Eroi e supereroi: segni di Dio Onnipotente.

Eroi e supereroi: segni di Dio Onnipotente.
A cura di Franco Capanna (Sindacalista Teramo) * franco.capanna@ilpopolo.news 
www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

< Eroi e supereroi: segni di Dio Onnipotente >.

Un supereroe è buon personaggio immaginario che tante volte incontriamo nei fumetti, narrativa, cartoni animati, film. I supereroi trascorrono il loro tempo con combattendo contro i mostri, gli alieni i disastri naturali, criminali e supercriminali.

Molti dei loro tratti sono comuni ai protagonisti della tarda letteratura vittoriana, come il detective Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle e l’avventuriero Allan Quattermain di H.Rider Haggard.

Nelle storie popolari, alcuni personaggi come Bufalo Bill, Zorro e Tarzan hanno influenzato la nascita dei supereroi. Insomma possibile una lunga sequela per andare avanti su tale tematica.

Esistono nella vita privata supereroi anche se privi di superpoteri. Emblematica la vicenda di Vasili Arkhipov che vi trasmetto unica a motivi di spazio.

Era il 1962, periodo nel bel mezzo della crisi missilistica cubana, quando un sommergibile sovietico chiamato B-59 è stato fermato dalla Marina USA in acque caraibiche. Il sottomarino sotto il comando di tre ufficiali tra cui Vasili Arkhipov, l’uomo che ci ha salvato dalla te mondiale punto

Si, perché in breve tempo è scoppiato il caos; la tensione era alta, gli americani volevano stanare il mezzo sovietico ma il sottomarino rimaneva nascosto immerso nella profondità così la marina USA decise  di lanciare cariche esplosive per costringerlo a riemergere.ma non sapeva che il mezzo Russo era equipaggiato con armi nucleari e addirittura un missile dalla portata devastante.

Il capitano del sommergibile Russo Valentin Savitsky, ha ordinato di armare la prima testata per spazzare via tutte le 11 navi americane ma per fortuna è intervenuto Vasili.

Il nostro eroe non era nella condizione di fermare l’ordine del comandante, ma ha provato a farlo riflettere convincendolo che questi “attacchi” fossero in realtà solo un esca e che la mossa più saggia sarebbe stata quella di aspettare ancora.
Nascosti fino alla fine delle riserve, una volta finiti carburante a ossigeno, il sottomarino è riemerso circondato dalle navi statunitensi, ma la tensione è finita in breve tempo.
Vasili ha evitato non solo una terribile guerra, ma anche il disastro nucleare. Perché una buona dialettica può davvero salvarci la vita.
La onorificenza ricevuta, parlo di quella del Canada, è stata un motivo di grande onore per me. Dunque un riconoscimento a me italiano per la diffusione della cultura e conquiste nel sociale, a coronamento di un percorso di lunghi anni.
In questo percorso ho incontrato di tutto: nobiltà, gentilezza, ruvidezza, modi gentili e modi garbati, di cortesi, schietti, arditi,burberi, bruschi , villani, leziosi, cerimoniosi.per raggiungere uno scopo si ha necessità di pensarla in modo diverso, di affrontare la realtà secondo ciò che pare a me per significare che ci possono che si possono usare in maniere diverse buone o cattive, gentili o ruvide.
Il cammino di un sindacalista si può sintetizzare: “non puoi pretendere che tutti facciano a modo tuo” (politici, padroni eccetera), fate anche a modo mio “dritti” come io vi dico, come io vi consiglio.
Sono tutti imbroglioni a un modo, in certo modo, scriveva Dante, determinante mettere un limite.
Capita a tutti di conoscere persone con la capacità di rovinare l’atmosfera o addirittura mettere in pericolo la nostra stessa esistenza, purtroppo non serve a nulla farglielo notare perché non riesce  neanche a capire di avere un problema.
Nel momento tragico della mia vita in cui perdevo il mio Paradiso ovvero la morte di mia moglie Pierina, una mia cognata mi disse:” mi fa piacere che ti sia morta”.
Ritengo ancora oggi inutile replicare e comunque ancora non sono state inventate le parole adatte per rispondere a tale ignominia che supera i confini delle leggi applicabili. Impossibile immaginare di quanta piaga mi apriva in mezzo al petto quella tragica fine per un male incurabile.
Ti senti perduto perché chi ti ama e’ la chiave dei soggiorni beati, di misteri infiniti. La solitudine del dopo e come un capestro al collo, c’era qualcosa di oscuro, di cupo nel silenzio gelido si aggiunge ulteriore  note di sgomento.
Ci vuole tempo per capire che a Dio non interessa far vivere certe anime su questa valle di tribolazioni e spesso si reca  nei giardini fioriti a recidere fiori per portarli a profumare lassù.
Bisogna comunque sempre lottare inseguire i propri sogni , si deve sapere amare per capire che quando determinanti cammini diventano impossibili è meglio salvare le energie per percorrere altre strade.Chi  ama riesce a vincere il mondo, non ha paura di perdere nulla .Il vero amore è un atto di totale abbandono.
In cambio Dio mi chiede una forza misteriosa all’interno e percorsi determinanti cammini in aiuto di tanta povera gente è persino ho aiutato le sue spose che non sapevo non venivano aiutate economicamente dal Vaticano perché ordini nati sovrani dunque indipendenti e firmai un accordo in. due città con gli Ordini medici locali per visite specialistiche pronte è gratis da 9 anni in vigore. Dunque curate subito e seguite nel tempo.
Ma avevo una spada conficcata nel cuore, il dolore  mio compagno, eppure in azioni nel sociale efficaci e vincenti a volte mi si piegavano  le gambe per  la grande tristezza.
Una volta sognai Sant’Antonio con il bambin Gesù in braccio e mi tocco’ , ma mi spaventai perché grande la mia imperfezione ma lui mi disse ” perché hai paura, Gesù ti vuole bene se non altro guarda un po’ che cosa hai fatto,hai tolto dalla prostituzione quella donna rischiando la tua vita”. Di fatto strappai una prostituta dai suoi aguzzini e diedi un lavoro onesto.
Dopo 16 anni quella forza misteriosa mi abbandonava e riprovare la spaventosa solitudine. Ci sono momenti nella vita in cui chi ti amava ti manca così tanto che vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarla davvero.
Bisogna considerare com’è il mondo un sol giorno di felicità può dirsi quasi un miracolo. Chiesi a  Gesù la grazia di conoscere una donna di uguale natura alla mia Pierina e e esaudiva questa supplica.
La incontrai, e mi colpirono i suoi occhi che essenze d’amore, come fuoco spirituale.
” Dammi luce” era il piano silenzioso della mia anima e la luce dell’ amore tornava a splendere su me in quella precisa ora. Si  chiama Angela, con ella è tornata a risplendere lassù la stella di Sirio e il vento ora reca con sé il profumo di pesti fiori che moltiplicano gli aromi.
Tornata la quiete notturna quando la terra dorme,come dormono le acque,i monti,le brughiere.
Magari si ode il pianto di in bimbo ma le stelle passano piano piano e la luna ha ritrovato il suo incanto .
A cura di Franco Capanna (Sindacalista Teramo) * franco.capanna@ilpopolo.news 
www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

28 Responses to "Eroi e supereroi: segni di Dio Onnipotente."