LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS VIEN DI NOTTE: IL PROF. GIULIO TARRO A PORTA A PORTA SCONVOLGE LE COMUNICAZIONI DI STATO E SCIOCCA TUTTI, BRUNO VESPA COMPRESO !

LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS VIEN DI NOTTE: IL PROF. GIULIO TARRO A PORTA A PORTA SCONVOLGE LE COMUNICAZIONI DI STATO E SCIOCCA TUTTI, BRUNO VESPA COMPRESO !
Raffaele Vicedomini – Roma Redaz. www.ilpopolo.news

A cura di Geom. Raffaele Vicedomini (Roma)

raffaele.vicedomini@dconline.info

< LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS VIEN DI NOTTE: IL PROF. GIULIO TARRO A PORTA A PORTA SCONVOLGE LE COMUNICAZIONI DI STATO E SCIOCCA TUTTI, BRUNO VESPA COMPRESO ! >

La notte del 28-29 novembre 2021 sarà ricordata come una data storica per la trasparenza dell’informazione in Italia.

Alle ore una circa, su Rai Uno, mentre gli italiani erano in pieno sonno e non hanno potuto assistere all’eccezionale evento di ascoltare una voce fuori dal coro e, contro ogni previsione immaginabile di questi tempi, é stato dato spazio al grande virologo italiano prof. Giulio Tarro, niente di meno che nella trasmissione Porta a Porta di Bruno Vespa.

 IL PROFESSOR TARRO: USCIAMO DALLA PAURA !

Ed ecco cosa gli italiani ancora svegli hanno potuto ascoltare dall’autorevole voce “fuori dal coro”, che ha potuto esprimersi sul coronavirus.

L’emerito scienziato da Premio Nobel Giulio Tarro in collegamento da Napoli, in poche ed incisive parole, molto umili, com’è nel suo stile senza la saccenza e l’appariscenza degli urlatori di stato, proseliti della politica, sempre ospiti all’ora di pranzo e cena e sempre presenti nei talk show più seguiti dai cittadini.

Il professor Tarro con la limpidezza che lo contraddistingue ha sostenuto che non è necessario un vaccino per questa pandemia, bensì cure antivirali o simili già sperimentate in altri paesi da usare più che altro nelle prime fasi della malattia senza che si arrivi in terapia intensiva. Da qui l’esigenza di intervenire subito sull’identificazione della malattia stessa e non quando la situazione è precipitata come da tragica esperienza italiana.

Prosegue dicendo:
– che probabilmente nel giro di poco tempo il virus potrebbe effettivamente scomparire spontaneamente (parere già paventato da Israele);
– che non la si può considerare una pandemia e che non c’è paragone per esempio con la Spagnola, la quale attaccava intero l’organismo e mieteva vittime più tra i giovani debilitati e denutriti che i meno giovani del dopoguerra;
– che gli anziani vanno protetti perché soggetti più fragili e portatori di altre patologie in genere, ma che il virus andrebbe fatto circolare liberamente per raggiungere una reale cosiddetta “Immunità di gregge” nel resto della popolazione più forte a sostenere ed affrontare cure debilitanti se colpisce un organismo con basse protezioni immunologiche.

Questi sono i punti che ha evidenziato principalmente il professor Tarro, sottolineando quanto dannosa possa essere stata la decisione di tenere chiuse in casa le persone, nonché bambini e giovani lontani dal beneficio immenso apportato dall’aria aperta, il sole, la luce e il movimento.

Bisogna fare lunghe passeggiate nei boschi per riabilitare la mente dagli incubi creati con il bombardamento mediatico.

Ha detto inoltre di andare al mare il più possibile, perché l’aria del mare uccide la grande maggioranza dei virus, ed è alla portata di tutti perché gratis.

Il professor Giulio Tarro è unanimemente riconosciuto tra i più importanti virologi al mondo. Allievo di Albert Sabin, scopritore del vaccino contro la poliomielite, è stato per ben due volte vicino alla candidatura al Nobel per la medicina, l’ultima nel 2015.
Fu lui a isolare il vibrione del colera quando scoppiò l’epidemia a Napoli.

E fu  sempre lui a sconfiggere quarant’anni or sono il cosiddetto “MALE OSCURO DI NAPOLI”.

Il virus respiratorio sinciziale che provocava un’elevata mortalità nei bambini di età compresa tra zero e due anni affetti da bronchiolite.

Prof Antonio Giordano – Ricercatore alla Temple University – Filadelfia – Presidente Sbarro Foundation

Nel 2018 è stato premiato negli Stati Uniti come “miglior virologo dell’anno”. Questa intervista é avvenuta come detto a tardissima ora in piena notte mentre la popolazione italiana era in pieno sonno. E di ciò non ćè stato neppure un accenno nei telegiornali nazionali di oggi.

Anche l’altro premio Nobel Luc Montagnier ha detto pressapoco le stesse cose appena due giorni fa.  Noi sappiamo quanta stima e rispetto ćè tra i due luminari che concordano appieno su come affrontare e risolvere la pandemia da Covid-19.

In merito a questo grande ed autorevole professionista presto vi daremo una grande e lieta notizia, ovviamente in esclusiva per i lettori de < ilpopolo.news.it >.

Una bella notizia che siamo sicuri sarà gradita non solo al professor Tarro ma all’intero popolo italiano appena verrà ufficializzata dalla Direzione Nazionale della Democrazia Cristiana.

Il professor Giulio Tarro merita un grande riconoscimento di stima ed affetto dall’intero popolo, oggi più che mai, visti i prossimi ed importanti avvenimenti sociali e politici che stiamo per affrontare.

Alla prossima intervista è nostra intenzione riunire in un confronto diretto via web il prof Giulio Tarro e due illustri ospiti mondiali,  il Prof Luc Montagnier ed il prof Antonio Giordano da Filadelfia. 

Un saluto dalle nostre pagine al professor Giulio Tarro da tutta la direzione NAZIONALE della Democrazia Cristiana guidata dal Segretario Nazionale dr. Angelo Sandri.

Un prestissimo arrivederci a Voi tutti gentili lettori.

 

Aderiamo ed invitiamo l’iscrizione alla Democrazia Cristiana componendo la scheda di adesione.

SOSTENIAMO LA DEMOCRAZIA CRISTIANA

WWW.POPOLO.NEWS.IT

4.7 3 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Michele
9 mesi fa

Onore al prof. Giulio Tarro e complimenti x il vostro lodevole lavoro.
Che il fine, sia sempre la verità e la giustizia, di ogni singola persona e che tutti insieme formano il popolo italiano.
Stando al contempo, alla larga dagli interessi personali.

trackback

[…] Ho trovato in rete solo un articolo del quotidiano on line “Il Popolo della Democrazia Cristiana” di cui riporto uno stralcio e che potete leggere per intero cliccando questo link: LA VERITÀ SUL CORONAVIRUS VIEN DI NOTTE: IL PROF. GIULIO TARRO A PORTA A PORTA SCONVOLGE LE COMUNIC… […]

Tiziana
Tiziana
9 mesi fa

Buongiorno, stavo cercando il video della puntata del 28 novembre 2021 di Porta a porta da lei citata ma non trovo corrispondenza tra la programmazione e questo programma e la data da lei riportata.

Non so se sia perché “Porta a porta” è andato in onda in edizione straordinaria di domenica, il 28, o il giornalista ha sbagliato la data della puntata.
Ho provato vari tipi di ricerca su siti web e Rai play anche mettendo “Porta a porta tarro” oppure “Bruno Vespa Tarro” ma vengono fuori dalla ricerca solo puntate di anni precedenti.
Chiedo lumi, grazie cmq per la diffusione di questa notizia incoraggiante 🙂

Franco
Franco
9 mesi fa

Salve
Purtroppo, ero già a conoscenza di queste notizie, il problema vero va oltre la medicina.
Sono circa sette anni che mi documento su alcuni accordi oscuri ai cittadini italiani. Il 2006 succede qualcosa di molto insolito che porterà alla fondazione di un partito onde rendere lecite alcune incostituzionali azioni.Accertato questa situazione ho incominciato a chiedermi:, ma questi personaggi come riescono in modo incontrastato ad ottenere poteri simili? Diventava sempre più chiaro il “Caso Cirillo” e le sue dinamiche …,

Lino
Lino
9 mesi fa

Tarro già espose queste sue convinzioni sin dall’inizio di tutta questa storia, così come il francese Montagner, col risultato di venire bandito da tutte le comunicazioni “ufficiali” essendo, lui come Montagner, fuori dal coretto organizzato.