Prosegue il nostro cammino con la Democrazia Cristiana !

Prosegue il nostro cammino con la Democrazia Cristiana !
Daniele De Vito (Roma)

A cura di Daniele Di Vito (Anguillara Sabazia/in provincia di Roma) * daniele.devito@dconline.info * 

Vice Segretario Nazionale del Dip. “Sanità e assistenza sociale” della Democrazia Cristiana

< Prosegue il nostro cammino con la Democrazia Cristiana ! >

La politica è la più alta e nobile forma di servizio e servire le istituzioni l’onore più memorabile che possa capitare ad una cittadina o a un cittadino.

Non è interesse di parte, non è ambizione personale. Questi principi sono la nostra esperienza professionale, politica e di vita.

Veniamo da storie diverse, ma oggi ci troviamo uniti, nella diversità delle nostre esperienze, davanti a un passaggio che è estremamente difficile sul piano umano ma che dobbiamo alla nostra comunità politica, alle nostre famiglie. Ma in primo luogo lo dobbiamo a noi stessi, alla nostra coscienza individuale.

Abbiamo deciso di mettere la nostra faccia in nome della dignità e della nobiltà della politica e della nostra libertà e responsabilità individuale.

Questo Governo deve affrontare un’emergenza drammatica, legata alla pandemia.

Ma non può essere soltanto l’emergenza a tenere in piedi il Governo: devono essere le scelte, gli atti, le riforme, i provvedimenti.

Paradossalmente è proprio la necessità di rispondere alla pandemia che ci impone di assicurarci ora che l’esecutivo sia capace di prendere tempestivamente decisioni fondamentali per la vita del Paese.

Da qualche mese si rinvia su tutto: dalle infrastrutture su cui i commissari tardano a essere individuati; alle scelte sul lavoro ed alle crisi occupazionali in attesa del drammatico momento che seguirà lo sblocco dei licenziamenti;  fino a importanti dossier fermi da troppo tempo: solo per fare degli esempi, quelli legati all’acciaio, alla rete unica, alle autostrade.

L’Italia, ora più che mai, ha bisogno di crescita e non di immobilismo. Per affrontare l’emergenza il nostro Paese ha bisogno di una visione, non dell’approccio del giorno dopo giorno, con uno sguardo schiacciato su un eterno presente.

Il “Recovery Plan” sulla giustizia è ancora di stampo giustizialista, le risorse sul turismo sono ancora insufficienti, non c’è consapevolezza del valore dell’economia sociale, la vaghezza di alcuni interventi — comprese la cybersicurezza e la riforma della Pubblica Amministrazione — non consente di esprimere un giudizio compiuto in senso favorevole.

L’Italia è un Paese meraviglioso ed i cittadini hanno risposto con straordinaria pazienza e grandissimo senso civico alla fase difficile che abbiamo vissuto.

Ma non possiamo non constatare che oggi l’Italia registra i numeri più pesanti per ciò che riguarda la pandemia e che abbiamo il peggior dato del PIL nel 2020 in Europa.

Non siamo purtroppo il modello che qualcuno vorrebbe poter raccontare. Siamo un Paese bellissimo, ma provato.

Cambiare stile istituzionale, smettere di rinviare i dossier più importanti, rafforzare la risposta alla crisi sanitaria.

Il nostro obiettivo – come Democrazia Cristiana – è quello di avere un’azione più efficace per gli Italiani.

Se per uscire da questo immobilismo serve un atto di responsabilità, siamo i primi a compiere questo passo, per realizzare le condizioni per una nuova e diversa fase per il nostro Paese capace di rispondere prontamente ai bisogni dei nostri cittadini, famiglie ed imprese.

La parola “potere” per noi è un verbo, non un sostantivo !

Significa avere la possibilità di incidere sulla realtà intorno a noi, al servizio del benessere e della prosperità del nostro Paese.

C’è bisogno delle nostre idee e della nostra passione, della nostra collaborazione e il nostro contributo per avere il privilegio di servire l’Italia.

 

Noi siamo la Democrazia Cristiana ! Liberi e forti da Nord a Sud !

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments