Giulio Cesare Bertocchi (Segretario Organizzativo Nazionale della D.C.): con l’Italia simile a un “tre alberi” in un mare in burrasca, serve la Democrazia Cristiana ed il “Decalogo della P” !

Giulio Cesare Bertocchi (Segretario Organizzativo Nazionale della D.C.): con l’Italia simile a un “tre alberi” in un mare in burrasca, serve la Democrazia Cristiana ed il “Decalogo della P” !
Fernando Ciarrocchi (Ascoli Piceno)

A cura di Fernando Ciarrocchi (Ascoli Piceno) *

fernando.ciarrocchi@dconline.info* Cell. 347-2577651 *

Coordinatore nazionale Vicario della Redazione giornalistica de < IL POPOLO >

Segretario regionale del Dipartimento Comunicazione della Democrazia Cristiana della Regione Marche.

www.il popolo.news *

www.democraziacristianaonline.it *

< Giulio Cesare Bertocchi (Segretario Organizzativo Nazionale della D.C.): con l’Italia simile a un “tre alberi” in un mare in burrasca, serve la Democrazia Cristiana ed il “Decalogo della P” ! >.

Dopo aver felicemente superato il ricovero di alcuni giorni presso l’Ospedale civile di Bergamo (dovuto ad un riuscito intervento chirurgico) il Segretario Organizzativo nazionale della Democrazia Cristiana italiana Dott. Giulio Cesare Bertocchi (di Almè, in provincia di Bergamo), si è reso disponibile a rispondere ad alcune nostre domande sul partito dello scudocrociato che lui segue da una posizione di notevole responsabilità.

Dott. Giulio Cesare Bertocchi (Almè/in provincia di Bergamo)

Il Dott. Giulio Cesare Bertocchi conosce molte bene le dinamiche socio economiche e politiche della società italiana, grazie soprattutto alla sua pluriennale esperienza per i numerosi incarichi ricoperti in politica, nel volontariato e nel proprio ambito professionale.

D) Dott. Bertocchi, Lei ha un compito non certo facile all’interno del partito dello scudocrociato. Come pensa di riorganizzare la Democrazia Cristiana in questo periodo in cui imperversa il vento dell’antipolitica?

R) << Partiamo con il dire che sono un ” tecnofono” e quindi sono vincente oggi, in un periodo in cui tutti usano computer, hi phone, hi pad e via dicendo

Perché vincente ? Perché oggi quando tutti si preoccupano di apparire sui media – web compreso – io mi preoccupo di essere un “Collezionista di sorrisi” e quindi incontro le persone, ci parlo, sento le loro opinioni, i loro problemi ed i loro eventuali modi di risoluzione idegli stessi. Così ncamero le varie nozioni ed elaboro e riorganizzo il tutto.

Nel mio “team” organizzativo della D.C. ho inserito persone con cui collaboro da lungo tempo e che hanno avuto molte esperienze in campi diversi l’uno dall’altro. Questo per poter avere il polso di ciò che può mancare in molti settori commerciali ed economico finanziari, ma questo non basta.

Abbiamo altresì bisogno di integrare quei votanti che non votano più dal 1994 e che sono la stragrande maggioranza degli elettori. Per fare questo abbiamo bisogno di far tornare a credere nella politica, ma che non deve essere di illusioni e di voli pindarici ma basarsi solo su cose reali: la famiglia, la scuola, il lavoro, sanità e pensioni.

Dobbiamo partire da qualcosa di certo, che possa essere considerabile una certezza ed essere sicuri che – se approvata dal popolo sovrano – riusciremo a perpetrarla senza eccezione alcuna. Così potremmo infondere sicurezza e certezza del voto, il nostro.

Noi vogliamo far lavorare la gente non solo per la cosiddetta “pagnotta”, ma per la propria dignità.

Questi “Oligarchi del niente” attualmente al potere stanno prevaricando ed il brutto è che non sanno neanche il perché e neanche il dove arriveranno e chi ce li ha portati.

L’Italia oggi è un “tre alberi” in un mare in burrasca, con la vela maestra sul ponte e le altre due ammainate a metà con il vento che fischia forte. Pronti per la deriva.

Per quanto concerne l’anti politica non condivido il pensiero e non me ne voglia. Per fare anti politica ci vuole la politica ed io non la vedo. Vedo la politica delle illusioni, quella delle allegorie, della ludopatia. Vedo un grande party di capodanno, ma alla fine del party dovremmo prendere stracci e strofinacci e cominciare a pulire e risanare ciò che hanno distrutto i festaioli del PD e di 5 Stelle. Ed allora si conteranno veramente i danni della “politic-ghost” >>.

D) Una presenza capillare sul territorio fatta di segreterie regionali, provinciali, comunali con i rispettivi momenti congressuali: ritiene questo oviettivo concretamente attuabile?

R) << Una diffusa capillarità ci aiuterà senza altro inizialmente perlomeno a farci riconoscere sul territorio. Da lì dovremo ricominciare a rientrare nella fiducia del cittadino che continua a prendere schiaffi – sin dal 1992 – sia da una parte che dall‘altra dell’arco parlamentare.

Dobbiamo ristrutturarci organizzativamente seguendo alcuni passaggi importanti della Democrazia Cristiana del dopoguerra quando per parlare di politica si riunivano in 5/6/10 persone fuori dall’osteria ed a turno con un bicchiere di vino pensavi: ogni persona è a se, ma se la conosci sarà con te e ne puoi contare da uno a tre.

Sa perché le dico questo ? Perché ci siamo allontanati prima con la radio, poi con la TV, adesso con il web ed internet e la telefonia mobile. Insomma adesso non parliamo più “de visu”. Parliamo per sigle con il telefono. La TV è accesa anche quando pranzi e sei cena; ogni 3 minuti il telefono ti manda SMS oppure suona per novità web.

Mi ricordo che durante un dibattito negli anni ’80. la soglia di attenzione era stimata intorno ai 6 minuti; adesso forse siamo a 2 minuti. Non ci stiamo più parlando! La Democrazia Cristiana vuole innanzitutto ripristinare il dialogo ed il convivio, lo stare insieme consci di dove sei e di chi stai insieme in quel momento.

Le Segreterie sono importanti, ma il colloquio lo deve essere ancora di più: quindi non più solo generali ma anche colonnelli maggiori e graduati vari, fino ad arrivare all’esercito.

Più gente sarà alla guida e più ci sarà dialogo.

E più faremo capire il nostro messaggio politico fatto di integrità, rispetto, moralità, condivisione popolare.

Dal punto di vista politico – per l’essere umano – tutto ciò che sarà più giusto per il popolo >>.

D) Il tesseramento della Democrazia Cristiana come è organizzato? A chi ci si può rivolgere? Qual’è il costo della tessera annuale?

R) << Ci possiamo e dobbiamo rivolgere, senza dubbio, a qualsiasi dirigente apicale regionale o provinciale Oltre che – ovviamente al dirigente “maximum” di settore e quindi al Responsabile nazionale del tesseramento.

La tessera della D.C. non è più importante per la somma che ci aiuterà nello svolgere questa missione, anche perché è stato sancito – nel corso dell’ultima Direzione nazionale della Democrazia Cristiana svoltasi a Roma (26-09-2020) – che il prezzo per ogni singola tessera è di 5 € a persona.

Ma la tessera della D.C. è importante per fidelizzarci noi con loro (i tesserati D.C.) e viceversa.  OK è ovvio che esiste anche una pagina web dove poter avere risposte in tempo reale .

Abbiamo però in programma – COVID permettendo, – di promuovere agli inizi del mese di dicembre 2020 una convention organizzativa nazionale della Democrazia Cristiana e che si svolgerà in Lombardia, e dove sono previsti arrivi di dirigenti nazionali e territoriali della D.C. da tutta Italia.

Riusciremo così a riorganizzarci in modo capillare in tutta Italia ed avremo già i nostri generali pronti a dare battaglia agli avversari, preparati a puntino anche tecnicamente.

Vede è importante capirne di organizzazione. Io cerco di spiegarla agli organizzatori ad ogni livello di competenza. La recepiscono, dopodiché la trasformano telematicamente e lì siamo al pari degli altri……

Solo che gli altri partiti se ne poco se ne curano dell’organizzazione.

Tre sono i modi per poter fare la politica oggi: 1) con i soldi, 2) con i nomi d eccellenza 3) con i numeri. Quest’ultima è la strada per la D.C. al momento: dobbiamo far valere la nostra forza con i numeri !>>.

D) In programma ci sono appuntamenti molto importanti per la vita del partito: nel prossimo mese di dicembre accennava ad una Conferenza Organizzativa Nazionale della Democrazia Cristiana. Quali saranno i temi per un visibile e concreto rilancio del partito in tutta Italia? Ci sarà anche il Congresso nazionale della D.C.?

R) << La Conferenza Organizzativa Nazionale nasce dall’esigenza di ripartire con il piede giusto !

Con il Segretario politico nazionale D.C. Angelo Sandri abbiamo parlato a lungo di questo e ci siamo chiesti se fosse stato più giusto ripartire dalla base o dall’altezza.

Visto che durante la mia assenza forzata non siamo riusciti a far progredire l’organizzazione in maniera soddisfacente, abbiamo deciso che – essendo lei stessa il cuore pulsante del partito – fosse necessario rimetterci mano per dare un nuovo “imprinting” alla base.

Adesso speriamo che tutto si muova come da nostro pensiero, seguendo regole del buon senso e del civile impegno a favore sempre del popolo.

Per quanto riguarda i temi della Conferenza programmatica della D.C., io aspetterei a divulgarli perchè vorrei essere in grado di poterli spiegare tutti.

Dobbiamo sempre ricordarci il “Decalogo della P”: < Prima – Pensa – Poi – Parla – Perché – Parola – Poco – Pensata – Porta – Pena >

L’intervento di Giulio Cesare Bertocchi alla riunione della Direzione nazionale della D.C. svoltasia Roma in data 26 settembre 2020

Quindi prima di dirle cosa scriveremo e cosa faremo devo vedere cosa inseriremo all’ordine del giorno di questa importante “convention”.

Noi della Democrazia Cristiana siamo abituati a pesare bene le parole, per non farci ridere dietro, né farci scimmiottare, Noi ancora oggi cerchiamo di essere seri. Fino in fondo cerchiamo di essere sani, Democratici e Cristiani.

Ora l’appuntamento più immediato in casa D.C. è quello della riunione della Direzione nazionale della Democrazia Cristiana, già convocato dalla Segreteria politica nazionale D.C. a termini di Statuto vigente e che si svolgerà a Brescia nei giorni 23 e 24 ottobre 2020.

Sarà un appuntamento mportante – che si svolgerà a latere del XXIV Congresso provinciale della Democrazia Cristiana della provincia di Brescia in programma per sabato 24 ottobre, all’Hotel Master di Brescia.

Della serie, non solo chiacchere ma soprattuto fatti. La Società italiana ha bisogno di meno chiacchere e più di fatti concreti in aiuto del popolo >>.

La ringraziamo per la disponibilità e Le auguriamo una < Buona D.C. ! >, come è solito fare e scrivere il nostro Segretario Politico nazionale della Democrazia Cristiana Dott. Angelo Sandri.

***************************************************

  • DOTT. GIULIO CESAREBERTOCCHI – ALME’ (PROV. DI BERGAMO) 

giuliocesare.bertocchi@dconline.info * Cell. 350-0659794 

SEDE NAZIONALE D.C. – Via Giovanni Giolitti n. 335 – 00185 – ROMA

SEDE ORGANIZZATIVA NAZ.LE D.C. – Via Ostia n. 28 – 00195 – ROMA 

***************************************************

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato