Cancellato il Ministero dello Sport !

Cancellato il Ministero dello Sport !
Alessandro Cappelli

A cura di Alessandro Cappelli Segretario del Dipartimento Sport della Democrazia Cristiana di Ascoli Piceno.

< Cancellato il Ministero dello Sport ! >

La crisi di governo del Conte due, oltre a comportare alla nazione  uno stato di destabilizzazione, ha fatto sì che i ristori e molti interventi inerenti all’erogazione della cassa integrazione per molti lavoratori sono ancora congelate avendo un ritardo di due mesi.

Giuseppe Conte

Con il nuovo esecutivo – formato da partiti molto diversi ideologicamente e per natura storica non certo affini – molte formazioni politiche si sono ritrovate d’accordo sulla leadership di Mario Draghi e molti ministeri sono stati assegnati ad altre cariche politiche.

Un ministero in particolare è stato addirittura tagliato e mi riferisco al Ministero dello Sport.

Mario Draghi

È intollerabile che in questa situazione di grande disagio, non solo sanitario ma anche sociale e psicologico, sia stato eliminato il Ministero dello sport.

Forse questi signori non sanno che alla base di tutto ci sono società e associazioni sportive dilettantistiche, giovanili e di attività di base che sono il traino delle realtà delle città, dei paesi di montagna e zone di disagio sociale.

Chi fa andare avanti questo veroe proprio movimento sono i volontari, gli istruttori sportivi, i dirigenti e i dilettanti.

Lo sport è anche prevenzione ed è la migliore ricetta medica, in questo particolare periodo storico.

Non possiamo privare i bambini e i ragazzi dello sport ( la scuola dell’obbligo naturalmente ha una importanza molto rilevante per la formazione dei più giovani ma da sola  non basta).

Vi sarebbero pochi  episodi di bullismo e di atti vandalici se il pomeriggio dai bambini ai ragazzi in età di piena adolescenza frequentassero una palestra, un impianto sportivo ( senza togliere nulla altre agenzie formative: i gruppi della parrocchia, i laboratori teatrali e musicali, anche essi importanti).

Forse questi signori credono che lo Sport sia solo per le grandi elite  e le pay TV, sarebbe imbarazzante se non approvano l’ultimo passaggio della riforma Spadafora che deve essere approvata al Senato.

 

www.ilpopolo.news * www.democraziacristianaonline.it *

 

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato