionali, grazie a questa posizione di “custode del cristianesimo democratico”, Cláudio Avelar si mostra come un uomo profondamente spirituale, con obiettivi totalmente incentrati sulla  dignità umana, valori che possono essere raggiunti solo con la costruzione di una solida base basata sulla filosofia cristiana.

Il riferimento agli insegnamenti della Dottrina sociale della Chiesa è preciso per poter dare all’uomo dignità nella famiglia, la “cellula materna” della società civile e nella professione, come un modo per modellare una condizione comune, indipendentemente dalle loro condizioni.

La sua esperienza politica è iniziata negli anni ’80, lavorando in politica con proposte di democrazia, durante il regime militare.

Nel 1982 si era trasferito a Parigi per studiare ed è lì che ha appreso le scienze della politica, per la  pubblica amministrazione e soprattutto l’impegno per i valori democratici.

Avelar si propone dunque di lavorare sempre per il bene comune, culturale, educativo e umanitario del proprio popolo.

<< Dobbiamo creare – dichiara Claudio Avelar – una nuova cittadinanza culturale, per promuovere l’istruzione e la cultura , eliminando il superfluo e dare a questi aspetti la vera dimensione che dovrebbero occupare nello sviluppo nazionale brasiliano >>.

Claudio Avelar, con il suo ampio curriculum politico, rappresenta l’esperienza di un cittadino il cui lavoro è interamente incentrato sui desideri lampanti di una società che ha bisogno di valori etici che portano la politica nazionale brasiliana a governare con giustizia, moralità e disciplina, esaurendo quegli  spazi aperti da decenni di disordine, impunità e mancanza di rispetto per le giuste esigenze della gente.

Avelar vuol rappresentare un pensiero basato sulla difesa e sui valori della famiglia, intesa come istituzione di base nella formazione della società. E vuol rappresentare principi democratici come unico percorso in grado di consentire lo sviluppo e la vera giustizia sociale.

Libertà, proprietà e vita, che sono i pilastri del popolo e di una società giusta. Dobbiamo riorganizzarci per riflettere su questo. La vita, il più grande bene dato da Dio, ha senso solo quando investiamo in essa e nella vita delle altre persone.

Ha partecipato a un forum di dialogo tra Europa e America Latina su temi per l’agenda internazionale sulla sicurezza. Questo evento è l’unico nel settore in America Latina che riunisce politici, accademici, militari, diplomatici e rappresentanti di altri Paesi.

Avelar si basa sugli obiettivi programmatici dei valori familiari, morali, etici e cristiani, puntando su una società politicamente corretta, garantendo programmi di sviluppo sostenibile. Occuparsi di salute, istruzione, servizi igienico-sanitari di base e garantire giustizia sicura per il suo popolo e i suoi contribuenti. Per questo motivo vanno sostenute le istituzioni democratiche, le elezioni libere e oneste,va dato sostegno ai più svantaggiati, garantendo la dignità del lavoro e la riduzione della povertà.

I suoi pensieri sono sulle persone, dalle persone, per le persone. Ha sempre sostenuto di mettere lo Stato al servizio dell’Uomo (e non dell’Uomo al servizio dello Stato).

“Lo stato deve servire il popolo e non il popolo serve lo stato. Sarò lì per servire il popolo e non per servire me stesso”. Ed afferma anche: “Nessun leader politico è in grado di generare le emozioni degli altri se non è in grado di generare le proprie emozioni”.

 

A cura di Dott.ss Latifa Aboutaib (Cosenza) * latifa.aboutaib@dconline.info *  cell. 324-8087437 * Vice-Segretario Dip. Comunicazione D.C. Internazionale e Segretario provinciale Movimento femminile e per le Pari Opportunità D.C. provincia di Cosenza

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

Una risposta a "La candidatura di Claudio Avelar (Democrazia Cristiana) al Consiglio comunale di Rio de Janerio (15 novembre 2020)"