Escursioni tra i monti Sibillini, della Laga e l’Appennino.

Escursioni tra i monti Sibillini, della Laga e l’Appennino.

Di Alessandro Cappelli.

Segretario Provinciale settore Spor della Democrazia Cristiana di Ascoli Piceno

La città di Ascoli Piceno puó vantare, oltre  alla sua bellezza monumentale, alle sue origini pre romane, al suo folklore e  alle sue prelibatezze enogastronomiche,  anche i  buoni collegamenti viari sia per in direzione mare, sia in direzione montagna, infatti ad osservarla dall’alto Ascoli Piceno è in mezzo a una conca, a ovest vi sono le catene dei Monti della laga e dei Monti Sibillini, con il Vettore la cima più alta dei Monti Sibillini che la fa da padrone, a nord il Monte Ascensione con leggende legate al suo patrono Sant’Emidio e Santa Polisia, a sud il Colle San Marco e i Monti Gemelli  ( Montagna dei Fiori e Montagna di Campli) che vanno a delineare il confine con il vicino Abruzzo. In questo periodo numerosi sono stati gli escursionisti, arrampicatori, ciclisti che hanno raggiunto non solo l’alta montagna ma anche itinerari medio-semplici; molte associazioni del Piceno formate soprattutto da giovani hanno contribuito in modo efficace al rilancio della montagna, ripulendo i boschi recuperando degli itinerari storici- paesaggistici che erano stati perduti nel tempo, e hanno lavorato in modo assiduo alla segnaletica ( anche se non sono mancati episodi di distruzione ai segnali da parte di qualche incivile, ma i nostri ragazzi non si sono persi d’animo). Il rilancio di questi territori è iniziato dai ragazzi sia loro residenti del territoriosia da chi in questi territori aveva una seconda casa nei comuni che sono stati colpiti duramente dal terremoto: Arquata del Tronto, Acquasanta Terme, Montegallo e la vicina Valle Castellana ( amministrativamente in provincia di Teramo).

 

Laura Allevi Segretaria della Democrazia Cristiana della Regione Marche esprime , a nome del partito regionale dello scudo scrociato marchigiano , la più sincera soddisfazione per l’opera di volontariato compiuta dai ragazzi a tutela della natura rendendo i boschi fruibili , percorribili, vivibili anche per escursioni sportive.

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments