È MORTO LUKE PERRY: L’EX DYLAN DI “BEVERLY HILLS 90210” AVEVA 52 ANNI.

È MORTO LUKE PERRY: L’EX DYLAN DI “BEVERLY HILLS 90210” AVEVA 52 ANNI.

L’ex Dylan Mc Kay di Beverly Hills 90210 era stato colpito da un ictus cerebrale il 27 febbraio scorso, quando i paramedici erano stati chiamati nella sua casa di Sherman Oaks, in California, per portarlo nell’ospedale più vicino.  “L’attore Luke Perry, 52, è mancato oggi lunedì 4 marzo dopo aver subito un ictus”, recita il comunicato diffuso dal suo rappresentante.

“Era circondato dai suoi figli Jack e Sophie, dalla compagna Wendy Madison Bauer, dall’ex moglie Minnie Sharp, dalla madre Ann Bennett, dal patrigno Steve Bennett, dal fratello Tom Perry, dalla sorella Amy Coder, e dai parenti e amici stretti. La famiglia apprezza l’esternazione di supporto e le preghiere giunte da ogni parte del mondo, e chiede di rispettare la privacy in questo momento di grande dolore. Al momento, non verranno diffusi ulteriori dettagli”.

Coy Luther Perry III, questo il suo vero nome, era nato a Mansfield l’11 ottobre del 1966, figlio di un operaio e di una casalinga. Deciso a fare l’attore, si era trasferito a Los Angeles e aveva ottenuto i primi ruoli nelle soap opera Destini e Quando si ama, alla fine degli anni Ottanta.

Ma è nel 1990 che arriva il vero colpo di fortuna, quando viene ingaggiato per interpretare Dylan McKay nella serie tv Beverly Hills 90210, il ruolo di un ragazzo problematico ispirato, nelle intenzioni degli autori, a James Dean.

Nella serie è il rampollo di una famiglia miliardaria, ha problemi con l’alcol e con la famiglia stessa e un atteggiamento da duro dietro al quale si nasconde un’anima fragile e gentile.

Il personaggio piace al pubblico, Perry diventa una star, recita in quasi tutte le stagioni, dal 1990 al 1995, poi, dopo un periodo d’assenza, torna nel cast dal 1998 al 2000.

Una pausa che gli serve per tentare anche la strada del grande schermo. Lavora anche in Vacanze di Natale 95, di Neri Parenti, in cui interpreta se stesso. È nel cast di Il quinto elemento di Luc Besson (1997) e in quello di Crocevia per l’inferno di John McNaughton (1997).

Ma nulla è più forte di Beverly Hills 90210 : Perry diventa un idolo dei teenager, la serie viene considerata ancora oggi un cult degli anni Novanta.

Le sue love story con Kelly Logan, la biondna spocchiosa, e la bruna Brenda Walsh venne vissuta come uno scontro epocale, che divise il pubblico femminile in tifoserie da stadio. Tanto più perché fiction e realtà si sovrapposero, quando cominciò a circolare la voce che Perry avesse davvero una liason con Jenny Garth, l’attrice che interpretava Kelly.

Nonostante il grande successo, l’attore deciderà di non partecipare allo spinoff della serie, realizzato nel 2008. “Sarò legato a lui per il resto della mia vita – disse una volta, parlando del personaggio – ma va bene così. Dylan McKay l’ho creato io, è mio”. Nel 2000 Perry smette di essere Dylan. Recita nella serie Oz, della Hbo, poi in Jeremiah, in onda dal 2002 al 2004 ma sono tantissime le serie tv alle quali partecipa, così come è lunga la lista dei film ai quali ha preso parte.

di Antonio Gentile

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments