IL NUOVO CONSIGLIERE REGIONALE LOMBARDIA RAG. JACOPO DOZIO SCRIVE AI 55 SINDACI DELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PER UNA PROPOSTA CHE FAVORISCA DIALOGO E COLLABORAZIONE PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI DEL TERRITORIO – “QUERELLE” CON LA SINDACA DI CAPONAGO MONICA BUZZINI.

IL NUOVO CONSIGLIERE REGIONALE LOMBARDIA RAG. JACOPO DOZIO SCRIVE AI 55 SINDACI DELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PER UNA PROPOSTA CHE FAVORISCA DIALOGO E COLLABORAZIONE PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI DEL TERRITORIO – “QUERELLE” CON LA SINDACA DI CAPONAGO MONICA BUZZINI.

A cura di Dott. Angelo Sandri (Cervignano del Friuli/UD)

segreteria.nazionale@dconline.info * cell. 342-1876463 *

Direttore Responsabile de IL POPOLO della Democrazia Cristiana

Segretario politico nazionale della Democrazia Cristiana

< IL NUOVO CONSIGLIERE REGIONALE LOMBARDIA RAG. JACOPO DOZIO SCRIVE AI 55 SINDACI DELLA PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA PER UNA PROPOSTA CHE FAVORISCA DIALOGO E COLLABORAZIONE PER LA SOLUZIONE DEI PROBLEMI DEL TERRITORIO – “QUERELLE” CON LA SINDACA DI CAPONAGO MONICA BUZZINI. > 

Jacopo Dozio (Monza e Brianza)

Terminato un periodo di breve riposo, dopo le fatiche di una quanto mai intensa campagna elettorale e susseguenti impegni dovuti alla Sua avvenuta elezione a Consigliere regionale della Lombardia, l’Ing. Jacopo Dozio (Monza e Brianza) ha ripreso la sua attività politica per adempiere al nuovo incarico istituzionale che gli è stato affidato.

Tra i primi atti in ossequio al suo nuovo mandato Jacopo Dozio aveva deciso di inviare una mail a tutti i cinquantacinque Sindaci della provincia di Monza e Brianza al fine di mettersi a disposizione per collaborare fattivamente nell’affrontare le varie problematiche esistenti sul territorio e cercare di trovare ad esse adeguate soluzioni.

Attilio Fotana e Jacopo Dozio

Un gesto senz’altro rilevante che testimonia la buona volontà del nuovo Consigliere regionale di mettersi a disposizione per la soluzione dei problemi del territorio e finalizzato alla ricerca del Bene Comune.

Ma ci sono casi in cui – come suolsi dire – il “diavolo ci mette la coda” e nel data base messo a disposizione del nuovo Consigliere regionale vi erano delle inesattezze per cui tra gli altri era stato interpellata il precedente Sindaco di Caponago e non l’attuale Sindaca Monica Buzzini, che non ha apprezzato la cosa denunciando pubblicamente il “mistake” ed innescando una polemica quanto mai vivace, finita sui mass media di mezza Lombardia….

<< Si trattava di una lettera – osserva nella Sua “querelle” Monica Buzzini – arrivata in ogni Municipio targato Monza e Brianza, ma non anche all’indirizzo di tutti i rispettivi Sindaci in carica.

La Sindaca di Caponago Monica Buzzini

Come nel caso del Comune di Caponago dove il destinatario della lettera di Jacopo Dozio è stato Carlo Cavenago, che Sindaco lo è stato molti anni fa. >>

I cinquantacinque Comuni della provincia di Monza e Brianza

E’ quanto dunque ha fatto notare con ironia Monica Buzzini, l’attuale Sindaca di Caponago, giunta alla sua seconda legislatura alla guida del Comune, per il tramite di un  post pubblicato sulla sua pagina facebook.

<< Non so da dove prendano certi dati – scrive Monica Buzzini – ma certo è che qualcuno – in Regione Lombardia – dovrebbe aggiornare i suoi database prima di comunicarli ai nuovi Consiglieri regionali.

Ringrazio comunque il consigliere per la sua disponibilità ed al quale invierò sicuramente risposta per poter far sistemare la sua rubrica, ma un controllino però… sarebbe stato quanto mai opportuno.

I sindaci e le sindache della provincia di Monza e Brianza – del resto – sono solo 55 ed un po’ di precisione in più non avrebbe guastato ! >>

Pronta la replica del Consigliere regionale della Lombardia Jacopo Dozio, dispiaciuto per l’involontario errore nell’indicazione del nome del Sindaco (anzi della Sindaca) di  Caponago, ma peraltro più che convinto della bontà della Sua iniziativa.

Jacopo Dozio alla sua prima seduta di Consiglio Regionale della Lombardia

<< Non sbaglia solo chi non fa !

In ogni caso ho voluto scrivere personalmente a ciascuno dei cinquantacinque primi cittadini dei Comuni della provincia di Monza e Brianza, evitando un semplice “copia ed incolla”.

Il mio intendo è quello di dare concreto sostegno alle realtà locali, a prescindere da alcuni errori non sostanziali che la Sindaca di Caponago ha voluto evidenziare con fin troppo zelo.

In ogni caso la bontà dell’iniziativa è fuori discussione, così come dimostrato dal favorevole accoglimento espresso dalla stragrande maggioranza dei Sindaci del territorio.

Si tratta di una rilevante proposta di cooperazione che poterò avanti con determinazione al fine incoraggiare quella maggior partecipazione, così come da tutti auspicato. >>

 

************************************************************************************************** 

www.ilpopolol.news * www.democraziacristianaonline.it *

************************************************************************************************** 

0 0 votes
Article Rating
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Rodolfo Concordia
2 mesi fa

Complimenti Jacopo per una pregevole iniziativa che intende essere a contatto con i problemi del territorio e vicino alle attese della gente. È il modo giusto per fare diminuire la forbice del distacco fra cittadini e la Politica ed al recupero di coloro che con l’astensionismo hanno
gridato la loro insofferenza verso quei partiti che non pensano al bene del Paese ma solo al loro consenso.

Admin

Anche io mi associo ai complimenti a Jacopo Dozio per questa iniziativa interessante ed utile e finalizzata a quei principi di confronto, dialogo e collaborazione che devono ispirare l’azione politica e sociale dei nostri governanti. Mi stupisco invece sul come la Sindaca “protestante” del Comune di Caponago (MB) si sia soffermata sulla “pagliuzza” insita nell’iniziativa di Dozio e non abbia visto “la trave” nell’occhio del suo partito. * ANGELO SANDRI

Monica Buzzini - Sindaca Caponago
2 mesi fa

Gentile Amministratore PopoloNews Angelo Sandri, i fatti sono sostanza….anche se piccoli…Lei sa quale è il mio partito???? Vedo che l’informazione corretta è sempre sconosciuta per molti :(…. e per dire che non vedo travi. La mia era semplicemente una richiesta di attenzione da parte di una Istituzione che, dato che non sono stata l’unico errore, ho saputo, ha probabilmente nei suoi data base dai direi più che antichi. Non mancherò di interloquire con il Consigliere Dozio, le auguro una buona serata.