Gli obbiettivi programmatici della Democrazia Cristiana

Gli obbiettivi programmatici della Democrazia Cristiana

A cura del dott. ROBERTO SENSONI (La Spezia) * 349-8840090 * roberto.sensoni@dconline.info *  Vice-Segretario organizzativo nazionale D.C. e Segretario politico regionale D.C. Liguria

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

La Democrazia Cristiana intende rappresentare la nuova forza politica Popolare aperta a tutti i credenti (e ai non credenti), attorno ad un Progetto di Rinascita del Paese e dell’Europa.

Per realizzare tutto ciò, si ritiene necessaria la riscoperta di un pensiero forte che faccia riferimento ai principi della Costituzione italiana, della Dottrina Sociale della Chiesa e alle dichiarazioni sui Diritti dell’uomo.

La nuova forza ha bisogno di un Sistema Elettorale Proporzionale capace di ridare viva voce e piena rappresentatività a tutti i settori vitali della società, valorizzando il ruolo del Parlamento e degli organi elettivi ad ogni livello, nel quadro di una forte affermazione della Democrazia Rappresentativa e Partecipata,.

Necessita anche di un Modello di Ordine Sociale fondato su Stato, Mercato, Comunità.

La Democrazia Cristiana si propone pertanto con la propria azione politica di :

1) Combattere contro alcuni fenomeni di portata epocale quale quello della Globalizzazione che – oltre ad arricchire chi ricco lo è già – porta ad un aumento sistemico delle diseguaglianze sociali; provoca delocalizzazione della produzione ed incremento massivo degli straordinari flussi migratori già in atto; produce degrado delle condizioni ambientali e climatiche; provoca caduta dei valori etici, sia nella sfera pubblica che privata.

2) La Politica deve tornare a svolgere un ruolo fondamentale per la rigenerazione della vita pubblica, prevalendo sui “dictat” dell’Economia Globalizzata, entro confini nazionali saldamente difesi, unico ambito dove ancora si può ancora onestamente legiferare senza subire l’influenza dei Poteri Forti e delle Lobby Internazionali.

3) Dare lavoro a tutti deve essere considerato il primo obiettivo politico della nostra Repubblica.

Ma il lavoro deve essere meritocraticamente retribuito; deve avere un dignitoso potere d’acquisto; turni, ferie ed orari umanamente concepiti; e, soprattutto, non deve subire la concorrenza da parte di lavoratori forzosamente immigrati e senza diritti sindacali, né salariali.

D’altra parteesiste pure un Sistema Produttivo da Rilanciare in tutto il Paese, ma anzitutto nel Mezzogiorno, evitando le perniciose delocalizzazioni in terre straniere di fabbriche italiane.

Sono inoltre da riformare le Istituzioni, lo Stato e i Partiti.

Nel mentre la Famiglia, la Procreazione e l’Educazione dei figli sono da sostenere senza indugi.

Il Sistema Formativo e la Scuola sono da rianimare.

La Condizione Giovanile da sollevare ed agevolare.

Ed, infine, la Persona deve essere messa al centro dell’interesse della comunità e la sua Dignità deve essere posta al di sopra di tutto e in tutti gli stadi della vita, dal momento del concepimento fino alla sua conclusione naturale.

4) Lo Stato deve tornare ad essere nuovamente orientato verso una funzione di Garanzia e di Servizio per il cittadino, le famiglie e le organizzazioni intermedie, cessando di essere vessatorio e colluso con i poteri forti.

5) Le scandalose diseguaglianze sia tra ceti sociali, sia tra Nord e Sud, devono essere colmate.

6) Lo Stato, i partiti, le associazioni, i cittadini tutti devono infine lottare contro la Corruzione, l’Evasione e l’Elusione Fiscale, che tante risorse tolgono al paese. Lottare dunque  per la Dignità del Lavoro; per la Tutela della Salute; per la Salvaguardia dell’Ambiente, bene fondamentale per l’umanità tutta; per estendere le Libertà; per rinforzare la Democrazia e promuovere la Solidarietà.

A cura del dott. ROBERTO SENSONI (La Spezia) * 349-8840090 * roberto.sensoni@dconline.info *  Vice-Segretario organizzativo nazionale D.C. e Segretario politico regionale D.C. Liguria

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Maria Leone
Maria Leone
3 anni fa

Bravo Roberto. Giustissimo programma

Sabatino Esposito
Sabatino Esposito
3 anni fa

D’accordo su tutti i punti. Il confronto aperto con tutti. La globalizzazione va gestita con maggiore peso politico dell’ Italia. Proporre le nostre regole a difesa del mercato italiano, non subire le politiche delle grandi lobby, al solo fine di garantirsi i finanziamenti delle campagne elettorali, che per le occasioni mettono in campo partitini per scopi personali. Il sistema politico dell’ Italia è debole per la mancanza di soggetti politici affidabili e attendibili. A noi spetta una battaglia dura per abbattere la grande piramide gestionale italiana. Solo se siamo convinti di non fare le azioni politiche per qualche collegio di comodo, saremo il grado di riportare a votare il 40% degli elettori. Occorre un intervento politico che richiede sacrifici e coraggio, finalizzato al bene comune e alla rinascita sociale del paese. Altrimenti ogni nostro pensiero sarà vano… dopo la due giorni a Roma di dicembre p.v. proposta da Franco Zoleo, organizziamo una manifestazione pubblica davanti al parlamento di tutte le strutture nazionali regionali e provinciali della DC, per iniziare a far sentire la voce unita della democrazia cristiana, quella vera. Diamo voce alla nostra battaglia.

Sabri
Sabri
3 anni fa

Direi ottimo, la riorganizzazione della globalizzazione sarà il punto chiave,

Ma non dimentichiamo il perno centrale dell’economia, dobbiamo lottare e proporre che tutte le spese Nazionali (partendo dal semplice caffè) possano ” finalmente” essere scaricate dalle tasse .

Buon lavoro a tutti,Pinton Sabri

maddaluno alessandro
maddaluno alessandro
3 anni fa

ottima riflessione e ragionamento dott.Sensoni aggiungo dobbiamo ricominciare dalla scuola per i giovani del futuro dalle famiglie creando lavoro sicuro a tempo indeterminato come previsto anche dalla disciplina della costituzione.una famiglia si forma con il comprare una casa come bene rifugio e il lavoro crea dignita’ argomenti ce ne sono tanti’ la leva militare disciplina e rispetto e protezione per gli anziani.

Gianmaria Cappi
Gianmaria Cappi
3 anni fa

Sensoni ritengo modestamente di esprimere un mio pensiero’ quanto tu scrivi dovrebbe diventare motivo di discussione, gli aderenti alla DC devono penso prendere nota sul pensiero da te esposto e come tale aprire un dibattito, pensando che ciò che ne risulterebbe potrebbe esse la piattaforma politica della DC.
Spero che questa mia proposta venga accolta dagli aderenti alla DC.