COSTRUIAMO LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA A SERVIZIO DEL PAESE E PER UNO STATO ED UNA SOCIETA’ A SERVIZIO DELL’UOMO !

COSTRUIAMO LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA A SERVIZIO DEL PAESE E PER UNO STATO ED UNA SOCIETA’ A SERVIZIO DELL’UOMO !

A cura di RODOLFO CONCORDIA (Roma)  * rodolfo.concordia@dconline.info – cell. 335-7709516  * CLARA FUNICIELLO (Taranto) * clara.funiciello@dconline.info – cell. 392-0860645 * FRANCESCO GRASSO (Lecce) * francesco.grasso@dconline.info – cell. 377-2587103 * MARIA LEONE (Milano) * maria.leone@dconline.info – cell. 392-1981237ANGELO SANDRI (Udine) * segreteria.nazionale@dconline.info – cell. 342-9581946

< COSTRUIAMO LA “NUOVA” DEMOCRAZIA CRISTIANA A SERVIZIO DEL PAESE E PER UNO STATO ED UNA SOCIETA’ A SERVIZIO DELL’UOMO ! >

Un’alba di riscatto aleggia nel cielo ! C’è infatti un comune sentire che albeggia nell’anima di coloro che, pur subendo le distorsioni della verità, restano fedeli a dei principi che non si affievoliscono con le mode del tempo, nè alla ragioni degli interessi.

Sono invece fieri di rappresentare un pezzo di verità e non perdono mai la Speranza di costruire un domani più equo, più solidale, più giusto ed in armonia con il Creato.

Ad essi – spesso dipinti come ininfluenti e come legati ad un retaggio del tempo che fu – non importa di sfidare le pseudo verità, le convenienze, le opportunità dell’immanente.

Anzi si sentono ricchi di quella particella di verità a cui si ispirano e percependo il senso della Storia che spesso sfugge a coloro che rincorrono il loro tornaconto, lanciano una sfida culturale, sociale, civile e politica e si offrono come guida a costruire una Società ed uno Stato al servizio dell’uomo e della sua realizzazione.

Rodolfo Concordia (Roma)

Essi sono i “Ribelli per Amore” che si contraddistinguono come coloro che colgono nel tessuto della miseria umana i misfatti, gli atteggiamenti, la mancanza di verità, il lezzo del potere, l’incapacità di una visione del Tempo e della Storia e lanciano alcune importanti Idee Ricostruttive ed un progetto di società che recuperi una Identità di Nazione e cammini spedita verso il traguardo di una Democrazia Compiuta.

Il retaggio del passato è servito a ripescare i Valori di una Storia che vive nell’alveo della nostra Costituzione e si identifica pienamente nella tradizione Giudaico-Cristiana.

Clara Funiciello (Taranto)

Essa brilla dell’armonia di un processo di crescita e di un senso di verità che mira al bene comune e tende a debellare gli egoismi di setta, di classe sociale. Si pone un obiettivo primario: la giustizia sociale nel contesto di una Società del lavoro e per il lavoro, in funzione dell’essere umano e della sua dignità.

Siamo coloro che non sono legati ad un Centro come una semplice espressione geometrica, ma come fucina di Valori, di Identità, di protagonismo, di partecipazione e di quella passione politica che dà un senso ad una vita e nobilita la coerenza fra asserzione e comportamenti e quindi al Senso della Verità.

Siamo sempre stato convinti che il Centro quale espressione di coerenza, di ragionevolezza, di buonsenso, di realismo politico, di preparazione culturale e di conoscenza, sia il motore che muove i destini della politica e delinea il futuro della Nazione.

Francesco Grasso (Lecce)

E’ per questa ragione – crediamo – che purtroppo si sia perseguito un progetto di penalizzazione del ceto medio, per poter orientare le scelte elettorali sui “mal di pancia”, piuttosto che sulla ragionevolezza e sulla fattibilità economica e finanziaria delle proposte elettorali.

Da ciò è esploso l’imbarbarimento della politica e si è dilatata la forbice del rapporto di credibilità con i cittadini elettori, corroborato anche da odio e rancore sociale creato ad arte sulla rete per corrompere il tessuto connettivo e rendere normali le “balle elettorali ed i progetti irrealizzabili” non suffragati da quel realismo che tiene conto della realtà sociale, civile, economica e finanziaria del Paese.

Maria Leone (Milano)

Ammesso e non concesso che chi ha vinto le elezioni politiche possedesse un progetto e che esso fosse in linea con i bisogni e le aspettative degli elettori.

Infatti il Documento di Bilancio del 2018 finalizzato al 2019 e che prospettava una stagione bellissima, ha avuto i risultati che tutti possiamo constatare e ci ha lasciato l’eredità di un Paese sull’orlo del baratro.

Ha allontanato il supporto degli investitori italiani e internazionali ed innescato il dubbio dei mercati, delle agenzie di rating e soprattutto, ha isolato l’Italia dall’Europa e dal mondo.

Ora, ne siamo convinti, un’alba di riscatto aleggia nel cielo e molti dormienti assestati sull’Aventino perchè insoddisfatti dalla attuale offerta politica, hanno acquisito la percezione dei pericoli a cui andiamo incontro rispetto alla solvibilità del nostro Paese, alla sua credibilità internazionale, allo svuotamento dei migliori prodotti del made in Italy ed alla incapacità dei Governi di gestire le crisi aziedali e di progettare una svolta economica ed a una Politica Industriale, coniugata ai veri problemi dei cittadini e soprattutto a realizzare una stabile e duratura fase di crescita e di sviluppo della base produttiva ed occupazionale.

La vera domanda ora che dobbiamo porci nell’attuare scenario sociale ed economico deve essere: esiste un soggetto politico capace di progettare e realizzare un cambiamento epocale ?

Un soggetto politico che possiede la credibilità di sciogliere il dubbio e l’inerzia intellettuale degli scontenti; ottenere il rispetto per attrarre gli investitori internazionali e che possieda la forza della chiarezza di un progetto per l’Italia illustrato e realizzato attraverso l’ascolto dei bisogni reali del nostro popolo?

Questo è il quesito. Questa la Sfida Epocale che abbiamo di fronte.

Essa richiede dal mondo politico risposte chiare, proposte fattibili, certezza dei tempi di realizzazione e con le priorità di intervento dettate dal dolore e dai bisogni reali di chi è maggiormente in difficoltà.

Ebbene si, esiste. Così come esiste una storia assodata “

Esiste un soggetto politico che ha condotto l’Italia ad essere la quinta potenza mondiale, che ha innescato la stagione della conoscenza, della cultura, della crescita della persona e del rispetto della sua dignità.

Esiste un soggetto politico che ha spronato l’essere umano ad un protagonismo ed a una convinta partecipazione alla vita sociale e politica della Nazione.

Esiste un soggetto politico che ha ipotizzato e costruito uno Stato ed una Società al servizio dell’uomo, finalizzandola alla sua realizzazione umana, professionale, civile, sociale e famigliare.

Esiste un soggetto politico che vuole ricostruire una civiltà del Lavoro, con il Lavoro inteso come principio cardine del suo essere al servizio della Nazione.

Tale soggetto è la Democrazia Cristiana, forte del suo passato al servizio del Paese e che si vuole riproporsi come la guida di un processo di Crescita e di Sviluppo imperniato saldamente sulla valorizzazione dell’essere umano che ridiventa centrale in una Società di valori; che cresce e si salda strettamente all’essere strumento per la sua realizzazione.

Per continuare a svolgere questo ruolo è indispensabile dar vita ad una “Nuova” Democrazia Cristiana, ricca dei valori del suo passato, in simbiosi ed integrata nella dimensione di un “Nuovo che avanza” ed orientata a dare Certezze ai nuovi portatori delle istanze sociali e culturali.

Crediamo che sia l’unica risposta adeguata alla Sfida che abbiamo di fronte e che non deve spaventarci, ma semmai inorgoglirci, nella consapevolezza che insieme, possiamo scrivere una Nuova Pagina di Storia al servizio del Partito e del Paese.

Ma non ci può essere un futuro di Speranza se non si ripristina nel tessuto connettivo il senso dei valori, con la coerenza degli atteggiamenti post elettorali e con proposte politiche che tengono conto della realtà economica, sociale, civile e finanziaria del Paese.

Impegnandoci tutti nella costruzione di un progetto di Società e per un Cammino legislativo e di proposte che mirano alla sua realizzazione di quanto viene promesso al popolo italiano !

 

A cura di RODOLFO CONCORDIA (Roma)  * rodolfo.concordia@dconline.info – cell. 335-7709516  * CLARA FUNICIELLO (Taranto) * clara.funiciello@dconline.info – cell. 392-0860645 * FRANCESCO GRASSO (Lecce) * francesco.grasso@dconline.info – cell. 377-2587103 * MARIA LEONE (Milano) * maria.leone@dconline.info – cell. 392-1981237ANGELO SANDRI (Udine) * segreteria.nazionale@dconline.info – cell. 342-9581946

 

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Anonymous
Anonymous
3 anni fa

Bellissimo… Progetto…. Bellissimi. Gli obiettivi…. Tutto da condividere…. Ma bisogna fare i conti con il presente..
La società è cambiata…
La DC quella degli anni 70…non esiste più… Da allora in poi si è assistito ad una frammentazione.. Un lacerare… Strappare… Prendere… Denigrare… Tutto… Patrimonio… Uomini…. Si uomini.. Hanno continuato x anni a combattersi… Senza risparmiarsi… Oggi… Oggi.. Come quali parole dare ai giovani che si accostano alla…. DC…. Di tutti… Una verità… Come si fa a trovare la verità… Tutti hanno la loro verità…. Ai nostri ragazzi non possiamo dare le verità… Li uccideremmo…. Io non me la sento…. Porto loro la mia storia politica… Il mio essere.
. I discorsi senza barriere ofalsita’…cerco di dare fiducia…. Ma le loro parole chiudono sempre con le stesse parole…. Noi siamo così. Siamo questi… I giovani dico io sono tutti uguali… Saranno le loro idee, il loro linguaggio a dividerli o farli ritrovare ognuno con la loro identità…. Ma un unico obiettivo…. Il bene di tutti…. I ragazzi di oggi sanno amare piu di come eravamo.. Noi…
FZ

Anonymous
Anonymous
3 anni fa

Un inno alla vita che poteva essere Vergato solo da un uomo il cui cognome accomuna tutti…difficile non essere in Concordia con Rodolfo. Sincere espressioni di gratitudine e complimenti davvero