Inizia il periodo di Avvento: “Maranà thà” – “Vieni, Signore Gesù” ! * Dobbiamo essere vigilanti, ma non inerti.

Inizia il periodo di Avvento: “Maranà thà” – “Vieni, Signore Gesù” ! * Dobbiamo essere vigilanti, ma non inerti.
Valentina Mancinelli

A cura di Valentina Mancinelli (Bastia Umbra/ Perugia)

valentina.mancinelli@dconline.info * Cell. 346-0126040

Segretario nazionale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it 

< Inizia il periodo di Avvento: “Maranà thà” – “Vieni, Signore Gesù” ! * Dobbiamo essere vigilanti, ma non inerti. >

 

Con questa domenica (29 novembre 2020) inizia il periodo di Avvento, il periodo di quattro settimane con il quale ci avviciniamo al Natale di Nostro Signore.

Il popolo che camminava nelle tenebre, ha visto una gran luce; sopra coloro che abitavano in terra tenebrosa, una grande luce ha brillato (Is. 9,1)

In un periodo così difficile e tormentato, con vari ostacoli presenti sul nostro cammino, tutti noi siamo chiamati a fare un ulteriore sforzo per essere testimoni della fede cristiana e per portare al mondo la “Buona novella” insita nel messaggio del Natale.

Nel cammino di fede e di preghiera, costellato da varie celebrazioni liturgiche, il periodo di Avvento costituisce – come noto – la prima tappa.

Il termine “Avvento” deriva dal latino “adventus” (e corrisponde alla parola greca “parusia”). Il termine richiama l’attesa degli abitanti di una città che si preparavano alla venuta del Sovrano che doveva far visita alla loro comunità.

In queste quattro settimane del tempo di Avvento – dunque – ci dobbiamo preparare all’incontro con il Signore Gesù nelle sue due venute.

La prima, quella storica, nel suo Natale.

La seconda, quella definitiva, che avverrà alla fine del tempo e del mondo.

Le letture di questa prima domenica di Avvento ci invitano pertanto alla vigilanza, alla veglia dal sonno spirituale ed alla preghiera.

Voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà“.

E’ un esordio strano quello che la Chiesa ci propone all’inizio di questo nuovo anno liturgico.

Sembra proprio richiamare l’incertezza che ci sta attanagliando in questi mesi, un’incertezza che rischia anche di paralizzare le iniziative e le azioni delle nostre comunità cristiane.

E’ vero. Il non sapere con precisione cosa succederà prossimamente può appesantire sia il cuore che la mente e rischia di “cementificare” lo slancio della nostra vita, rendendoci pressochè immobili.

Oppure schiacciati sul presente.

Come dobbiamo allora reagire noi cristiani ?

Innanzitutto ascoltando la Parola ! Ed in essa, con nostra grande gioia, ci vengono rivelate ben due buone notizie.

La prima è che Ges+ù Cristo verrà e si manifesterà a noi, ci verrà incontro, Amico come sempre. E se anche non sappiamo bene il momento (sicuramente però quando usciremo da questo mondo), Egli con certezza verrà !

La seconda è che – ben peggio del non sapere con precisione il momento dell’incontro con il Signore – è quello di indurire in nostro cuore, di vagare lontano da Lui, di dimenticarlo quasi completamente.

E’ il monito con cui ci richiama la lettura del profeta Isaia.

Ecco allora l’invito di attendere quell’incontro con il Signore, vegliando, di stare all’occio – come suolsi dire – e non restando passivi e spenti. Dobbiamo rimanere vigilanti, ma non inerti.

Come possiamo dunque “vegliare” in questo tempo di Avvento?

Con l’ascolto personale del Vangelo del Signore, anche in maniera moto semplcie, leggendo anche una sola frase del Vangelo al giorno.

E poi con la preghiera, magari in famiglia.

Ed infine con la carità, mettendo da parte qualche cosa per sostenere i più fragili e che possiamo donare a chi è in difficoltà. E così riusciremo ad essere vigilanti, ma non inerti !

******************************************************************

A cura di Valentina Mancinelli (Bastia Umbra / Perugia)

valentina.mancinelli@dconline.info * Cell. 346-0126040

Segretario nazionale del Movimento Giovanile della Democrazia Cristiana

www.ilpopolo.news

www.democraziacristianaonline.it 

 

 

Una risposta a "Inizia il periodo di Avvento: “Maranà thà” – “Vieni, Signore Gesù” ! * Dobbiamo essere vigilanti, ma non inerti."